Messina. Porto di Tremestieri, cantiere a rilento e sale la preoccupazione - Tempostretto

Messina. Porto di Tremestieri, cantiere a rilento e sale la preoccupazione

Marco Ipsale

Messina. Porto di Tremestieri, cantiere a rilento e sale la preoccupazione

mercoledì 20 Aprile 2022 - 10:10

Ennesimo allarme della Uil, che si appella a Comune e Autorità Portuale per sciogliere i nodi

La fine dei lavori al porto di Tremestieri è ancora ufficialmente prevista a febbraio 2023. Ma con un avanzamento al di sotto del 30 % è del tutto inverosimile che si possa concludere entro dieci mesi. Lo era già a gennaio, quando l’ex assessore Salvatore Mondello prefigurava un ritardo almeno fino al termine del 2023.

Ma il problema è che neanche quel termine rischia di essere rispettato. Anzi in questo momento, prima di parlare della fine dei lavori, servono garanzie sul proseguimento, perché l’aumento del costo dei materiali rischia di far saltare tutto.

Se n’è parlato nel corso di un incontro a Palazzo Zanca, la scorsa settimana, convocato dal commissario del Comune, Leonardo Santoro, dal quale sono trapelate solo alcune indiscrezioni ma nessuna dichiarazione ufficiale.

La Uil si appella a Comune e Autorità Portuale

E’ proprio a Santoro che torna ad appellarsi la Uil, dopo aver lanciato l’allarme già due settimane fa. “Siamo ancora più preoccupati – dice il segretario della Uil Trasporti, Michele Barresi -. Si conferma la necessità di accendere i riflettori, come già abbiamo fatto, su un’opera che è centrale per la città, per l’occupazione e per il suo sviluppo economico. Auspichiamo che la sensibilità mostrata sul tema dal commissario Santoro e la tempestività con cui ha affrontato situazione sia determinante per poter dare garanzie di continuità a questo cantiere. Tutti i campanelli d’allarme che abbiamo suonato negli scorsi anni sono stati spesso snobbati, anche con repliche stizzite, da parte della giunta De Luca, ora le nostre preoccupazioni sui ritardi si stano rivelando fondate. Occorre che Comune e Autorità Portuale facciano sinergia per far proseguire i lavori e soprattutto scongiurare la rescissione del contratto che sarebbe una sciagura”.

Un commento

  1. Colapesce senza Dimartino 20 Aprile 2022 17:15

    A Messina ci sono cantieri in corso ben più importanti di questo,e nessuno ne parla mai.
    A me pare che la questione bruci ai soliti imprenditori squali,che agli stessi portuali.
    A Messina c’è immondizia dappertutto,pure sui colli,e nessuno fa menzione di ciò!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007