Policlinico: niente aria condizionata a Nefrologia. “Un inferno”: il grido di una mamma - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Policlinico: niente aria condizionata a Nefrologia. “Un inferno”: il grido di una mamma

Emanuela Giorgianni

Policlinico: niente aria condizionata a Nefrologia. “Un inferno”: il grido di una mamma

mercoledì 08 Luglio 2020 - 17:00
Policlinico: niente aria condizionata a Nefrologia. “Un inferno”: il grido di una mamma

"Una sofferenza per i pazienti" è il grido disperato di una mamma che chiede interventi

Tre settimane fa un guasto all’aria condizionata. Può capitare, è ovvio, ma da allora niente è stato fatto per evitare che il reparto di Nefrologia del Policlinico divenisse per i suoi pazienti un vero inferno.

Una tortura per i pazienti

Il guasto non è stato ancora sistemato e i pazienti dializzati sono costretti a stare quattro ore e mezza attaccati ad una macchina, con la mascherina sul volto, in mezzo al calore asfissiante. “Mio figlio torna a casa stando peggio di prima, posso accettare tutto, ma è davvero impossibile sopportare anche questo” sono le parole disperate di una mamma.

I pazienti dializzati, a causa di una insufficienza renale, sono costretti a vivere legati ad una macchina, il rene artificiale, che depura il loro sangue dalle scorie. Per questo devono recarsi in ospedale tre volte a settimana per la lunga dialisi. Un faticoso processo che i malati, bambini, adulti e anziani, devono affrontare costantemente ma, come se non bastasse, dopo le difficoltà causate dall’emergenza Coronavirus, adesso, a Messina, ricevono questo ennesimo e inaccettabile duro colpo.

Pazienti e familiari gridano aiuto, affinché si intervenga al più presto, ponendo fine a questa agonia, intollerabile per la loro salute.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007