Milazzo, fermenti per la commemorazione dell'Ammiraglio Luigi Rizzo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Milazzo, fermenti per la commemorazione dell’Ammiraglio Luigi Rizzo

Santi Cautela

Milazzo, fermenti per la commemorazione dell’Ammiraglio Luigi Rizzo

giovedì 10 Maggio 2018 - 14:00
Milazzo, fermenti per la commemorazione dell’Ammiraglio Luigi Rizzo

Si inizia ad avvertire il peso istituzionale della celebrazione dell'eroe milazzese Luigi Rizzo, indiscrezioni parlano di una visita a Milazzo dello stesso Presidente Mattarella

Fermenti istituzionali importanti si iniziano a percepire nel milazzese per il consueto appuntamento con la commemorazione dell'eroe Luigi Rizzo. Oggi, per esempio, un alto esponente della Marina Militare italiana sarebbe andato a trovare la nipote dell'eroe della Marina Luigi Rizzo, il milazzese ricordato in tutti i libri di storia per le sue imprese nel Primo Grande Conflitto, a tutt'oggi, l'ufficiale di marina più premiato della storia.

Sembrerebbe che in via informale, un incontro tra il Sindaco Giovanni Formica e gli stessi alti esponenti in uniforme della Marina, sia avvenuto nei pressi del Molo Marullo, a pochi passi dal locale dove sono esposti i cimeli appartenuti allo stesso Rizzo.

La mostra organizzata dalla società Storia Patria è infatti il punto di riferimento più importante a Milazzo per la memoria dell'eroe della beffa di Buccari.

Quest'anno sono previste diverse manifestazioni importanti a corollario di un percorso celebrativo partito l'anno precedente con l'inserimento di Luigi Rizzo nel calendario della Marina Militare. Un percorso celebrativo che potrebbe portare, secondo indiscrezioni, il Presidente Mattarella a Milazzo.

Di recente infatti è stata varata una nave della Marina che porta il nome di Luigi Rizzo, la F595 che è anche la sesta e più recente Unità Fremm italiana. Si tratta di un gioiello tecnologico costruito nello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso, ed è stata varata il 19 dicembre 2015. E’ stata progettata all’insegna dell’innovazione e della flessibilità, e può essere impiegata per missioni di assistenza umanitaria e soccorso in caso di calamità naturale.

Questa nave è stata al centro di alcune polemiche perché la cerimonia che dovrebbe portare la nave a ricevere la bandiera di guerra, si sarebbe dovuta svolgere a Trieste. Invece sembra sempre più probabile che la cerimonia di interesse nazionale si svolgerà proprio a Milazzo con le più alte cariche dello Stato e della Marina.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x