Morti allo stadio, la famiglia di Tonino Currò sarà risarcita - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Morti allo stadio, la famiglia di Tonino Currò sarà risarcita

Alessandra Serio

Morti allo stadio, la famiglia di Tonino Currò sarà risarcita

giovedì 28 Marzo 2019 - 20:39
Morti allo stadio, la famiglia di Tonino Currò sarà risarcita

Comune di Messina, Lega ed Fc Peloro dovranno pagare per non aver assicurato la sicurezza dei tifosi

La famiglia di Tonino Currò dovrà essere risarcita. Lo ha stabilito il giudice civile di Messina (presidente Mirenna), mettendo fine ad una causa che andava avanti da 14 anni, ed a 18 anni dalla morte del giovanissimo tifoso del Messina, ucciso da una bomba carta mentre si trovava allo stadio, il 17 giugno del 2001.

Il Tribunale ha così accolto la richiesta del legale della famiglia Currò, l’avvocato Giuseppe Laface, ed ha stabilito che a pagare saranno la Lega Calcio, responsabile dell’organizzazione della partita contro il Catania,l’Fc Peloro, che aveva in gestione l’impianto, e il Comune di Messina, “titolare” del Celeste.

E’ stato quindi stabilito che la morte del ragazzo poteva essere evitato, se i sistemi di sicurezza dello stadio fossero stati adeguati. Allo stadio all’epoca esisteva soltanto una barriera alta sei metri, realizzata dalla società così come previsto dalla Commissione prefettizia di sicurezza e vigilanza. Assolutamente inadeguata.

Infatti non è bastata ad evitare che la bomba carta lanciata da un ultrà del non centrasse Tonino, uccidendolo. Il ventitreenne spirò dopo due settimane di coma. Eppure già allora esistevano ed erano stati altrove istallati sistemi più sicuri, come la così detta gabbia.

In sede penale l’indagine sulla morte del tifoso, cui è stata intitolata la curva sud dello stadio, è stata archiviata. Non è stato infatti possibile individuare con certezza l’identità di chi lanciò la bomba carta.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x