Regione: fondi per strade e autostrade. Musumeci: "Servono 2 miliardi" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Regione: fondi per strade e autostrade. Musumeci: “Servono 2 miliardi”

Rosaria Brancato

Regione: fondi per strade e autostrade. Musumeci: “Servono 2 miliardi”

sabato 15 Febbraio 2020 - 10:30
Regione: fondi per strade e autostrade. Musumeci: “Servono 2 miliardi”

La Regione stanzia somme per la messa in sicurezza ma il governatore lancia l'allarme. "Ex Province al collasso, intervenga Roma

Migliorare la sicurezza sulle strade siciliane. E’ questo l’obiettivo del governo Musumeci che ha destinato, su proposta degli assessori alle Infrastrutture Marco Falcone e all’Economia Gaetano Armao, due milioni e mezzo di euro per interventi sull’autostrada “A20” Messina-Palermo. Nel contempo Musumeci affonda il colpo sulla disastrosa situazione delle ex Province rimaste impantanate dalle riforme e dal prelievo forzoso

2 milioni e mezzo di risorse

Per quanto riguarda le risorse per la A/20 si procederà alla realizzazione di impianti di supervisione, telecontrollo e radio nelle gallerie “Tindari” e “Capo d’Orlando”.Negli ultimi tre anni, i due tunnel sono stati oggetto di opere per la messa in sicurezza, per il consolidamento delle pareti e delle calotte, nonché per la riqualificazione e l’adeguamento degli impianti tecnologici. E proprio sei mesi fa sono stati riaperti completamente al traffico, in entrambi i sensi di marcia.

La messa in sicurezza

“Proseguono gli investimenti della Regione – evidenzia il presidente Nello Musumeci – per rendere più sicure ed efficienti le arterie stradali dell’Isola, da anni ormai abbandonate dalle Province e in parte trascurate dall’Anas. Siamo intervenuti sulla viabilità cosiddetta secondaria, la cui manutenzione dovrebbe essere in carico alle ex Province” La situazione della rete stradale e delle due autostrade Messina-Palermo e Messina Catania è evidente ed è sempre al centro di polemiche e proteste.

Finanziamenti per le strade

Per quanto riguarda la viabilità secondaria, le strade provinciali la cui manutenzione spetta alle ex Province ormai sull’orlo del baratro, il governo Musumeci pensa di destinare nuove risorse. Per i 15 mila chilometri di strade, oltre alle risorse già stanziate (100 milioni di euro), potrebbero arrivare finanziamenti derivanti dalla rimodulazione dei Programmi di spesa europei e nazionali. Ma non può bastare.

L’appello di Musumeci

Il governatore Musumeci affonda il colpo proprio sulle conseguenze della scellerata coppia “riforma Crocetta-riforma Delrio” sulle ex Province, ormai alla deriva. “Al governo nazionale continuiamo a chiedere: restituisca le Province alla loro originaria funzione, dotandole di risorse, oppure istituisca in Sicilia un commissariato con poteri speciali e almeno due miliardi di euro per rimettere in sesto una parte delle strade provinciali disastrate. Nessuno a Roma può far finta di non sapere».

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Avete chiesto prima il permesso a Micciche’.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007