Verso il governo, un lettore: Quello che non ci dicono. La Grecia è vicina... - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Verso il governo, un lettore: Quello che non ci dicono. La Grecia è vicina…

Verso il governo, un lettore: Quello che non ci dicono. La Grecia è vicina…

martedì 08 Maggio 2018 - 06:41
Verso il governo, un lettore: Quello che non ci dicono. La Grecia è vicina…

Scrive il dottor Stefano Nicolosi: fine delle consultazioni al Quirinale, governo tecnico e giocolieri dei veti ballano sul Titanic: il futuro buio che nascondono agli italiani

La conclusione logica ed Istituzionalmente corretta di un incarico per la formazione di un Governo tecnico, cui è pervenuto il Capo dello Stato già vede schierati contro centrodestra e M5S.

Vi è da chiedersi quanto in basso sia sceso il senso dello Stato e dell’etica in chi per due mesi ha giocato e non è riuscito a formare un nuovo Governo stabile ed oggi invoca il ricorso alle urne.

Se il Governo che sarà proposto dal Presidente Mattarella non avrà la fiducia delle Camere accadrà

Ciò che non ci viene detto.

Sia che si voti a Luglio o a Settembre non cambierà nulla!

I principali istituti demoscopici concordano sul fatto che nessuno raggiungerà la maggioranza assoluta.

Le conseguenze saranno drammatiche per tutto il Paese e soprattutto per il Mezzogiorno.

1)Tra Ottobre e Dicembre scadranno 42 miliardi di BTP poliennali, in un clima di instabilità, quali mercati finanziari li rinnoveranno ed a quali tassi di interesse?, tutto questo ci costerà, nello scenario più ottimistico dei tassi, dai 7 ai 9 miliardi di interessi sul debito da rinnovare.

Interverranno le banche italiane che saranno costrette ad una nuova drammatica stretta creditizia, che sarà pagata dalle imprese soprattutto nel Mezzogiorno ed in particolare le aziende meridionali che esportano a pieno ritmo da due anni.

A nulla varranno i trasferimenti dalla BCE con un quantitative easing che sarà in diminuzione e perderemo quote di mercato.

2)il Def, (Documento di Economia e Finanza)dovrà prevedere un rientro del debito sul Pil dello 0.75% con una manovra correttiva tra i 21 ed i 30 miliardi di Euro stimando il PIL 2017 al 1.2% con relativi tagli alla spesa pubblica, compresi i trasferimenti agli enti locali, molti dei quali in questa settimane sono teatro di scontri elettorali , non sempre proprio decorosi.

3) Nella finanziaria del 2018 andranno trovate le coperture necessarie volte ad evitare, a partire dal 1 gennaio 2019 l’aumento dell’IVA la cui l’aliquota intermedia salirà dal 10 al 12% mentre quella ordinaria passerà dal 22 al 24,2%.

A Gennaio 2020 con l’aliquota intermedia al 13% e quella ordinaria al 24,9%,a cui si aggiungerà l’ennesimo rincaro delle accise sui carburanti.

Uno scenario che i giocolieri dei veti ci nascondono,o probabilmente neanche lo conoscono bene.

L’aumento dell’IVA colpirà soprattutto le aree economiche deboli del Paese ed i consumatori con un effetto “domino” sui consumi interni e sulla produzione.

In questo scenario la disoccupazione quella attuale in aggiunta a quella strutturale rischia di aumentare di 1/1.50%.

Non si vuole disegnare uno scenario apocalittico ma più semplicemente rispondere al dovere etico di informare.

La Grecia è più vicina di quanto crediamo.

Dott. Stefano Nicolosi

Consulente Giuridico d’impresa

Consulente di direzione

Messina 7 Maggio 2018

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007