Rifiuti a Messina, nuova aggressione al Commissario Giardina: "Non mi fermo" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Rifiuti a Messina, nuova aggressione al Commissario Giardina: “Non mi fermo”

Alessandra Serio

Rifiuti a Messina, nuova aggressione al Commissario Giardina: “Non mi fermo”

lunedì 24 Maggio 2021 - 21:33

Il comandante della Municipale è stato malmenato dal responsabile di un centro di stoccaggio illecito di copertoni a Provinciale

Ha passato l’ennesimo brutto quarto d’ora in servizio, il commissario Giovanni Giardina della Polizia Municipale di Messina, aggredito durante un controllo mirato ad arginare il fenomeno dell’illecito smaltimento dei rifiuti. Il comandante è stato ferito lievemente, l’aggressore fermato.

Giardina e i suoi agenti oggi pomeriggio hanno effettuato il blitz in un capannone trasformato in centro illecito di stoccaggio di pneumatici a Provinciale. Dentro ce n’erano almeno 400 accatastati in maniera irregolare e pronti per essere smaltiti del tutto illegalmente.

Quando il Commissario si è trovato di fronte il responsabile, però, è scattata la violenza: l’uomo, di circa 66 anni, lo ha aggredito fisicamente alle braccia e al collo. Giardina è stato soccorso dai suoi che hanno fermato l’aggressore, poi arrestato. E’ stato medicato al pronto soccorso, guarirà in una decina di giorni.

“Sono arrabbiato e demoralizzato – commenta il comandante della Municipale – perché succede troppo spesso. Ma non abbastanza demoralizzato da fermarmi, andiamo avanti coi controlli come abbiamo fatto sin’ora”.

Oltre che per smaltimento illecito dei rifiuti, l’uomo è ora anche accusato di aggressione e resistenza a pubblico ufficiale. Non è il primo episodio di questo genere sulla “fedina penale” del responsabile della discarica abusiva.

Tag:

4 commenti

  1. Brava persona

    27
    8
  2. Meno male che ho seguito un’altra strada, da ragazzino volevo fare il poliziotto…..ma poi mi sono detto: io con una pistola al fianco? E ho fatto l’insegnante.
    Coraggio commissario, vada avanti e cerchi di rendere più civile questa città.

    39
    2
  3. Grande commissario. Dovrebbero prendere tutti esempio da Lui. L’amministrazione si dovrebbe costituire parte lesa perché l’assenza di un dipendente è un danno per tutta la collettività. Inoltre, ritengo che rischiando di dover pagare anche economicamente, persino il comune delinquente ci penserebbe due volte prima di aggredire un pubblico ufficiale

    11
    2
  4. Commissario, vada avanti senza indugio nella difesa, anzi nel ripristino, della legalità. I cittadini onesti sono con lei.

    15
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x