Precari dell'Asp di Messina, confronto serrato con il sindacato Csa - Tempo Stretto

Precari dell’Asp di Messina, confronto serrato con il sindacato Csa

.

Precari dell’Asp di Messina, confronto serrato con il sindacato Csa

. |
martedì 05 Novembre 2019 - 13:53
Precari dell’Asp di Messina, confronto serrato con il sindacato Csa

L'Asp ha confermato l’intenzione di procedere con l’utilizzo diretto degli operatori

Il sindacato autonomo CSA torna alla carica con la stabilizzazione dei 74 lavoratori ASU impegnati all’ASP 5. Durante l’ultima assemblea, la dirigente sindacale Clara Crocè ha spiegato i contenuti dell’articolo 15 del collegato alla legge Finanziaria Regionale, che consente l’utilizzo diretto degli ASU negli enti nei quali prestano servizio. 

Il CSA ASU Sicilia ha discusso anche delle battaglie che sta affrontando per ottenere la storicizzazione delle risorse fino al 2038 e la deroga ad alcune norme restrittive che derivano dalla normativa nazionale, che prevedono la possibilità di stabilizzare tutto il personale.

“Come CSA ASU Sicilia siamo da sempre in prima linea per chiudere la vergognosa pagine del precariato -ha dichiarato Crocè. Probabilmente, la misura della proroga per il proseguimento delle attività in scadenza il prossimo 31 dicembre 2019 dovrebbe essere approvata in Finanziaria o con l’esercizio provvisorio. È necessario procedere gradualmente: per il momento abbiamo ottenuto la fuoriuscita dei lavoratori dalle cooperative, adesso dobbiamo ragionare con i vari enti sulla reale possibilità di stabilizzazione”.

Al termine dell’assemblea, la dirigente sindacale e una delegazione di lavoratori ASU hanno incontro il direttore amministrativo dell’ASP 5, cui sono stati chiesti chiarimenti in merito alla volontà dell’Azienda Sanitaria di Messina di eliminare la piaga del precariato, ottenendo la conferma dell’intenzione di procedere con l’utilizzo diretto degli operatori. Durante l’incontro è emerso anche il proposito dell’ASP 5 di aumentare l’orario di lavoro delle 28 unità già stabilizzate da 4 a 6 ore giornaliere e, nel contempo, di procedere con la stabilizzazione delle altre unità lavorative, ormai figure indispensabili.

“In ogni caso -ha puntualizzato Clara Crocè- non possiamo non esprimere preoccupazione in merito a eventuali restrizioni derivanti dalla riduzione della spesa per la sanità regionale, che potrebbe incidere pesantemente non solo sui servizi ma anche sul fronte della stabilizzazione. Entro dicembre l’azienda provvederà alla redazione del piano del fabbisogno triennale e se la Regione dovesse storicizzare il contributo fino al 2038 l’ASP 5 non avrà alcuna riserva relativamente alla stabilizzazione dei 74 lavoratori. In ogni caso, ringraziamo il direttore amministrativo per la disponibilità e l’impegno dimostrati per la risoluzione della vertenza”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007