Terremoti: per gli esperti una forte scossa colpirà il sud nei prossimi anni, "ma non lo Stretto" - Tempostretto

Terremoti: per gli esperti una forte scossa colpirà il sud nei prossimi anni, “ma non lo Stretto”

Terremoti: per gli esperti una forte scossa colpirà il sud nei prossimi anni, “ma non lo Stretto”

Tag:

sabato 03 Dicembre 2011 - 11:20

Un intenso e preoccupante sciame sismico ha riacceso i riflettori sul problema sismico. E gli esperti parlano chiaro: "al sud ci aspettiamo una forte scossa", ma poi specificano: "non nello Stretto".

Sul Pollino, al confine tra Basilicata e Calabria, si sta verificando un intenso sciame sismico con decine di scosse al giorno (tra 30 e 50 ogni 24 ore tra fine novembre e questi primi giorni di dicembre!), le cui più forti arrivano a superare il 3° grado della magnitudo sulla scala richter.
L’Ingv è preoccupata e ha installato nuovi sismografi nelle aree più vicine all’epicentro. Gli esperti sono preoccupati perchè si aspettano una forte scossa di terremoto nell’Italia meridionale, ma non nello Stretto di Messina perchè – spiegano – qui c’è già stato il sisma del 1908 e ci vorrà molto tempo per accumulare altra energia per terremoti così violenti. Ma ci sono zone del sud Italia, come la Sicilia sud/orientale che è altamente sismica e che di recente ha avuto degli sciami, o soprattutto l’Appennino Calabrese, proprio sul Pollino, che non hanno forti terremoti da molto più tempo: nella Sicilia sud/orientale da diversi secoli, sul Pollino invece addirittura da oltre un millennio. La faglia di Castrovillari è particolarmente “attenzionata” dagli studiosi che temono il suo risveglio.

Ma, almeno secondo quello che dicono, nello Stretto possiamo dormire sonni tranquilli. Anche se i fatti di L’Aquila dovrebbero aver insegnato a tutti che contro i terremoti l’unica “arma” è la prevenzione.

Gli approfondimenti:

  • Terremoti, entro 30 anni un “violento sisma” al sud Italia ma “non nello Stretto”. Parola di esperti
  • I terremoti di 1975 e 1978 nello Stretto di Messina: quelle scosse così forti ma dimenticate da tutti
  • Il terremoto del 1908 e quello “gemello” del 374: passeranno altri mille anni per un sisma catastrofico nell’area dello Stretto?
  • Importante indizio per prevedere i terremoti: rospi e serpenti li avvertono in netto anticipo e scappano!
  • La Calabria sorge su microplacche che hanno subìto distinti movimenti rotazionali
  • 2 commenti

    1. è chiaro vogliono manipolare la costruzione del ponte , in abruzzo un portantino dell’ufficio sismi aveva previsto il terremoto , i sismologi no

      0
      0
    2. Attenzione, e’ anche in arrivo un tornado nell’emisfero nord, ma non colpira’ l’Italia.
      Previsioni cosi’ le sa fare anche un bambino.

      0
      0

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commenta
    Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

    Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

    Marco Olivieri direttore responsabile
    info@tempostretto.it

    Telefono 090.9412305

    Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

    n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007