Piemonte-Irccs: pareri positivi dei Ministeri. Picciolo: "Gucciardi firmi l'ok in tempi brevi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Piemonte-Irccs: pareri positivi dei Ministeri. Picciolo: “Gucciardi firmi l’ok in tempi brevi”

Rosaria Brancato

Piemonte-Irccs: pareri positivi dei Ministeri. Picciolo: “Gucciardi firmi l’ok in tempi brevi”

venerdì 29 Aprile 2016 - 15:32
Piemonte-Irccs: pareri positivi dei Ministeri. Picciolo: “Gucciardi firmi l’ok in tempi brevi”

Via libera dei Ministeri della salute e dell'economia per la fusione Irccs-Piemonte. Adesso la palla passa in mano all'assessore regionale Gucciardi per l'ultimo passaggio per la nascita del Polo di riabilitazione. Soddisfatti Picciolo, Germanà, Gullo.

Ancora un altro passo avanti nel percorso verso la realizzazione del Polo di riabilitazione del Meridione. Dopo il sì del Ministero della Salute è arrivato anche quello del Ministero dell’Economia, confermando (con qualche prescrizione di natura tecnica) il decreto attuativo di febbraio. La parola definitiva passa quindi all’assessore regionale Baldo Gucciardi per l’ultimo passaggio. Gucciardi peraltro, proprio in attesa dei pareri ha “congelato” gli atti aziendali e la pianta organica del Papardo, provocando le proteste dei sindacati.

Soddisfatto il capogruppo all’Ars di Sicilia Futura Beppe Picciolo che ormai dal finire del 2014 si batte per la fusione Irccs-Piemonte insieme a Santi Formica e Nino Germanà.

“Il polo d’eccellenza permetterà alla terza città siciliana e tredicesima d'Italia, di mantenere lo storico Pronto Soccorso H24 proprio nel cuore del tessuto cittadino- commenta Picciolo- e di liberare energie positive delle due Aziende cittadine (Papardo e Irccs) da un fardello di adempimenti burocratici che era divenuto ormai insostenibile per tutta la sanità messinese”. Il deputato ringrazia anche il presidente Crocetta e il sottosegretario Faraone per aver “sposato” la causa del Polo di riabilitazione che è passata attraverso un lungo percorso che ha visto una serie di ostacoli. Determinante è stato l’apporto del ministro per la Salute Beatrice Lorenzin che sin dal dicembre, dopo la prima missione romana della delegazione di deputati (Picciolo, Germanà, Mancuso, Garofalo, Formica) ha dato il suo ok all’accorpamento, purchè venisse rispettata la “mission” dell’Irccs, cioè la ricerca.

“L'ok del Ministero dell'economia al processo di fusione del Piemonte all'Irccs è l'ulteriore step che attendevamo e che accogliamo con profonda soddisfazione- così il parlamentare regionale Nino Germanà- L'avanzamento di un percorso che abbiamo voluto seguire sin dall'inizio, concentrando le nostre forze sulla soluzione che reputavamo unica percorribile per il bene della città, ha premiato. E ritengo sia da riconoscere come il rapporto territorio-palazzi sia stato ben gestito. Ringrazio personalmente il ministro Lorenzin che ho coinvolto dalla prima ora e che ha rispettato, con la serietà e la puntualità che le sono proprie, gli impegni presi, dopo aver valutato la bontà delle proposte che abbiamo portato alla sua attenzione per scongiurare il rischio di chiusura di un nosocomio non solo fondamentale sotto il profilo del servizio sanitario messinese ma parte del patrimonio storico di una città che non deve perdere i propri riferimenti”, conclude il deputato dell'Ars che condivide da messinese il compiacimento per questa notizia, con i tanti lavoratori e pazienti della struttura che, oggi, possono tirare un sospiro di sollievo.

Soddisfatta anche la parlamentare di Forza Italia Mariella Gullo: “ Su sollecitazione di cittadini e del sindacato Uil-Fpl, ho seguito da vicino questa vicenda nell’interesse della collettività, che non poteva rinunciare ad un ospedale così importante qual è il Piemonte. E' un successo corale che va condiviso con chi si è battuto per il mantenimento dell'ospedale Piemonte”.

Rosaria Brancato

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007