Poliziotto dei Nebrodi col coronavirus dona stipendio, punito per intervista - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Poliziotto dei Nebrodi col coronavirus dona stipendio, punito per intervista

Alessandra Serio

Poliziotto dei Nebrodi col coronavirus dona stipendio, punito per intervista

giovedì 30 Aprile 2020 - 20:03

Poliziotto di San Salvatore di Fitalia dona stipendio a 4 ospedali, dopo essersi ammalato di coronavirus. Punito per le dichiarazioni ai giornali

Un gesto di solidarietà, o meglio l’esposizione mediatica che ne è seguita, è costato la punizione ad un generoso poliziotto che, ammalatosi di coronavirus, ha donato il suo stipendio agli ospedali di Sant’Agata Militello, Barcellona pozzo di Gotto, Bergamo e Vercelli.

Antonio Lollo, di San Salvatore di Fitalia ma in forza alla Stradale di Vercelli, è stato richiamato dalla sua dirigente per le sue dichiarazioni riporta dai giornali e ora rischia la punizione. L’agente ha effettuato la donazione mentre era in quarantena.

La Polizia Stradale del Piemonte ha avviato un procedimento disciplinare perché non avrebbe “avvisato dell’intervista dei media e della sua imminente uscita”.

“Per tutti noi poliziotti il gesto del nostro collega è stato motivo di orgoglio e profonda ammirazione, un esempio per tanti ma non per la sua dirigente, che pretendeva di essere informata dell’intervista, pur non riguardante motivi di servizio“, commenta il Sindacato Italiano Appartenenti Polizia.

Il dirigente nelle sue contestazioni ritiene che il collega abbia tenuto un comportamento non conforme al decoro delle funzioni dell’Amministrazione della Pubblica sicurezza – dice Ciro Dellisanti, segretario del Siap Vercelli – Ma stiamo scherzando? Il nostro collega con il suo comportamento ha dato lustro all’amministrazione, e chiediamo con forza che questa bizzarra contestazione venga immediatamente archiviata, restituendo credibilità alla nostra amministrazione che non ha certo bisogno, tanto meno in questo momento, di questa pubblicità anzi, sarebbe opportuno da parte sua premiare il nostro collega per essersi distinto per generosità e senso civico in un momento di particolare difficoltà in cui versa l’intero Paese”.

Antonio ha 29 anni, è cresciuto in Sicilia ed ora presta servizio in una delle zone più colpite dal Covid-19. Anche lui si è ammalato, probabilmente lavorando. Le sue condizioni generali sono però state sempre buone. L’agente è anche un apprezzato preparatore atletico e maratoneta.

Tag:

2 commenti

  1. Diceva Einstein “Solo 2 cose sono infinite: l’Universo e la Stupidità umana. E sulla prima non sono tanto sicuro”…

    3
    0
  2. Questo poliziotto merita un Encomio altro che sanzione disciplinare….!!! Per il dirigente che lo vorrebbe sanzionare………non ci sono parole…..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x