Operazione Nebrodi, comune di Tortorici e Agea sono parti civili - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Nebrodi, comune di Tortorici e Agea sono parti civili

Alessandra Serio

Operazione Nebrodi, comune di Tortorici e Agea sono parti civili

mercoledì 03 Marzo 2021 - 07:57
Operazione Nebrodi, comune di Tortorici e Agea sono parti civili

Tra le parti civili al processo Nebrodi sulla mafia dei pascoli ci sono anche l'Agea e il comune di Tortorici. Ieri la prima udienza a Messina

Gli enti locali, le istituzioni, l’associazionismo legalista e la società civile ci sono e faranno la loro parte, al processo Nebrodi contro la mafia dei pascoli a Messina. Il segnale è arrivato forte e chiaro ieri, alla prima udienza del procedimento che vede alla sbarra poco più di cento imputati accusati a vario titolo di far parte e dirigere i clan di Tortorici e fiancheggiare boss e gregari nelle truffe per accaparrarsi i fondi europei destinati all’agricoltura, attraverso le pratiche agricole.

Ieri la prima udienza è andata avanti fino a tarda sera: erano passate le 20 quando si sono spente le luci nell’aula bunker del carcere di Gazzi dove la Corte d’Assise sta conducendo il dibattimento di primo grado, aggiornato al prossimo 23 marzo.

Antoci Giarrusso processo Nebrodi
Antoci Giarrusso processo Nebrodi

La giornata era stata “aperta” dalla presenza del presidente della Fondazione Caponnetto ed ex presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, e dagli esponenti delle commissioni antimafia nazionali e regionali. Poi l’udienza è entrato nel vivo con le costituzioni di parti civili, quasi tutte ammesse dalla Corte.

Saranno parti che mirano al risarcimento perché danneggiate, quindi, il Comune di Tortorici, l’Agea, Libera, l’Associazione Pio La Torre, che si vanno ad aggiungere ad altre 10 parti civili che si erano costituite in primo grado. I giudici hanno invece rigettato la richiesta di costituzione di Legambiente, che non è stata ammessa.

Nel pomeriggio poi gli avvocati hanno cominciato i loro interventi, proponendo alcune eccezioni preliminari, rigettate dai giudici, che dovranno pronunciarsi su altre eccezioni alla prossima udienza.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x