Messina. Uil: "Caos viadotto Ritiro. Cas carrozzone da trasformare" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Messina. Uil: “Caos viadotto Ritiro. Cas carrozzone da trasformare”

Marco Ipsale

Messina. Uil: “Caos viadotto Ritiro. Cas carrozzone da trasformare”

lunedì 21 Settembre 2020 - 07:00
Messina. Uil: “Caos viadotto Ritiro. Cas carrozzone da trasformare”

Barresi e Passari, di Uil Trasporti, tornano sulla questione. Si paga per un servizio che non esiste

“Il viadotto Ritiro, con i disagi che hanno caratterizzato gli ultimi mesi di mobilità cittadina, è la cartina di tornasole dello stato complessivo delle infrastrutture autostradali della nostra provincia  e delle carenze gestionali del Cas”. Lo dicono Michele Barresi e Angelo Passari, segretari Uil trasporti Messina.

“Condizioni a cui la politica deve porre  correttivi non più rinviabili. Ad oggi, come se nulla fosse, all’utente vengono ancora chiesti 14 centesimi di euro a chilometro per percorrere gli 8,6 chilometri tra Villafranca e lo svincolo di Giostra (dal km 20,5 al km 11,9), nonostante circa un terzo di questo percorso, 3 km in direzione Messina e 3,8 in direzione Palermo, siano costantemente percorribili a corsia unica per i restringimenti dovuti ad interminabili lavori. Non si può chiedere all’utenza di pagare per un servizio che di fatto non esiste”.

Focus anche sulla condizione dei lavoratori. “Occorre dare risposte e certezze a centinaia di lavoratori del Cas che da anni reclamano per i propri diritti. Disagi, rilievi e contestazioni del Ministero, interminabili code e persino le recenti denunce sulle condizioni di sicurezza della rete dovrebbero bastare per spingere il piede sull’acceleratore nella trasformazione dell’ente – continuano Barresi e Passari – da troppo tempo ridotto a carrozzone ad uso e consumo della politica. Più volte abbiamo scioperato per rivendicare il diritto di centinaia di lavoratori, vittime della burocrazia regionale, ad aver riconosciuto il contratto nazionale di categoria congelato da oltre dieci anni – concludono i sindacalisti – ma a fronte delle buone intenzioni del governo regionale ad oggi attendiamo ancora atti concreti che possano dare risposte ai lavoratori sul contratto di lavoro e le assunzioni necessarie per dare un futuro al Cas ed un servizio adeguato ed efficiente all’utenza siciliana”. 

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. Faccio spesso quel tratto di autostrada e vedo che gli addetti ai lavori sono tre o quattro. Di questo passo si farà prima il ponte aullo stretto. Che vergogna e si deve pure pagare.

    6
    0
  2. Vivo a Villafranca Tirrena e sono costretto a percorrere giornalmente quel tratto per motivi di lavoro. Ogni giorno mi faccio rubare € 2.40 per percorrere una tangenziale, cosa che solo in Sicilia può accadere. Mille proteste , raccolta firme ma niente nessuna risposta. Poi però ci meravigliamo che il Governo centrale neanche ci consideri. In un anno il Morandi e stato costruito: lavoravano anche durante il lockdown e qui se va bene ne passeranno altri 5. Il ponte altra presa per il cu..o altro che galleria sotterranea , purtroppo qui siamo insuperabili come pasticceria perche facciamo solo chiacchiere.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007