Il 16 settembre una grande festa per la scalinata -Santa Barbara- Tempostretto

Il 16 settembre una grande festa per la scalinata -Santa Barbara-

Redazione

Il 16 settembre una grande festa per la scalinata -Santa Barbara-

giovedì 13 Settembre 2007 - 16:29

Torna il 16 settembre la ‘Scala Immobile’: una grande festa per celebrare uno degli angoli più belli della città: la scalinata Santa Barbara. -La grande attrazione della festa è la stessa Scalinata. Non abbiamo bisogno del grande nome che porti gente perché l’evento è il luogo stesso-, così i Machine Works, il collettivo di artisti messinesi, “Niente nomi per favore-, presenta l’evento artistico. -Siamo interessati a quei luoghi solitamente abbandonati dalla comunità nel degrado. Spesso sconosciuti, come nel caso della Scalinata

Santa Barbara, ma che sono come delle ‘cicatrici’ che riuniscono la Storia perduta di Messina al suo presente: La scalinata di Santa Barbara unisce le mura del ‘500 alle case degli anni ’60. Ma anche le sue contraddizioni e complessità: sulla scalinata vivono messinesi, cingalesi, srilankesi, marocchini, greci, tedeschi. Sono gli unici 200 metri senza traffico del centro cittadino, un luogo bellissimo completamente abbandonato. La differenza tra un luogo degradato e un luogo bellissimo è di 50 euro: pulizia, luce giusta, ed è fatta-. Così il collettivo artistico, con l’aiuto finanziario del Comune, tenterà di “rivitalizzare, non rivalutare-, dar vita cioè a un luogo che “di solito è lasciato nella ‘munnizza’, per qualche giorno lo ripuliremo, e poi tornerà nella ‘munnizza’-. E le opere di rivatilazzione sono per i machine works un progetto già collaudato: La Scalinata di Santa Barbara è già stata ‘rivatilazzata’ nel 2004 e nel 2005, poi una video-installazione ha dato una particolarissima luce alla Chiesa di Santa Maria Alemanna, interventi culturali anche al Bosco Ziriò, e in progetto non può mancare la Zona Falcata, l’ex depuratore, dove proveranno interventi di rivatilizzazione

attraverso, è chiaro, la cultura e l’arte.

Violinisti, ballerini, cantanti, performance teatrali, videoinstallazioni, ma anche, vino, pane, olio, frutta. La festa inizierà alle 18,30, ad aprire sarà un intrattenimento pensato per i bambini a cura del mimo Gérard Foucault. Tema della serata del 16 sarà “La Svendita-, in riferimento all’esproprio da parte della Stu, società di trasformazione urbana per il Tirone.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007