Mondello non è più vicesindaco, alla Musolino tolta la Polizia Municipale

Nuova giunta De Luca, è giallo. Mondello e Musolino “depotenziati”

Francesca Stornante

Nuova giunta De Luca, è giallo. Mondello e Musolino “depotenziati”

lunedì 03 Agosto 2020 - 14:27
Nuova giunta De Luca, è giallo. Mondello e Musolino “depotenziati”

Subito dopo la conferenza stampa hanno iniziato a rincorrersi rumors sulle presunte dimissioni di Mondello che oggi ha perso il ruolo di vicesindaco. E la Musolino non avrà più la Polizia Municipale

«Si è dimesso l’assessore Mondello?». In pochi minuti la voce ha fatto il giro dei corridoi a Palazzo Zanca. Finita la conferenza stampa di presentazione dei due nuovi assessori, Laura Tringali e Francesco Gallo, è iniziato il tam tam che dà per dimissionario l’assessore e ormai ex vicesindaco Salvatore Mondello. Al momento solo rumors, ma le voci hanno iniziato a rincorrersi dopo la conferenza stampa. Ciò che è certo è che Mondello ha lasciato il Comune subito dopo e che ha spento il telefono. Ha anche comunicato che non sarà presente alla seduta del consiglio comunale di oggi pomeriggio, alla quale invece avrebbe dovuto partecipare.

Il giallo Mondello

Un vero e proprio giallo che ha messo in subbuglio consiglieri e non solo. Nessuno ha smentito e nessuno ha confermato, al momento. Di certo quanto accaduto oggi sicuramente potrebbe essere la punta di un iceberg maturato in questi ultimi tempi. La scelta di De Luca di togliere il ruolo di vicesindaco a Mondello per affidarlo a Carlotta Previti è di sicuro un segnale che non si può ignorare. Il sindaco ha risposto che non è una bocciatura, ma che rientra tra le sue abitudini amministrative far ruotare il vicesindaco dopo due o tre anni di mandato. Legittimo e plausibile, ma oggi, in questo contesto, suona inevitabilmente come un atto preciso. Mondello in questi due anni è stato sempre il “tecnico” di questa amministrazione, ma soprattutto ha tenuto le redini del Comune nei due mesi post lockdown in cui De Luca ha deciso di ritirarsi nella sua Fiumedinisi. Oggi però viene demansionato.

La foto di gruppo

Tra l’altro, osservando alcuni movimenti nel Salone delle Bandiere durante la conferenza stampa è stato impossibile non notare che al momento della foto di rito con la nuova squadra Mondello inizialmente non si era avvicinato al tavolo. Come lui anche Dafne Musolino, che addirittura era anche andata via. Lei è la seconda depotenziata da questo rimpasto delle deleghe. De Luca ha preso nelle sue mani la delega alla Polizia Municipale, delega cardine di questi due anni di attività a Palazzo Zanca per la Musolino. Tra blitz, sequestri e ordinanze è stata sempre in prima linea ma oggi De Luca ha deciso che sarà lui a occuparsi della Municipale. «Devo affrontare delle questioni importanti di petto e voglio farlo in prima persona». Questa la motivazione ufficiale che ha dato De Luca.

Lo scontro sull’isola pedonale

Ma non si può ignorare il fatto che proprio Mondello e la Musolino nei giorni scorsi erano entrati in contrasto tra loro sulla questione isola pedonale a Torre Faro, salvo poi smentire attriti con un comunicato congiunto che però lasciava intendere che la partita forse stava appena iniziando. De Luca ha spiegato di non aver tenuto minimamente in considerazione la questione isola pedonale. Ma è chiaro che qualcosa è accaduto. E adesso bisogna solo capire se quelle che si sono rincorse sono solo voci di corridoio di Palazzo o se davvero ci sono in vista nuovi terremoti nella giunta De Luca. La foto di gruppo di oggi, con Mondello e la Musolino ai due estremi, sembra premonitrice. Solo un caso? Si vedrà.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. I due mesi a Fiumedinisi avevano dunque uno scopo preciso.
    Almeno a me così pare.

    1
    0
  2. Carmelo Costa 3 Agosto 2020 16:30

    Le dimissioni spesso non sono altro che un SUSSULTO DI DIGNITA’ !

    3
    2
  3. State forse dicendo che la stessa Musolino che durante i mesi di lockdown ha incassato di buon grado, anzi xxxxxxxxxx, tutte quelle umiliazioni seduta alla sinistra del sindaco nelle dirette Rtp e Facebook, ora è stata “depotenziata”? Ahahahah

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007