Quadrilatero via del Vespro: strade chiuse, parcheggi tolti, spazio ai bus. Coro di proteste - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Quadrilatero via del Vespro: strade chiuse, parcheggi tolti, spazio ai bus. Coro di proteste

Rosaria Brancato

Quadrilatero via del Vespro: strade chiuse, parcheggi tolti, spazio ai bus. Coro di proteste

lunedì 30 Novembre 2020 - 15:38
Quadrilatero via del Vespro: strade chiuse, parcheggi tolti, spazio ai bus. Coro di proteste

Residenti e commercianti lamentano disagi di ogni genere. Bus a pochi centimetri dal balcone, attività che rischiano la chiusura

Sono un cittadino che abita in Via del Vespro Angolo Viale San Martino e mi rivolgo a Tempostretto perché date sempre spazio e ascoltate le tante persone che per avere rispettati i propri diritti non intendono rivolgersi all’”amico o politici irresponsabile di turno”. La zona in cui vivo e in cui si trovano tante attività commerciali è stata presa di mira da parte della attuale amministrazione comunale tanto da quasi costringerci a lasciare le abitazioni e le attività.

Strade chiuse una dopo l’altra

Mi spiego: dapprima abbiamo avuto la Via Solferino chiusa, forse per le misure a sostegno di alcune categorie di attività commerciale, del resto  siamo in centro storico e ciò si può anche capire. Successivamente è stata chiusa la Via Terranova perché hanno genialmente concesso l’intera arteria ai Bus di Linea Giunta e questo, a differenza di prima NON si capisce poiché in centro storico, a un passo da p.zza Cairoli e laddove dicono che deve nascere la cosiddetta Rambla questo non si può accettare.  Venerdì è stata chiusa all’uso dei cittadini e quindi attività commerciali anche la Via Del Vespro a partire dalla Via Natoli e fino al Viale San Martino, motivazione sosta dei bus di linea questa volta Campagna e Ciccolo quindi anche la Via del Vespro chiusa all’uso.

Spazio a bus, tolti i parcheggi

Inoltre i bus posteggiati lato destro soffocano letteralmente le attività commerciali e si trovano a pochi centimetri dai balconi dei residenti. Inoltre sempre per i bus di linea sono stati eliminati altri parcheggi dalla Via Giordano Bruno posizionando dei dissuasori di sosta in modo da permettere le manovre. Ecco che noi cittadini e commercianti ci chiediamo: siamo in democrazia o in uno stato di dittatura posto che siamo invisibili alle decisioni.

Disagi per residenti e commercianti

Si potrebbe pensare che i bus predetti sono pubblica utilità e di questo non ho dubbi MA farli arrivare,  posteggiare, stazionare con motori accesi, transitare nel cuore della città chiudendo strade e soffocando attività commerciali è una follia. Tutti sanno che alla stazione vi sono degli spazi enormi creati appositamente per questo servizio con i nostri soldi poiché è lì il posto idoneo di interscambio con treni, tram e bus ATM….Perché non si utilizzano dopo tanti anni di realizzazione?

“Siamo stanchi”

Siamo stanchi di queste prevaricazioni, stanchi da chi dovrebbe gestire la cosa pubblica nell’interesse di TUTTI,, stanchi, (mi permetto) di dire e sentire dire “tanto siamo a Messina”. La presente per mio conto e per conto di tutti i commercianti interessati. Grazie per avermi dedicato parte del suo prezioso tempo.

Tag:

2 commenti

  1. Purtroppo non c’è molto da commentare, c’è d’augurarsi che chi gestisce la viabilità a Messina, con manifestata incompetenza e supponenza, se ne vada presto!!!!!

    10
    0
    1. Ma chi? Lo Zampognaro?

      1
      0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x