Amam vuol riattivare le fontane guaste e installarne nuove con acqua potabile - Tempo Stretto

Amam vuol riattivare le fontane guaste e installarne nuove con acqua potabile

Amam vuol riattivare le fontane guaste e installarne nuove con acqua potabile

giovedì 13 Settembre 2018 - 05:10
Amam vuol riattivare le fontane guaste e installarne nuove con acqua potabile

Il ripristino delle vecchie fontane e la realizzazione di nuove nei punti di maggior flusso turistico. E' questa la nuova iniziativa dell'Amam.

In tantissimi Comuni, soprattutto turistici, sono decine e decine le fontane con acqua potabile disseminate nel territorio. A Messina sono poche e là dove ci sono sembrano essere diventate un “monumento all’incuria”, specchio di una realtà sempre più degradata.

Nasce da questi presupposti il provvedimento dell’Amam che punta al ripristino delle vecchie fontane attualmente non funzionanti ed all’installazione di nuove. Tutte comunque dovranno erogare acqua potabile.

Nelle scorse settimane non sono mancate le segnalazioni giunte all’azienda, con particolare attenzione ad esempio alla condizione delle fontanelle di Villa Mazzini, dell'area attrezzata per l'infanzia in via Garibaldi, della fontana del vino di piazza San Francesco Contesse e dalla fontana lavatoio nei pressi di via Santa Lucia del Villaggio Pistunina (tutte non funzionanti). L’obiettivo dell’Amam è riattivare progressivamente tutte le fontanelle esistenti nel territorio comunale e di competenza aziendale, dopo un esame ed una verifica della potabilità delle acque.

Contemporaneamente si punta al potenziamento della distribuzione gratuita di acque prevedendo il montaggio di nuove fontanelle nelle zone più interessate dal flusso turistico e commerciale, quali i pressi degli scali crocieristici e le piazze antistanti, a S. Margherita, Tremestieri, Contemplazione. Paradiso, Sant'Agata, Ganzirri, Torre Faro. Monelle, Largo Giacomo Minutoli, Via Vittorio Emanuele, Via Dino e Carenza (Santuario S. Maria di Montalto) e Piazza Antonello.

Possono sembrare dettagli, ma anche questi particolari sono importanti quando si parla di accoglienza turistica e qualità della vita.

Tag:

2 commenti

  1. Se si parla di accoglienza turistica in una città di mare, sarebbe utile installare delle docce lungo le spiagge. Ce le hanno tutte le località turistiche di mare. A messina ci sono solo in un tratto di Sant’Agata, è sono anche molto malmesse.

    0
    0
  2. EFFETTIVAMENTE SI DOVREBBERO RIPRISTINARE LE DOCCE LUNGO IL LITORALE. COME A S. TERESA DI RIVA!!!

    0
    0

Rispondi a robertoo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007