Reggio Calabria. Foti: "presto lo screening di comunità per fermare il contagio" INTERVISTA - Tempostretto

Reggio Calabria. Foti: “presto lo screening di comunità per fermare il contagio” INTERVISTA

elisabetta marciano

Reggio Calabria. Foti: “presto lo screening di comunità per fermare il contagio” INTERVISTA

lunedì 07 Dicembre 2020 - 15:20

70mila tamponi per la città di Reggio Calabria. Lo screening di comunità consentirà di ricostruire il tracciamento e interrompere il contagio

Il 26 novembre scorso è lo stesso sindaco della città di Reggio Calabria ad annunciare: “La nostra sarà la prima città d’Italia ad avviare lo screening di massa sul Covid. In arrivo 70mila tamponi. Lo screening di comunità ci consentirà di ricostruire il tracciamento e interrompere il contagio

Siamo andati, oggi, ad incontrare il virologo e uno dei coordinatori della task force sanitaria comunale dottor Fabio Foti. A lui abbiamo chiesto di spiegarci le modalità e lo stato attuale del progetto che riguarda la prima operazione di screening di comunità di cui si è fatta portabandiera la città in Italia.

E’ sicuramente un risultato straordinario che, una volta avviato, sul territorio comunale, porterà a tracciare i positivi al covid, ma, molto più importante, ci consentirà anche di identificare quelli che definisco “asintomatici positivi inconsapevoli“, coloro che senza rendersi conto sono conduttori del virus e di fatto ne favoriscono la circolazione. – chiarisce Foti.

Il progetto

Quali sono le procedure che intendete attuare e a che punto è il progetto?

Noi, dal nostro punto di vista, siamo pronti per partire. Abbiamo già messo giù un progetto che prevede circa cento stazioni distribuite su tutto il territorio del comune. Punti strategici nei quali i cittadini potranno recarsi volontariamente per sottoporsi al tampone naso-faringeo. Di fatto l’unico allo stato attuale delle cose che garantisce un risultato sicuro di presenza del virus. Questi centri saranno attrezzati per l’accoglienza, l’esame e il risultato che è possibile conoscere nel giro di poco tempo. Verrà impiegato personale specializzato e comunque adeguatamente formato. Siamo in attesa del via libera da parte dell’amministrazione e dell’approvazione in giunta della somma da destinare al progetto perché i tamponi sono gratuiti, ma sono tante le voci di spesa da affrontare ” – continua

Gli effetti

Perché è importante partecipare allo screening di comunità?

Non solo è importante, ma addirittura essenziale. Riuscire a intercettare i positivi cosi come i positivi asintomatici inconsapevoli significa interrompere la catena del contagio e in una città come la nostra di circa 180mila abitanti, capisce bene, è vitale. Capire che, sottoporsi volontariamente al tampone, è un atto d’amore per la salute della comunità è, appunto, vitale per moltissimi motivi. Una sorveglianza attiva di questo tipo con screening periodici di massa che possano coprire l’intera popolazione nel giro di poco tempo diviene fondamentale per dire stop al contagio.”

Inizio

Quando prevedete di iniziare questa attività e quale consiglio si sente di dare in veste di virologo?

“Contiamo di iniziare per fine dicembre. Non dipende solo da noi, ma anche dall’iter burocratico come accennavo prima. Questa sorveglianza attiva protratta fino alla primavera e l’arrivo dei vaccini ci fan ben sperare in una risoluzione della crisi sanitaria. Abbiamo constato che, in questo momento, il contagio maggiore si ha all’interno delle famiglie. Purtroppo i legami vengono messi a dura prova, ma è importante assumere comportamenti consapevoli e sani per proteggere i nostri anziani, ma anche le fasce più “delicate” soprattutto in vista dell’arrivo dell’influenza stagionale. I due virus si potenziano a vicenda, perciò ora più che mai, è indispensabile il distanziamento sociale, l’uso della mascherina e un’igiene attentissima. “

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007