Il sindaco di Villa San Giovanni: "Troppo caos, obbligheremo i tir ad imbarcarsi per la Rada San Francesco" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il sindaco di Villa San Giovanni: “Troppo caos, obbligheremo i tir ad imbarcarsi per la Rada San Francesco”

Rosaria Brancato

Il sindaco di Villa San Giovanni: “Troppo caos, obbligheremo i tir ad imbarcarsi per la Rada San Francesco”

venerdì 08 Aprile 2016 - 12:28
Il sindaco di Villa San Giovanni: “Troppo caos, obbligheremo i tir ad imbarcarsi per la Rada San Francesco”

Le problematiche dell'approdo di Tremestieri causano gravissimi disagi a Villa San Giovanni e il sindaco si dice pronto a emanare un ordinanza per "obbligare i tir a imbarcarsi per la Rada San Francesco". Antonio Messina chiede un incontro urgente ad Accorinti: "Finora a Palazzo Zanca sono state prese decisioni unilaterali"

Il sindaco di Villa San Giovanni Antonio Messina esasperato per una situazione ormai esplosiva si dice pronto a obbligare i tir ad imbarcarsi sulle navi per la Rada San Francesco, sfidando così le multe che fioccano a Messina in virtù di provvedimenti, sottolinea, presi unilateralmente a Palazzo Zanca senza alcuna condivisione.

La missiva di Antonio Messina è indirizzata all’Autorità portuale, a Caronte-Tourist e a Bluferries e rileva come l’ordinanza sull’obbligo di utilizzo dell’approdo di Tremestieri, senza una corretta gestione delle deroghe, sta causando gravissimi disagi ai dirimpettai.

“Nei giorni scorsi, proprio in seguito alla saturazione del terminal di Villa San Giovanni- scrive Messina- ho reiteratamente esortato le compagnie di navigazione a imbarcare i mezzi commerciali sulla prima nave disponibile, per eliminare la congestione del traffico e le conseguenti ripercussioni sulla sicurezza e la mobilità dei cittadini di Villa San Giovanni”.

Il primo cittadino spiega come il Comune sia penalizzato dalla presenza dei tir che, alla fine del raccordo autostradale occupano le arterie principali soprattutto quando gli attracchi di Tremestieri hanno agibilità ridotta a causa dell’interramento per le mareggiate.

“Non si comprende come la logica della deroga all’ordinanza, in caso di eccessivo stazionamento dei tir a Tremestieri non trovi applicazione e Villa dove non esiste alcuna area di stoccaggio- si legge ancora- Quando ho chiesto alle compagnie di navigazione di far imbarcare i tir verso la Rada San Francesco per decongestionare il traffico hanno risposto che gli autotrasportatori si rifiutano perché poi una volta arrivati a Messina vengono multati”.

Il sindaco di Villa ricorda come in realtà lo sbarco a Messina non è sanzionabile dal momento che la sua amministrazione non ha dato alcuna autorizzazione ad apporre la segnaletica di divieto nella sponda calabra, pertanto le multe sono illegittime.

“Tali episodi non fanno altro che confermare quanto già detto altre volte e in ultimo il 20 febbraio scorso. Si chiede quindi un intervento urgente per ripristinare le normali condizioni di transito dei mezzi. Se ciò non avvenisse a tutela dell’incolumità pubblica e privata dei cittadini villesi, obbligheremo i mezzi pesanti in caso di necessità ad imbarcarsi per la Rada San Francesco”.

Il sindaco chiede infine un incontro urgente con le istituzioni per regolamentare una problematica che finora è stata fonte di disagi “solo a causa di scelte unilaterali prese dal Comune di Messina e mai comunicate a Villa San Giovanni”.

Rosaria Brancato

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

18 commenti

  1. potrebbe fare pure una ordinanza tipo “mucca dello stretto”,cioè a nuoto e salvataggio di” mare nostrum”.Certo che siamo ridicoli e da manicomio.

    0
    0
  2. potrebbe fare pure una ordinanza tipo “mucca dello stretto”,cioè a nuoto e salvataggio di” mare nostrum”.Certo che siamo ridicoli e da manicomio.

    0
    0
  3. È iniziata la guerra..dei santi. SAN GIOVANNI (Villa) spara improvvisamente decine di Tir contro SAN FRANCESCO( la rada). Si prevedono molte vittime innocenti fra i civili. Vincerà chi ha più …Santi in Paradiso.

    0
    0
  4. È iniziata la guerra..dei santi. SAN GIOVANNI (Villa) spara improvvisamente decine di Tir contro SAN FRANCESCO( la rada). Si prevedono molte vittime innocenti fra i civili. Vincerà chi ha più …Santi in Paradiso.

    0
    0
  5. Nicolò D'Agostino 8 Aprile 2016 18:49

    Non pensavo che si potesse arrivare fino a questo punto… Siccome Villa… Messina si deve subire i TIR in città. Ma guarda che sfrontatezza. La soluzione è sotto gli occhi di tutti: in caso intasamento di Villa S.G.,la Polstrada, con la collaborazione della Guardia Costiera, può far transitare i TIR nel Piazzale ANAS di Villa S.G., passare nel sottovia Solaro e sbrucare direttamente sul luogo mare di Villa S.G. per imbarcarsi sulle navi della Tourist-Caronte. Così si baypassa la città di Villa S.G…. Invece di crocifiggere i messinesi. Sindaco di Villa S.G., fai u seriu chi ié megghiu.

    0
    0
  6. Nicolò D'Agostino 8 Aprile 2016 18:49

    Non pensavo che si potesse arrivare fino a questo punto… Siccome Villa… Messina si deve subire i TIR in città. Ma guarda che sfrontatezza. La soluzione è sotto gli occhi di tutti: in caso intasamento di Villa S.G.,la Polstrada, con la collaborazione della Guardia Costiera, può far transitare i TIR nel Piazzale ANAS di Villa S.G., passare nel sottovia Solaro e sbrucare direttamente sul luogo mare di Villa S.G. per imbarcarsi sulle navi della Tourist-Caronte. Così si baypassa la città di Villa S.G…. Invece di crocifiggere i messinesi. Sindaco di Villa S.G., fai u seriu chi ié megghiu.

    0
    0
  7. Ci voleva il ponte, era così logico, peccato ci siano individui così poco intelligenti da capirlo.

    0
    0
  8. Ci voleva il ponte, era così logico, peccato ci siano individui così poco intelligenti da capirlo.

    0
    0
  9. ALFANO, D’ALIA e chi è favorevole a un PONTE inutile e in perdita economica farebbero bene, invece di far sognare l’araba fenice o di indicare l’asino che vola, a dotare Villa San Giovanni di infrastrutture per il suo porto, come aree di stoccaggio per i mezzi in transito, anche per evitare disagi e danni all’economia della cittadina calabrese. I TIR non devono attraversare le città, mentre si deve urbanizzare in modo che il transito delle automobili non comprometta la mobilità e un aumento dei veleni dei gas di scarico, mortali per la nostra salute. L’Area dello Stretto di Messina ha bisogno di una visione comune del sistema portuale e autostradale, di questo si devono preoccupare Governo e le due Regioni.

    0
    0
  10. ALFANO, D’ALIA e chi è favorevole a un PONTE inutile e in perdita economica farebbero bene, invece di far sognare l’araba fenice o di indicare l’asino che vola, a dotare Villa San Giovanni di infrastrutture per il suo porto, come aree di stoccaggio per i mezzi in transito, anche per evitare disagi e danni all’economia della cittadina calabrese. I TIR non devono attraversare le città, mentre si deve urbanizzare in modo che il transito delle automobili non comprometta la mobilità e un aumento dei veleni dei gas di scarico, mortali per la nostra salute. L’Area dello Stretto di Messina ha bisogno di una visione comune del sistema portuale e autostradale, di questo si devono preoccupare Governo e le due Regioni.

    0
    0
  11. Antonio Arena 9 Aprile 2016 08:40

    VIVA L’AREA INTEGRATA DELLO STRETTO E IN C SEMPRE AI MESSINESI ACCORINTI CHE DICI CHE FAI ORA?

    0
    0
  12. Antonio Arena 9 Aprile 2016 08:40

    VIVA L’AREA INTEGRATA DELLO STRETTO E IN C SEMPRE AI MESSINESI ACCORINTI CHE DICI CHE FAI ORA?

    0
    0
  13. Prima di commentare fatevi una domanda allo specchio in particolare mariedit e chiedetevi, ho mai lavorato nella mia vita? Questi sono i risultati di pulcinellate messe in campo dallo scalzo e alimentate da pseudo associazioni di persone incompetenti. Come si fa a pretendere il non passaggio di mezzi quando non esiste alternativa? Messina è morta e voi scienziati di turno gli state recitando un requiem. L’unico dispiacere mio è per i ragazzi che crescono oggi, per il resto sprofondate pure nelle vostre illusioni.

    0
    0
  14. Prima di commentare fatevi una domanda allo specchio in particolare mariedit e chiedetevi, ho mai lavorato nella mia vita? Questi sono i risultati di pulcinellate messe in campo dallo scalzo e alimentate da pseudo associazioni di persone incompetenti. Come si fa a pretendere il non passaggio di mezzi quando non esiste alternativa? Messina è morta e voi scienziati di turno gli state recitando un requiem. L’unico dispiacere mio è per i ragazzi che crescono oggi, per il resto sprofondate pure nelle vostre illusioni.

    0
    0
  15. Si invita il MOTOCICLISTA a togliersi il casco…. per vedere un po’ meglio. Si è mai posto il dilemma se questa assoluta “mancanza di alternative per il passaggio dei mezzi” non sia stata favorita proprio da chi ha, di fatto, “ammazzato”la città di cui giustamente ma con molta ingenuità oggi si “recita il requiem”?

    0
    0
  16. Si invita il MOTOCICLISTA a togliersi il casco…. per vedere un po’ meglio. Si è mai posto il dilemma se questa assoluta “mancanza di alternative per il passaggio dei mezzi” non sia stata favorita proprio da chi ha, di fatto, “ammazzato”la città di cui giustamente ma con molta ingenuità oggi si “recita il requiem”?

    0
    0
  17. Chi scrive che il Ponte è “inutile e in perdita economica” ha il dovere “morale” ed intellettuale di fornire qualche dato, scientificamente attendibile, con relative fonti a supporto delle sue affermazioni, onde consentire che il cittadino possa formarsi un giusto e corretto convincimento. “Conoscere per deliberare” è un sacro principio liberale che dovrebbe “contagiare” ogni sana community, anche quella di T.S. http://www.lestradedellinformazione.it/site/home/rubriche/le-strade-della-cultura/articolo11999.html

    0
    0
  18. Chi scrive che il Ponte è “inutile e in perdita economica” ha il dovere “morale” ed intellettuale di fornire qualche dato, scientificamente attendibile, con relative fonti a supporto delle sue affermazioni, onde consentire che il cittadino possa formarsi un giusto e corretto convincimento. “Conoscere per deliberare” è un sacro principio liberale che dovrebbe “contagiare” ogni sana community, anche quella di T.S. http://www.lestradedellinformazione.it/site/home/rubriche/le-strade-della-cultura/articolo11999.html

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007