Dialogo con il contemporaneo: il racconto della Filarmonica Laudamo - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Dialogo con il contemporaneo: il racconto della Filarmonica Laudamo

Domenico Colosi

Dialogo con il contemporaneo: il racconto della Filarmonica Laudamo

sabato 07 Ottobre 2017 - 14:56

Presentata alla Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele la nuova stagione concertistica. Attesa per le esibizioni di Marc Copland e Louis Lortie

“Un racconto personale, la storia di un incontro tra sensibilità diverse: la Filarmonica Laudamo prosegue la sua esplorazione nei linguaggi alternativi e nella musica contemporanea confermando un’attenzione particolare a quella tradizione che contraddistingue da 97 anni lo spirito dell’associazione”. Il lungo intervento alla Sala Sinopoli del Teatro Vittorio Emanuele da parte del direttore artistico Luciano Troja abbraccia i tanti progetti messi in cantiere in questi mesi: “Siamo reduci da alcune esibizioni organizzate nei parchi, in carcere e negli ospedali, momenti sicuramente toccanti che esaltano il ruolo della musica come valore etico e sociale. Non credo nella sterile erudizione, ma in un percorso condiviso verso l’utopia e la bellezza”.

A precedere l’articolata presentazione della nuova stagione i saluti istituzionali di Manlio Nicosia e Domenico Dominici (rispettivamente presidente e vicepresidente della Filarmonica Laudamo), oltre all’intervento introduttivo del sovrintendente del Teatro Vittorio Emanuele Egidio Bernava, che ha confermato anche per quest’anno la convenzione con l’associazione concertistica. Tra i risultati di questo connubio la riproposizione della rassegna accordiacorde ospitata tra la Sala Laudamo e la stessa Sala Sinopoli: coinvolti in questa serie di appuntamenti mensili alcuni tra i maggiori sperimentatori della scena musicale siciliana come Giovanni Renzo, Michele Marco Rossi e Maria Merlino. Confermata, inoltre, la collaborazione con il Conservatorio Corelli. Nel corso della stagione saranno organizzati alcuni workshop nel segno di quello spirito di condivisione tra i giovani talenti messinesi e gli affermati concertisti di scena in riva allo Stretto.

Tra gli eventi più attesi della stagione 2017-18 le esibizioni dei pianisti Marc Copland (5 novembre) e Louis Lortie (18 marzo) oltre ai concerti dei Cameristi di Santa Cecilia (4 febbraio) e del violista Brett Deubner con la pianista Pina Napolitano (14 aprile). Primo appuntamento il prossimo 22 ottobre al Palacultura con il duo composto dal violinista Domenico Nordio e dal pianista Filippo Gambia; in programma musiche di Faurè, Debussy e Schumann. Il programma si chiuderà 13 maggio 2018 con il concerto dell’Orchestra di Fiati del Corelli diretta da Lorenzo Della Fonte e Yasuhide Ito in un omaggio alla musica giapponese contemporanea.

Domenico Colosi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x