Crocetta: "La mafia non si combatte solo nei tribunali". Bindi: "Bisogna restare uniti" - Tempostretto

Crocetta: “La mafia non si combatte solo nei tribunali”. Bindi: “Bisogna restare uniti”

Francesca Stornante - Silvia De Domenico

Crocetta: “La mafia non si combatte solo nei tribunali”. Bindi: “Bisogna restare uniti”

lunedì 21 Marzo 2016 - 15:52

La XXI Giornata di Libera ha radunato a Messina associazioni, istituzioni, comitati, società civile. In piazza Duomo, ad abbracciare i familiari delle vittime della mafia anche il presidente della Regione Crocetta e la presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi.

Associazioni, sindacati, comitati, scuole. Forze dell'ordine, magistrati, istituzioni. La XXI Giornata della Memoria e dell'Impegno per le vittime innocenti di mafia di Libera ha portato in strada 30 mila persone. In mezzo al corteo decine di labari e fasce tricolore, sindaci da tutta la Sicilia ma anche dalla Calabria. A piazza Duomo il momento più emozionante con la lettura di tutti i nomi di chi è caduto per mano mafiosa. Lunghi applausi, tanta commozione. Seduto tra i familiari il presidente della Regione Rosario Crocetta che ha voluto dire grazie a Libera e a don Ciotti per ciò che fanno ogni giorno da vent'anni. Perchè la lotta alla mafia deve iniziare dalla prevenzione. E poi un messaggio a chi tenta in ogni modo di avvelenare il lavoro di chi combatte la mafia.

A piazza Duomo c'era anche la presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi: "Siamo sulla strada giusta, ma bisogna capire che per combattere la mafia servono le armi giuste".

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007