Redatto il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo: “Restituire la spiaggia al paese di Itala” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Redatto il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo: “Restituire la spiaggia al paese di Itala”

Giusy Briguglio

Redatto il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo: “Restituire la spiaggia al paese di Itala”

venerdì 23 Ottobre 2015 - 07:21
Redatto il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo: “Restituire la spiaggia al paese di Itala”

Sono sostanzialmente cinque le aree immaginate lungo i 1.892,09 chilometri su cui si estende la spiaggia di Itala: libera fruizione, stabilimenti balneari, aree per l’attività sportiva, aree ormeggio e noleggio natanti, area per animali domestici

Restituire la spiaggia al paese di Itala. E’ questo l’intento dell’amministrazione comunale che ha redatto e inviato alla Regione il Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo che prevede l’attuazione di “interventi di recupero, valorizzazione ambientale e un giusto equilibrio tra le esigenze della popolazione locale e quelle dell'ambiente circostante”. “Il progetto – si legge nella relazione tecnica – è finalizzato ad una migliore organizzazione estetico-funzionale della fascia litoranea e delle varie strutture che la stessa ospiterà. Esso intende fornire un'organica fruizione delle aree demaniali e delle spiagge alla collettività, oltre ad incentivare uno sviluppo turistico”.

Sono sostanzialmente cinque le aree immaginate lungo i 1.892,09 chilometri su cui si estende la spiaggia di Itala, che confina a nord con il territorio di Scaletta Zanclea e a sud con quello di Alì Terme. Da un confine e dall’altro, si prevedono venticinque metri di distanza come fascia di rispetto dai torrenti. Gran parte del litorale sarà destinato alla libera fruizione ed esattamente uno spazio totale di 56.842,54 mq, su cui si prevedono aree attrezzate per l’attività sportiva per 3.500 mq. Due sono invece i lotti per gli stabilimenti balneari per un totale di 4.566,12 mq. In queste zone potranno essere realizzati impianti sportivi, ma “la superficie coperta non potrà superare il 5% della superficie data in concessione” e in esse è ammesso il noleggio delle attrezzature necessarie per lo sport, ma anche ombrelloni, sedie sdraio, lettini, pedalò. Nelle aree per pratiche sportive ad uso libero, invece, sono previste attività che non prevedano l’installazione di strutture fisse. Programmati anche dei lotti per il noleggio e l’ormeggio di natanti per una superficie totale di 11.335,33 mq. Prevista, infine, una zona di 3.397,30 mq per gli animali domestici dove si prevede una parte per giocare e una per l’addestramento e massimo dieci box per il soggiorno all’ombra dei cani con annessi i servizi di pulizia. L’arenile in concessione dovrà essere delimitato con tavolato e rete metallica.

Tutte le aree dovranno rispettare i criteri di sicurezza, facilità di passaggio e pulizia, fattori che, nelle aree in concessione, dipenderanno direttamente dai gestori. Nei servizi igienici sono compresi quelli per portatori di handicap e ogni lotto dovrà avere a disposizione servizi per la raccolta differenziata dei rifiuti. Attenzione è stata posta anche ai materiali che dovranno essere bio-compatibili, mentre tutti gli elementi previsti, segnaletica, fioriere, cestini, ecc, dovranno essere funzionali all’ambiente. Ulteriore accento sull’eliminazione delle barriere architettoniche: “Le aree dei lotti, nonché le relative strutture e servizi di spiaggia devono garantire l'accessibilità e la visitabilità degli impianti e l'effettiva possibilità di accesso al mare da parte di coloro che per qualsiasi causa abbiano ridotta o impedita capacità motoria sensoriale in forma permanente o temporanea”.

Giusy Briguglio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007