Siracusa: si torna al voto per sindaco e consiglio. Accolto ricorso al Tar - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Siracusa: si torna al voto per sindaco e consiglio. Accolto ricorso al Tar

Rosaria Brancato

Siracusa: si torna al voto per sindaco e consiglio. Accolto ricorso al Tar

sabato 07 Dicembre 2019 - 08:15
Siracusa: si torna al voto per sindaco e consiglio. Accolto ricorso al Tar

Accolto il ricorso del candidato sindaco Reale: irregolarità in 9 sezioni

Si torna al voto a Siracusa per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. Il Tar ha infatti accolto il ricorso presentato da Ezechia Paolo Reale (assistito dall’avvocato messinese Antonio Catalioto), candidato sindaco arrivato al ballottaggio.

Irregolarità nel voto

In base al ricorso si sarebbero verificate, in occasione del primo turno elettorale nel giugno del 2018 alcune irregolarità che avrebbero inficiato quindi il successivo ballottaggio.

Si torna al voto in 9 sezioni

I giudici amministrativi della prima sezione, accogliendo parzialmente il ricorso hanno dichiarato “l’illegittimità delle operazioni elettorali del Comune di Siracusa svoltesi in data 10 giugno 2018 limitatamente alle sezioni numero, 14,20,46,61,75,95,99, 116 e 123, disponendone l’annullamento. Si dispone l’annullamento dei verbali dell’Ufficio Elettorale Centrale di Siracusa di ammissione al ballottaggio per l’elezione a sindaco dei candidati Italia e Reale, di proclamazione a sindaco del candidato Italia e di proclamazione degli eletti a consiglieri comunali del Comune di Siracusa”.

Annullato il ballottaggio

Si torna quindi al voto in 9 sezioni ma è chiaro che l’esito delle nuove urne inciderà sull’intera elezione stessa del 2018. La sentenza è stata trasmessa anche al Sindaco di Siracusa Francesco Italia, al Prefetto di Siracusa e all’assessorato regionale alla Funzione Pubblica, nonché alla Procura ed alla Corte dei conti.

Si vota anche per il Consiglio

In sintesi l’annullamento delle operazioni elettorali comporta il conseguente annullamento dell’ammissione al ballottaggio e quindi della proclamazione a sindaco di Francesco Italia. Conseguenze ci saranno ovviamente anche per il Consiglio comunale dal momento che si dovranno rifare le elezioni in 9 sezione anche per i consiglieri.

Violate regole di trasparenza

In 121 pagine di sentenza i giudici amministrativi hanno stabilito che in 9 sezioni sono state violate “le regole poste a presidio della legittimità, trasparenza e regolarità della votazione e dello scrutinio”. I vizi denunciati da Reale nel ricorso presentato dall’avvocato Catalioto assumono in quelle 9 sezioni “carattere sostanziale e pertanto invalidante, dando corpo a fondati sospetti in ordine alla attendibilità del risultato elettorale nelle stesse, non potendosi escludere, per esse, una non corretta utilizzazione delle schede elettorali ed in particolare di quelle autenticate”.

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007