Ospedale di Patti: quando la sanità funziona. La testimonianza di un lettore - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ospedale di Patti: quando la sanità funziona. La testimonianza di un lettore

Salvatore Di Trapani

Ospedale di Patti: quando la sanità funziona. La testimonianza di un lettore

lunedì 03 Febbraio 2020 - 08:00
Ospedale di Patti: quando la sanità funziona. La testimonianza di un lettore

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore, che ha voluto condividere l’esperienza vissuta presso l’ospedale Barone Romeo di Patti.

Presso l’ospedale di Patti accoglienza e attenzione per i pazienti. È quanto ci racconta un nostro lettore di Milazzo, che ha voluto condividere la propria esperienza. Degente presso il Barone Romeo lo scorso mese, Nicola spiega di aver trovato un ambiente caloroso e accogliente, con personale attento alle esigenze dei pazienti.

Il racconto del nostro lettore

Ospedale Barone Romeo Patti

«L’Ospedale “Barone I. Romeo” di Patti paese sul litorale siciliano tra Capo d’Orlando e Barcellona, ha reparti di Cardiologia, Utic (Unità Terapia Intensiva Coronarica) ed Emodinamica, eccellenza e vanto del territorio –scrive il nostro lettore- Essendo per necessità stato loro ospite (ho avuto un infarto alle coronarie il 25 gennaio 2020) sono stato trattato e prontamente operato da seri professionisti, persone dal cuore veramente grande e amorevoli. I pazienti, considerati come persone che attraversano un difficile momento della loro vita, vengono aiutati e quasi, mi vien da dire, coccolati da tutto il personale medico, infermieristico e dagli assistenti ospedalieri. Non posso che dare non uno ma cento giudizi positivi a questi ragazzi d’oro, ANGELI che vegliano su di noi pazienti che nello stato di bisogno diventiamo piccoli e spauriti, con la necessità di aggrapparci a qualcuno e loro sono là in attesa di rispondere al nostro richiamo, pronti ad espletare il proprio dovere. Grazie Tindaro, Calogero, Pippo, Katia, Marisa, Maria T, Cettina, Paola, Marisa A., Francesca L., Ivan, Francesco (detto Ciccio) e tutti gli altri dei quali, per il mio stato emotivo, mi sfugge il nome e di ciò mi scuso. Non mi resta che gridare il mio grande “GRAZIE” a tutti mandarvi un affettuoso abbraccio, Tagliarini Nicola».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Daniela Musarra Sidoti 11 Maggio 2020 20:08

    Condivido appieno la testimonianza del signore di Milazzo. Aggiungo che il reparto di Geriatria dell’ospedale Barone Romeo di Patti, dove la settimana scorsa é stata ricoverata mia madre, rappresenta davvero un’eccellenza nel panorama sanitario siciliano. In primis il Primario dott. D’AMICO con la Sua eccellente equipe di medici professionale e di rara umanità. Nessuno escluso. Così come il personale sanitario attento e disponibile. Queste eccellenze andrebbero premiate e valorizzate.
    Grazie di cuore
    Daniela Musarra

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007