Nebrodi, liberato il sindaco. Le associazioni di Tortorici: il paese è onesto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Nebrodi, liberato il sindaco. Le associazioni di Tortorici: il paese è onesto

Alessandra Serio

Nebrodi, liberato il sindaco. Le associazioni di Tortorici: il paese è onesto

venerdì 24 Gennaio 2020 - 14:43
Nebrodi, liberato il sindaco. Le associazioni di Tortorici: il paese è onesto

Revocati i domiciliari a Emanuele Galati Sardo e la misura per Roberta Linares. Il comunicato delle associazioni di Tortorici

Torna a casa Emanuele Galati Sardo. Il giudice Salvatore Mastroeni, dopo averlo sentito in interrogatorio, ha revocato gli arresti domiciliari scattati lo scorso 15 gennaio nel blitz “Nebrodi” sulla riorganizzazione dei clan oricensi e il business delle truffe agricole. 

Ieri mattina, accompagnato dagli avvocati Nino Favazzo e Carmela Foti, il sindaco di Tortorici ha risposto a tutte le domande del GIP, precisando il suo ruolo nell’espletamento delle pratiche nel Centro di Assistenza Agricola Liberi Professionisti e come ha operato nell’inserimento delle domande di contribuzione agricola. Al termine del confronto, i difensori dell’agronomo hanno chiesto al giudice la libertà, concessa stamane da Mastroeni.

Misura revocata anche per Roberta Linares, anche lei impiegata in uno dei Centri di Assistenza Agricola messi sotto controllo dai Carabinieri, che assistita dall’avvocato Bonni Candido ha spiegato di essersi limitata ad inserire materialmente i dati contenuti nelle domandine, esaminate da altri, all’interno del Centro ove opera. 

Dal punto di vista delle esigenze cautelari, quindi, in questi giorni il giudice ha aggiustato la portata del blitz, alla luce dei confronti con gli arrestati. Resta alla Procura, invece, la valutazione del materiale di indagine e dei reati ipotizzati. Valutazione che sarà effettuata nel prosieguo delle indagini.

Intanto il primo cittadino dovrà fare i conti con il clima politico del centro collinare dove è stato eletto lo scorso aprile. Galati Sardo per il momento è ancora sospeso per intervento della Prefettura. I suoi sembrano compatti, malgrado l’animata contestazione dell’opposizione.

Dalla politica alla società, altrettanto vivace è il clima  all’interno del mondo giovanile e dell’associazionismo, che ha reagito al clamore dell’operazione Nebrodi difendendo l’immagine della cittadina e ricordando quanto partecipati siano i settori sportivo, dell’associazionismo e dei professionisti in generale, costantemente impegnati a operare onestamente, difendendosi dalle infiltrazioni mafiose. Proprio oggi una lunga serie di sigle ha sottoscritto il comunicato sotto riportato.

Un incontro sulla legalità organizzato dalla scuola di Tortorici

Con riferimento ai recenti fatti di cronaca, che vedono coinvolta la nostra comunità, riteniamo sia doveroso delineare la nostra posizione che vede, in primis, piena fiducia nell’operato della magistratura. Le Associazioni, i giovani, i commercianti e tutti i cittadini oricensi seri ed operosi rappresentano, sicuramente, una maggioranza che, negli anni, ha saputo espletare un lavoro serio, onesto e dignitoso, che va oltre qualsiasi tipo di stereotipo d’illegalità, dal quale si sono sempre poste le più grandi distanze. Con il sudore e con il duro lavoro si è sempre cercato di portar avanti il buon nome della cittadina e della comunità mediante lo sviluppo e la miglioria di quelle che rappresentano delle UNICITÀ del territorio nebroideo.

Nonostante ciò, ci si è ritrovati dinanzi un eco mediatico che ha, come diretta conseguenza, la nascita di pregiudizi nei confronti di un’intera cittadinanza. La Tortorici onesta, la Tortorici che lavora è fatta di Associazioni, Commercianti e Liberi Cittadini che collaborano all’unisono per il bene di tutti. Collaborazione che si sintetizza, da vari anni oramai, nell’organizzazione di eventi e manifestazioni che interessano vari ambiti.

Il popolo oricense, conclude il comunicato delle 14 associazioni, è caratterizzato dalla “laboriosità, perseveranza e tenacia”, e non vuole che “l’ombra dei recenti fatti si abbatta in modo indiscriminato su ogni cittadino”.

A firmare il comunciato sono: i Black Panter, Centro di storia patria dei Nebrodi, i circoli Anspi Beata Vergine del Carmelo e I Nudi, i Giovani Oricensi, la Gim Time Fitness dance, Maria del Tindari-Potame, l’ass. munsicale Carmelo Trusso, Oricese Cross, Pro Loco Tortorici, Centro commerciale naturale oricense, Comitato genitori Crescere Insieme, Federeazione Carristi Carnevale Oricense, USD Tortorici.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x