Privatizzano spiaggia libera, 8 denunce a Gioiosa Marea - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Privatizzano spiaggia libera, 8 denunce a Gioiosa Marea

Alessandra Serio

Privatizzano spiaggia libera, 8 denunce a Gioiosa Marea

sabato 01 Agosto 2020 - 12:54
Privatizzano spiaggia libera, 8 denunce a Gioiosa Marea

Carabinieri liberano spiaggia libera di Gioiosa Marea trasformata in area privata da 8 residenti denunciati per abusivismo

I carabinieri hanno liberato una grossa area sulla spiaggia libera di Gioiosa Marea che alcuni abitanti della zona avevano trasformato in proprietà privata.

In otto sono stati denunciati per occupazione abusiva di area demaniale e 11 manufatti sono stati sequestrati, alla fine dei controlli dei militari della locale stazione e della Compagnia di Patti, ai comandi del capitano Andrea Pezzi.

Nell’arenile davanti casa gli abitanti avevano realizzato grossi gazebi di palme e teli, alcuni illuminati per poterci cenare e ballare d’state, ricavato e transennato aree di ricovero per le barche, realizzato un campo da beach volley, impedendo di fatto l’accesso ad almeno 150 metri quadri di spiaggia libera.

Tra una villetta e l’altra le vie di accesso all’arenile erano state transennate ponendo dei cartelli, del tutto abusivi, con l’indicazione di strada privata.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. Un grazie e un bravo ai carabinieri che non hanno lasciato fare questi prepotenti e incivili. . Speriamo serva da monito x tutti

    3
    0
  2. Allucinante!!!
    Ma veramente? No. Non ci credo.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007