Risanamento a metà. Zullo: “Il rione Taormina è stato abbandonato” - Tempostretto

Risanamento a metà. Zullo: “Il rione Taormina è stato abbandonato”

Risanamento a metà. Zullo: “Il rione Taormina è stato abbandonato”

giovedì 09 Marzo 2017 - 12:21
Risanamento a metà. Zullo: “Il rione Taormina è stato abbandonato”

Sbaraccata la prima fila di casette ma poi tutto si è fermato e sono rimasti persino residui di macerie

I 18 milioni recuperati dal piano per le periferie saranno utili al risanamento di Fondo Fucile e Fondo Saccà. Dove lo sbaraccamento è iniziato, invece, è al rione Taormina, peccato che i lavori non siano più proseguiti. Lo sottolinea il presidente della II circoscrizione, Nuccio Zullo: “Inizio scoppiettante con titoli di stampa a sei colonne e poi … lasciato in uno stato di degrado ed abbandono del tutto inaccettabile, la cartolina di uno scorcio di città da dove sono obbligati a transitarvi tutti i mezzi diretti o provenienti dalla zona sud della città. Lavori fermi ormai da parecchi mesi, senza neanche immaginare di eliminare il cumulo di macerie ed altro che rimane in bella vista, oltre che rappresentare un potenziale pericolo per i bambini del posto che lo utilizzano come spazio di gioco”.

“Cosa si aspetta – incalza Zullo – a restituire alla collettività quell’area ripulita e magari attrezzata in modo tale da sviare lo sguardo dei passanti da uno spettacolo poco edificante. Non si può immaginare di iniziare un percorso per poi lasciarlo nello stato in cui si trova. Il cumulo di macerie abbandonato ormai da quasi un anno lascia sconcertati e, ancor più grave, non dà speranze a quei nuclei abitativi che occupano le fatiscenti baracche in atto poggiati su un letto di liquami ed a stretto contatto con ratti e blatte”.

Zullo chiede alla giunta Accorinti se e con quali fondi pensa di intervenire per il risanamento del rione Taormina, se esiste un progetto di recupero e cosa prevede, quali tempi sono previsti.

Tag:

2 commenti

  1. Se un cittadino getta un sacco di rifiuti in orari diversi da quanto disposto dal Comune viene perseguito. Se lo stesso Comune lascia “giacere” per mesi e mesi pericoloso materiale di risulta, conseguenza di demolizioni effettuate dalla stessa istituzione, in prossimità di un marciapiede ed a pochi metri da baracche abitate non succede un bel nulla. Ma come funziona la giustizia in questa città?

    0
    0
  2. Se un cittadino getta un sacco di rifiuti in orari diversi da quanto disposto dal Comune viene perseguito. Se lo stesso Comune lascia “giacere” per mesi e mesi pericoloso materiale di risulta, conseguenza di demolizioni effettuate dalla stessa istituzione, in prossimità di un marciapiede ed a pochi metri da baracche abitate non succede un bel nulla. Ma come funziona la giustizia in questa città?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007