Oflà e Nemo Sud: solidarietà e difesa del territorio in rete - Tempo Stretto

Oflà e Nemo Sud: solidarietà e difesa del territorio in rete

Rosaria Brancato

Oflà e Nemo Sud: solidarietà e difesa del territorio in rete

venerdì 17 Maggio 2019 - 16:12
Oflà e Nemo Sud: solidarietà e difesa del territorio in rete

I negozianti fanno "rete in rete" e nel difendere il territorio sposano la causa del Centro Nemo

Da un lato ci sono negozi storici che hanno dovuto abbassare le saracinesche o sono piegati dalla crisi, dall’altro c’è la voglia di non arrendersi e di fare rete. E poi c’è l’amore per una città che va sempre più desertificandosi.

E’ nato così l’incontro tra il Nemo Sud e Oflà, il Centro per la cura delle malattie neuromuscolari e la piattaforma on line, la “vetrina virtuale-reale” che mette insieme 23 commercianti messinesi. Il 20% delle prenotazioni fino a dicembre sarà devoluto al Centro Nemo e l’occasione di Messina in passerella è stato lo start, con una prima donazione a favore della ricerca.

Vogliamo fare rete per il territorio e sostenere una giusta causa”, spiegano i promotori che si sono lanciati in un’avventura in rete che guarda già oltre l’e-commerce e lo shopping virtuale.

Nei prossimi mesi saranno altre le iniziative in programma ed il percorso tra Nemo ed Oflà tornerà ad incrociarsi.

L’idea di Pinella Midiri e di un team che ha lavorato per 4 anni, è quella di riportare fisicamente i clienti in negozio e nel contempo mantenere il “click”, ovvero la possibilità di scegliere on line il prodotto che si cerca. L’on line-mania, ai tempi di Amazon è diventata virale ma in tutto il Paese migliaia di negozianti stanno lavorando per tutelare i loro territori.

In sostanza Oflà è un’associazione di esercenti che hanno un’unica vetrina virtuale ma nel contempo “coccolano” i clienti anche nel momento successivo. In Europa e negli Stati Uniti, per fronteggiare i disagi dell’e-commerce spinto (ritardi, costi aggiuntivi, prodotti da cambiare o restituire, le attese dei corrieri) si è diffuso il click & collect. Acquisti on line con lo sconto, prenoti, ma vai a ritirare in negozio, così se il prodotto non ti sta o non è come pensavi, puoi cambiarlo.

In Oflà ci sono aziende storiche e aziende giovani, ci sono messinesi che non vogliono lasciare la nostra terra, ci sono giovani imprenditori che sanno unire la tecnologia all’incontro con la persona in negozio”, hanno spiegato i promotori.

Così in rete scegli il vestito, l’accessorio, il profumo, la griffe che più ti piace con lo sconto, lo blocchi, ma poi fisicamente torni in negozio. E magari scopri che c’è molto di più.

E’ un modo per fidelizzare quanti hanno perso la gioia di entrare in un negozio e provare un abito, un profumo, un paio di scarpe, chiacchierare con il proprietario.

E’ un po’ come una “mappa” virtuale alla ricerca di piccoli tesori e piccoli negozi che nell’era della corsa non riusciamo più a vedere. E’ un’isola pedonale virtuale e reale nello stesso tempo.

La scommessa è iniziata a gennaio ma ci sono diverse iniziative in programma per “radicalizzarsi” nel territorio e nella comunità. Con l’arrivo dell’estate arriva il concorso per Miss e Mister Oflà.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007