Operaio edile si toglie la vita, non lavorava da mesi. In un biglietto i motivi del tragico gesto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operaio edile si toglie la vita, non lavorava da mesi. In un biglietto i motivi del tragico gesto

Ve. Cro.

Operaio edile si toglie la vita, non lavorava da mesi. In un biglietto i motivi del tragico gesto

lunedì 10 Marzo 2014 - 09:04

E' stato ritrovato impiccato in una radura dinnanzi l'abitazione campagnola, a Scaletta Superiore. Tragico gesto di un operaio edile cinquantaseienne che, secondo le testimonianze degli amici, da tempo non lavorava ed era sempre malinconico.

Ha lasciato tutto scritto su un biglietto, i motivi, le scuse, gli affanni degli ultimi mesi, l’affetto per i suoi cari. Poi, nella tarda mattinata di ieri, si è allontanato dalla sua proprietà campagnola in contrada Ammendolara, a Scaletta, si è diretto verso la radura dinnanzi, ha utilizzato il tubo di sostegno di un pergolato e si è impiccato.
Era un operaio edile, cinquantaseienne, residente a Scaletta Marina. Secondo le testimonianze degli amici, l’uomo non lavorava più da diversi mesi, era malinconico e depresso, costantemente sommerso da quel senso di impotenza verso un mondo lavorativo che, mai come oggi, chiude le porte e non lascia alcuna speranza.
A fare la triste scoperta, un amico che lo attendeva per un appuntamento e che, non vedendolo arrivare, si è premurato di cercarlo nei pressi dell’abitazione.
Immediata la chiamata ai carabinieri della stazione locale e dalla Compagnia di Messina Sud che hanno avviato le prime indagini. Dopo le formalità di rito e l’esame del medico legale, il corpo è stato riconsegnato ai familiari.

Tag:

4 commenti

  1. Ma da per favore 61 10 Marzo 2014 11:01

    Povero cristo…..riposi in pace

    0
    0
  2. letterio.colloca 10 Marzo 2014 12:12

    Quanta tristezza!
    E’ disumano concludere, per scoramento, l’esistenza mentre ALTRI scialano la vita rubando a destra ed a manca pur…..non avendone motivo perché ricchi di per loro (hanno cominciato i loro parenti a….rubare!).
    Quanto dolore! nel rinunciare agli affetti più cari e privarli perché non c’è chi CREA onesto lavoro,fonte di dignità e di sostentamento.
    Fa da contraltare la beluinità dei politici,degli amministratori e di quanti accaparrano per loro stessi anche le MINIME possibilità perché il prossimo possa …..SOPRAVVIVERE.
    A quest’uomo è stato negato -evidentemente-anche quel ….minimo.

    0
    0
  3. Le mie condoglianze alla famiglia.
    Questo ulteriore episodio è un altro tassello del piano micidiale architettato dalla iena xxxxx e che continua a perpetuarsi anche con i governi che lo hanno succeduto.
    Questa triste fine la dovrebbero fare i nostri politici, così qualcosa cambierebbe in questa nazione fustigata dai killer dell’UE.
    Un consiglio alla famiglia: che facciano un esposto-querela contro lo Stato per INDUZIONE AL SUICIDIO, da alcuni mesi gli esposti di questo tipo sono stati più di 15.000.

    0
    0
  4. Riposi in pace e condoglianze alla famiglia.

    Inutile sottolineare come sia, ahimè, inutile togliersi la vita, i problemi non scompaiono, anzi, si moltiplicano quelli della famiglia che rimane, MA per arrivare al punto di togliersi la vita, evidentemente, la sofferenza interiore è tanta e devastante… poveretto lui e tutti quelli che come lui si sono suicidati per una situazione creata da “gente” che tutto fa tranne che prendersi cura del Paese che dovrebbero governare.

    Ancora condoglianze alla famiglia e che Dio benedica questa povera anima in pena.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x