Meteo Messina: lento miglioramento, in attesa della sciroccata di sabato - Tempostretto

Meteo Messina: lento miglioramento, in attesa della sciroccata di sabato

Daniele Ingemi

Meteo Messina: lento miglioramento, in attesa della sciroccata di sabato

martedì 24 Novembre 2020 - 12:09

I resti del vortice depressionario che ci ha interessati nel fine settimana stanno per esaurire le ultime note d’instabilità. Residui piovaschi, in questo momento, stanno interessando la zona sud di Messina e i vicini comuni della costa ionica. Le piogge più rilevanti, come da previsione, hanno interessato il settore ionico della provincia, vicino il confine con la provincia di Catania, dove in 72 ore si sono registrati accumuli > ai 100 mm (litri per metro quadro). Nonostante il più deciso miglioramento atteso domani, la presenza nei bassi strati di una circolazione sinottica ancora prevalentemente orientale produrrà ancora qualche annuvolamento lungo il confine fra il messinese e l’alto catanese, dove saranno probabili nuove piogge, ma molto più circoscritte e più brevi rispetto a quelle registrate nei giorni scorsi.

Le piogge di ieri sulla costa ionica riprese dalla webcame della pensione Svizzera

Mercoledì 25 novembre 2020 sarà una giornata caratterizzata da una variabilità positiva, con spazi soleggiati, anche ampi, inframmezzati da annuvolamenti sparsi (nubi medio-basse), più compatti sul basso messinese ionico, dove in mattinata non sono esclusi dei piovaschi o degli scrosci di pioggia. La fenomenologia, comunque, sarà più rilevante sul versante orientale dell’Etna. Climaticamente quella di domani sarà una giornata mite, con temperature massime che raggiungeranno i +18°C +19°C e minime notturne sui +14°C +15°C. Venti deboli orientali sullo Ionio, e da Sud sullo Stretto di Messina, per effetto “vento di barriera”. In questo caso indichiamo come “vento di barriera” il grecale e il levante che viene deviato dall’Aspromonte e, non riuscendo ad oltrepassare la barriera montuosa, è costretto ad aggirare quest’ultimo lungo l’imboccatura sud dello Stretto, orientandosi più come un vento di scirocco e ostro, molto debole, all’interno dello Stretto di Messina. Mari poco mossi, ancora leggermente mosso lo Ionio, con residua onda lunga.

L’insidioso ciclone che sabato 28 si avvicinerà alla Sicilia

Giovedì 26 novembre sarà una giornata interlocutoria, in attesa dell’importante peggioramento di venerdì 27 novembre, preceduto dall’ingresso dello scirocco, che tornerà a soffiare in modo prepotente lungo l’intero asse dello Stretto nella giornata di sabato 28 novembre, arrivando molto probabilmente ad eccedere pure la soglia d’attenzione. L’affacciarsi delle impetuose correnti nord-africane sarà prodotto dall’avvicinamento, dalle coste marocchine, di un profondo ciclone (extratropicale) che nella giornata di sabato 28 si avvicinerà alle coste occidentali della Sicilia, causando un brusco infittimento delle isobare, con conseguente intensificazione della ventilazione da SE e S-SE (scirocco) al suolo sui mari attorno la Sicilia. Si collocherà in una posizione davvero strategica, con un minimo sotto i 1000 hPa a largo di Trapani che consentiranno alle ultime isobare di chiudersi a riccio sulla Sicilia.

I forti venti di scirocco previsti nel pomeriggio di sabato 28 novembre fra Ionio e Tirreno

Le umidissime correnti sud-orientali, già a partire dalla serata di venerdì 27, produrranno le prime piogge di carattere orografico lungo il versante orientale dei Peloritani meridionali e sul versante orientale dell’Etna. Piogge che sabato 28 potrebbero farsi più insistenti ed estendersi al resto della provincia, inclusa l’area dello Stretto e il capoluogo, con rischio anche di rovesci e temporali, anche localmente intensi, poco prima dell’arrivo del fronte freddo e della conseguente rotazione dei venti, da scirocco a libeccio. La forte ventilazione di scirocco, attesa sabato, potrebbe causare anche delle mareggiate lungo l’intera costa ionica e sui litorali dello Stretto, visto la direzione di provenienza dell’onda da S-SE e SE. Per questo motivo quella di sabato 28 novembre sarà una evoluzione meteorologica tutta da seguire, se i principali centri di calcolo internazionali non faranno altro che confermare questa linea di tendenza.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007