Orlandina e Alma Patti sconfitte dalla capolista, Torrenova espugna Forio d'Ischia - Tempostretto

Orlandina e Alma Patti sconfitte dalla capolista, Torrenova espugna Forio d’Ischia

Redazione

Orlandina e Alma Patti sconfitte dalla capolista, Torrenova espugna Forio d’Ischia

lunedì 21 Febbraio 2022 - 06:50

Ai piani alti del basket messinese vince solo Torrenova (78-75). Sconfitte Orlandina ad Udine per 80-71 e Alma Patti in casa contro la capolista San Giovanni Valdarno (77-70

Due sfide complicate per le due squadre di A2 messinesi. Sia l’Orlandina che l’Alma Patti sfidavano le rispettive capoliste del proprio girone. In Serie B maschile invece Torrenova ha espugnato Forio D’Ischia ottenendo la terza vittoria di fila nonché secondo successo consecutivo esterno. Per i ragazzi di coach Bartocci si tratta di una vittoria pesante in ottica salvezza, 2-0 negli scontri diretti contro gli ischitani che farebbe la differenza in caso di arrivo a pari punti.

Venendo alle note negativa Capo d’Orlando gioca una gara gagliarda contro la capolista Apu Udine, ma alla fine i locali si impongono meritatamente per 80-71. Ancora assenti Ellis, Traini e Laganà (convocato a referto, ma non arruolabile) oltre a coach Marco Cardani, sostituito da David Sussi. I biancoazzurri mettono sul parquet voglia, intensità e coraggio, non demeritando contro i primi in classifica. Orlandina trascinata dai 33 punti, con 6 triple, di Tevin Mack, a tratti immarcabile. Doppia cifra per Poser con 11 punti, mentre King segna 7 punti con 8 assist.

Era una sfida quasi impossibile anche per Alma Patti, giocare contro la capolista non era semplice, giocarci venendo da un mese di stop dovuto al Covid complica ulteriormente la situazione. Le pattesi costrette a inseguire riescono come possono a restare attaccate nel punteggio e calano solo alla distanza. “Esco dal campo con l’amarezza della sconfitta – dice coach Buzzanca dell’Alma Patti -, ma la convinzione che le ragazze si stanno riprendendo. Abbiamo fatto una bella partita e abbiamo ritrovato il ritmo. Non abbiamo ancora 40 minuti di attenzione o nelle gambe per difenderci”.

Apu Udine – Orlandina 80-71

I primi tre punti del match sono di Lacey, ma l’Orlandina risponde con uno scatenato Mack che segna 10 dei primi 13 punti della squadra: 15-13 al 5’. I biancoazzurri rimangono in scia con i canestri di Bartoli e Vecerina, ma Udine si impone con la fisicità sotto le plance e grazie a Pellegrino e alla tripla allo scadere di Giuri si porta sul 28-20 al 10’.

Il secondo periodo si apre con un canestro di Pellegrino, mentre gli ospiti vanno a segno con Poser e Vecerina. Udine è però più solida e vola al +12 (37-25) con Cappelletti. Mack però non ci sta e prosegue la personale partita contro il canestro avversario: 11 punti in fila, con tre triple segnate e Orlandina che torna a -6 (43-37). Un tripla di Cappelletti permette ai friulani di andare al riposo lungo sul 51-41.

Attacchi bloccati ad inizio secondo tempo. Le due squadre si difendono con ordine, non riuscendo a trovare gli spazi giusti in attacco. Udine si sblocca con Walters e si porta sul +14, ma l’Orlandina c’è e risponde con Mack, Poser e King, tornando a -8 e nel finale di quarto anche a -6 grazie ad una tripla di Reggiani, 61-55: punteggio con cui si va all’ultimo periodo.

I paladini cominciano ad accusare, giustamente, un po’ di stanchezza e Udine ne approfitta ad inizio quarto: parziale di 13-4 e nuovo +15 per i locali, grazie ai canestri di Cappelletti, Walters e soprattutto Lacey: 74-61 al 35’. I biancoazzurri con un moto d’orgoglio ci provano ancora, con 6 punti in fila di Mack, ma ormai la gara è indirizzata verso Udine, che vince 80-71.

Forio d’Ischia – Torrenova 75-78

Grande approccio alla gara per la Torrenova, con capitan Bolletta, Tinsley e Zucca che indicano la strada maestra. Torrenova, inoltre, difende benissimo e concede soli 3 punti a Forio nella prima metà di gara. Tinsley continua a trovare la retina, imitato da Galipò, così al 10’ è 12-20 ospite. Vitale apre il secondo quarto, mentre Grilli prova a trascinare Forio alla rimonta e la tiene in scia sul -10 (15-25 al 14’).

La Cestistica Torrenovese continua a macinare gioco e, nonostante il solito Grilli, tocca il +16 sul 21-37 con la bomba messa a segno da Farina, poi s’inceppa lievemente andando all’intervallo lungo sul 29-41. Dalla pausa esce una Forio con più motivazioni e, trascinata dalla coppia Milosevic-Grilli si riporta al -4 al 26’. Torrenova fatica un po’, ma Zucca, Vitale e Bolletta la riportano sulla retta via chiudendo avanti di 7 lunghezze il terzo quarto: 52-59.

Ad inizio ultimo quarto la Torrenova prova a scappare per amministrare il finale, ma le bombe di Zucca e Zanetti (due consecutive per lui) non demoralizzano Forio, che dal 62-73 torna fino al -5. Non basta però, perché nonostante la tripla dell’instacabile Grilli, Zucca mette l’ombrellino nel long drink regalando a Torrenova due punti pesantissimi.

Alma Basket Patti – Bruschi Basket San Giovanni Valdarno 70-77

Olajide da un lato e Iuliano dall’altro aprono la contesa tra le due compagini. Si sbloccano anche Bove e Vespignani ma l’ex Miccio e Verona colpiscono a ripetizione per il 9-8. E’ ancora la play della Bruschi a salire in cattedra, regalando il più tre ospite sull’11-14. Milani e Tibè mettono due possessi di margine, ma è l’equilibrio a regnare con Miccio che sigilla il 19-20 dopo dieci minuti.

Micovic e Miccio danno il via alla seconda frazione, ma Peresson si sblocca e con cinque punti impatta a quota 25. Olajide rimette tre punti di vantaggio, ma Patti risponde colpo su colpo con Botteghi a segno per il soprasso sul 31-30. A spezzare l’equilibrio è ancora una volta Sofia Vespignani, che sale in cattedra nella seconda parte di quarto e insieme a Olajide confeziona il 35-41 che manda le due formazioni al riposo.

Liliana Miccio (Alma Patti basket) al tiro, crediti fotografici di Valeria Orlando

Dopo l’intervallo Chiarella e Botteghi ricuciono il passivo, rimettendo le locali a meno tre. Verona trova il meno uno, ma Cvijanovic risponde con la stessa moneta per il 44-47. Vespignani prima e Milani poi propiziano sei punti di margine con cui si chiude la terza frazione sul 48-54. E’ ancora Vespignani a salire in cattedra in avvio di quarto, con la playmaker a firmare il 50-58 che obbliga Buzzanca al timeout. Al ritorno sul parquet è ancora la formazione di Matassini a dettar legge con le triple di Milani e Peresson a far volare la Bruschi sul 50-64.

Verona sblocca le siciliane, ma Bove dall’arco insacca il 53-67. Peresson scrive il più diciassette, ma Gualtieri e Botteghi non mollano e provano a tener viva la gara, sul 60-70 a 3’44” dal termine. Miccio prova a riaprire i conti, ma Peresson e Olajide tengono a debita distanza l’Alma Basket, sul 64-75 a un minuto dal termine. Gli ultimi secondi servono solo a sancire il punteggio finale, con la Bruschi che sbanca Patti 70-77.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007