Metro-Bus dei 5Stelle, elogi e complimenti da Reset...tanto che rivendica la paternità del progetto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Metro-Bus dei 5Stelle, elogi e complimenti da Reset…tanto che rivendica la paternità del progetto

Francesca Stornante

Metro-Bus dei 5Stelle, elogi e complimenti da Reset…tanto che rivendica la paternità del progetto

venerdì 25 Marzo 2016 - 23:14
Metro-Bus dei 5Stelle, elogi e complimenti da Reset…tanto che rivendica la paternità del progetto

Giovedì mattina il meetup Amici di Beppe Grillo di Messina ha presentato all'amministrazione e all'Atm un progetto per rivedere alcune linee dei bus. Progetto che non è passato inosservato al rappresentante di Reset Tinaglia che con i ronia si complimenta con i grillini, ricordando che due anni fa aveva presentato un progetto di gran lunga migliore.

«Vogliamo complimentarci con il Movimento Cinque Stelle e con l’Amministrazione per aver condiviso la proposta di tracciato per ATM ideata dall’ingegnere Leonardo Russo. Crediamo che questa iniziativa dimostri come, a differenza di ciò che abbiamo spesso asserito, l’amministrazione sia aperta al dialogo ed al confronto quando le proposte sono nell’interesse dei Messinesi. Ci congratuliamo, inoltre, con i grillini, con Atm, con l’Assessore Cacciola e con tutta l’Amministrazione Accorinti per aver dimostrato, con i fatti, come davanti al bene comune contino solo le soluzioni e non certamente le apparenze o i rapporti personali. L’idea di costruire nel centro cittadino dei collegamenti trasversali con la tranvia in corrispondenza delle fiumare coperte è da noi condivisa e sostenuta». Sono le parole di Alessandro Tinaglia sul progetto Metro-Bus presentato giovedì mattina dal meetup Amici di Beppe Grillo all’amministrazione comunale, un progetto che effettivamente sembra esser piaciuto a Cacciola, Foti e al dirigente Pizzino e che potrebbe essere testato già nei prossimi mesi. Il rappresentante di Reset si spertica in elogi e complimenti rivolti tanto al meetup 5Stelle che all’amministrazione che ha dimostrato di essere interessata alla proposta, non lesina ringraziamenti per l’idea effettivamente concreta e attuabile. Ovviamente però è solo il preludio di un intervento di critica e polemica perché in pratica Tinaglia sostiene che il progetto sia stato semplicemente copiato da quello che Reset aveva presentato due anni fa. Un progetto che era stato redatto da un gruppo di lavoro formato da Giacomo Guglielmo, Antonino Arnao, Luigi Ieni, Renato Pagliaro, Alessandro Tinaglia e che all’epoca era stato illustrato alla stampa dopo la rottura di Reset con l’amministrazione Accorinti, per dimostrare che la programmazione che l’amministrazione aveva fatto su Atm era figlia solo del gran lavoro portato avanti da Reset (VEDI QUI).

Dunque, l’amministrazione Accorinti due anni fa si è appropriata di quel progetto, oggi i grillini lo copiano. E, stando a quanto afferma Tinaglia, neanche troppo bene.
«La differenza tra la nostra proposta e quella dei grillini sta, innanzitutto, nel fatto che sia gli uffici Tecnici di Atm e Comune che CGIL, CISL, UIL, ORSA ed UGL la condividevano avendo contribuito in modo importante alla stesura definitiva insieme ai nostri consulenti. Il nostro, tra l’altro, era un progetto e non un semplice tracciato, corredato di studi sui flussi, sui tempi e sul numero di vetture da utilizzare che estendeva tale sistema di collegamento trasversale monte-mare a tutta la Città con particolare riferimento ai villaggi e non limitandosi solo al centro cittadino. Elemento di non poco conto visto che i tempi di attesa maggiori ed il numero di soppressioni di corse maggiori riguardano, guarda caso, proprio i villaggi».

Ovviamente Tinaglia spara a zero anche sulla giunta Accorinti: «Evidentemente per l’amministrazione le soluzioni non valgono a prescindere da chi le presenta. Evidentemente, se non sei "amico" dell’amministrazione o non appartieni ad uno schieramento vicino, il fatto di aver elaborato una cosa utile per i messinesi non conta, come non conta che nel frattempo si siano persi oltre due anni prima di valutarla».
Per il rappresentante di Reset è inutile soffermarsi sulla coincidenza tra le sue soluzioni e quelle presentate dai grillini, ma alla fine l’augurio è che sia questo punto il progetto si attui in fretta: «Restiamo ovviamente disponili ad un confronto pubblico, cosa che chiediamo da mesi, sulle soluzioni migliori per ATM e non solo. Chissà che per una volta il Sindaco e la Giunta siano coerenti con gli spot e gli annunci sin ora disattesi.
Non possiamo, ormai, che sperarlo visto che quasi tutti, tra partiti e consiglieri comunali, hanno scelto di far prevalere i propri interessi di parte lasciando Accorinti al suo posto nonostante la sua evidente inadeguatezza".

Francesca Stornante

Tag:

42 commenti

  1. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 02:21

    Lasciare intendere che noi che abbiamo prodotto numerose soluzioni per messina ci limitiamo alla polemica.Lasciare intendere che sia una nostra supposizione il fatto che due anni orsono in conferenza stampa abbiamo consegnato anche a voi(Francesca Stornante)i files del nostro lavoro lascia assai perplessi.Qui siamo al punto in cui anche di fronte a fatti oggettivi e verificabili tramite un semplice Google si lascia intendere altro.Questo modo di fare alimenta un dibattito fatto di offese e valutazioni basate sulla simpatia che negano il merito e la competenza.Ovviamente non solo quelle di reset.È bene dirsi le cose che si pensano con serenità e senza fronzoli.Credo che il ruolo della stampa sia determinante ma deve essere super partes.

    0
    0
  2. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 02:21

    Lasciare intendere che noi che abbiamo prodotto numerose soluzioni per messina ci limitiamo alla polemica.Lasciare intendere che sia una nostra supposizione il fatto che due anni orsono in conferenza stampa abbiamo consegnato anche a voi(Francesca Stornante)i files del nostro lavoro lascia assai perplessi.Qui siamo al punto in cui anche di fronte a fatti oggettivi e verificabili tramite un semplice Google si lascia intendere altro.Questo modo di fare alimenta un dibattito fatto di offese e valutazioni basate sulla simpatia che negano il merito e la competenza.Ovviamente non solo quelle di reset.È bene dirsi le cose che si pensano con serenità e senza fronzoli.Credo che il ruolo della stampa sia determinante ma deve essere super partes.

    0
    0
  3. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 02:33

    Nel comunicato non si parla di copiatura(tra l’altro eventualmente fatta male ed in modo parziale) eppure dal titolo e dal contenuto si evidenzia questo.Anticiperei poi alcuni vili commenti anonimi provenienti,guarda caso, sempre dagli stessi coraggiosi omonimi nick che ho evitato di commentare in passato solo perché credo che non valga la pena discutere con chi non ha il coraggio di mettere la faccia.Come sempre faccio una proposta di metodo.Comprendo se Mariedit non scrive palesemente il proprio nome quando cita dati e fatti.Non comprendo invece perché si consenta a chi offende ed ha certamente anche più nick di farlo omonimamente.Evitarlo aiuterebbe a mantenere il dibattito nel merito senza derive ed offese. Buona Pasqua

    0
    0
  4. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 02:33

    Nel comunicato non si parla di copiatura(tra l’altro eventualmente fatta male ed in modo parziale) eppure dal titolo e dal contenuto si evidenzia questo.Anticiperei poi alcuni vili commenti anonimi provenienti,guarda caso, sempre dagli stessi coraggiosi omonimi nick che ho evitato di commentare in passato solo perché credo che non valga la pena discutere con chi non ha il coraggio di mettere la faccia.Come sempre faccio una proposta di metodo.Comprendo se Mariedit non scrive palesemente il proprio nome quando cita dati e fatti.Non comprendo invece perché si consenta a chi offende ed ha certamente anche più nick di farlo omonimamente.Evitarlo aiuterebbe a mantenere il dibattito nel merito senza derive ed offese. Buona Pasqua

    0
    0
  5. Franco Caliri 26 Marzo 2016 07:13

    Caro tinaglia, ti accorgi solo adesso che lo scalzo e la sua combriccola tengono in considerazione solo le proposte degli amici ed escludono totalmente quelle che sono presentate per il bene della città?

    0
    0
  6. Franco Caliri 26 Marzo 2016 07:13

    Caro tinaglia, ti accorgi solo adesso che lo scalzo e la sua combriccola tengono in considerazione solo le proposte degli amici ed escludono totalmente quelle che sono presentate per il bene della città?

    0
    0
  7. Hardfreelance 26 Marzo 2016 07:39

    L’idea è vecchia. L’aveva lanciata la presidenza Siracusano addirittura prima della costruzione della tranvia (ricordate l’istituzione del “Velocittà”?). Non si realizzò soltanto perchè occorrevano mezzi e disponibilità che fin’oggi non ci sono state. Oggi quello stesso progetto, anche più o meno rimaneggiato, diventa attuabile per la presenza del tram, di nuovi bus e della regolarità dei pagamenti che Atm riceve dal Comune e Regione.

    0
    0
  8. Hardfreelance 26 Marzo 2016 07:39

    L’idea è vecchia. L’aveva lanciata la presidenza Siracusano addirittura prima della costruzione della tranvia (ricordate l’istituzione del “Velocittà”?). Non si realizzò soltanto perchè occorrevano mezzi e disponibilità che fin’oggi non ci sono state. Oggi quello stesso progetto, anche più o meno rimaneggiato, diventa attuabile per la presenza del tram, di nuovi bus e della regolarità dei pagamenti che Atm riceve dal Comune e Regione.

    0
    0
  9. Caro Alessandro TINAGLIA non ho commentato la proposta del MOVIMENTO 5 STELLE, e prima di adesso non ho aperto penna per farlo sulla precisazione di RESET, anzi ho sempre elogiato il tuo movimento per essere l’unico a presentare il programma elettorale nella forma di linee programmatiche, hai la memoria corta. TI sfido ad un copia incolla di un mio commento denigratorio nei tuoi confronti o di altri politici, il massimo del mio sarcasmo è la dedica del O PERNACCHIO del grande EDUARDO, un onore per la qualità dei politici siciliani e messinesi in particolare. Nel 2013 RESET, ACCORINTI e M5S eravate nelle opzioni della mia famiglia e gruppo amicale, in fondo lo siete ancora. La redazione conosce bene la mia identità e mai sono stato moderato

    0
    0
  10. Caro Alessandro TINAGLIA non ho commentato la proposta del MOVIMENTO 5 STELLE, e prima di adesso non ho aperto penna per farlo sulla precisazione di RESET, anzi ho sempre elogiato il tuo movimento per essere l’unico a presentare il programma elettorale nella forma di linee programmatiche, hai la memoria corta. TI sfido ad un copia incolla di un mio commento denigratorio nei tuoi confronti o di altri politici, il massimo del mio sarcasmo è la dedica del O PERNACCHIO del grande EDUARDO, un onore per la qualità dei politici siciliani e messinesi in particolare. Nel 2013 RESET, ACCORINTI e M5S eravate nelle opzioni della mia famiglia e gruppo amicale, in fondo lo siete ancora. La redazione conosce bene la mia identità e mai sono stato moderato

    0
    0
  11. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 08:39

    Francesco Caliri veramente denunciamo la distanza tra gli annunci alla partecipazione e la reale chiusura al confronto da due anni almeno. E questo non piace nè ai supporters anonimi del sindaco nè a chi non ha simpatie per il sottoscritto e non valuta minimamente l’impegno ed il lavoro di reset o perché non ne ha gli strumenti o perché evidentemente in malafede.
    Ovviamente non mi riferisco a lei.

    0
    0
  12. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 08:39

    Francesco Caliri veramente denunciamo la distanza tra gli annunci alla partecipazione e la reale chiusura al confronto da due anni almeno. E questo non piace nè ai supporters anonimi del sindaco nè a chi non ha simpatie per il sottoscritto e non valuta minimamente l’impegno ed il lavoro di reset o perché non ne ha gli strumenti o perché evidentemente in malafede.
    Ovviamente non mi riferisco a lei.

    0
    0
  13. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 08:46

    Il progetto che proponemmo è sostanzialmente diverso perché non immagina il “sistema a pettine” come discusso per anni ma un sistema di “circolari” collegate ad un sistema (bus-tram) che collega la città longitudinalmente da nord a sud. Questo consente di dimezzare quasi il numero di bus necessari per servire tutta la città e non solo il centro. La proposta dei grillini poi è diversa per due cose: 1. Si limita al centro cittadino e quindi non da grande giovamento al sostenta dei flussi. 2. Immagina un’inutile bus che replichi il percorso del tram cose errata dal punto di vista trasportistico per ovvi motivi che però sfuggono evidentemente. La questione importantissima invece non affienata è quella della metroferrovia.

    0
    0
  14. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 08:46

    Il progetto che proponemmo è sostanzialmente diverso perché non immagina il “sistema a pettine” come discusso per anni ma un sistema di “circolari” collegate ad un sistema (bus-tram) che collega la città longitudinalmente da nord a sud. Questo consente di dimezzare quasi il numero di bus necessari per servire tutta la città e non solo il centro. La proposta dei grillini poi è diversa per due cose: 1. Si limita al centro cittadino e quindi non da grande giovamento al sostenta dei flussi. 2. Immagina un’inutile bus che replichi il percorso del tram cose errata dal punto di vista trasportistico per ovvi motivi che però sfuggono evidentemente. La questione importantissima invece non affienata è quella della metroferrovia.

    0
    0
  15. Alesandro TINAGLIA vede solo la componente negativa dei nickname, per l’architetto il nick nega un’identità, quella anagrafica, nascondendo il nostro nome. A mio avviso il nick afferma un’identità, quella essenziale, il contenuto delle nostre riflessioni. In internet AlessandroTINAGLIA e MARIEDIT sono due nickname, dovrei essere io a porre il problema del nick perché nato nel secondo dopoguerra, prima degli anni 80, probabilmente, pur utilizzandolo, ALESSANDRO fatica a riconoscersi nel nuovo tessuto sociale reticolare. Siamo sempre noi, a scegliere chi e come essere, essere social senza dimenticare però chi realmente siamo. Caro TINAGLIA fra qualche anno capirai meglio, nickname o non nickname, che da noi stessi non si scappa mai. AUGURI.

    0
    0
  16. Alesandro TINAGLIA vede solo la componente negativa dei nickname, per l’architetto il nick nega un’identità, quella anagrafica, nascondendo il nostro nome. A mio avviso il nick afferma un’identità, quella essenziale, il contenuto delle nostre riflessioni. In internet AlessandroTINAGLIA e MARIEDIT sono due nickname, dovrei essere io a porre il problema del nick perché nato nel secondo dopoguerra, prima degli anni 80, probabilmente, pur utilizzandolo, ALESSANDRO fatica a riconoscersi nel nuovo tessuto sociale reticolare. Siamo sempre noi, a scegliere chi e come essere, essere social senza dimenticare però chi realmente siamo. Caro TINAGLIA fra qualche anno capirai meglio, nickname o non nickname, che da noi stessi non si scappa mai. AUGURI.

    0
    0
  17. MessineseAttento 26 Marzo 2016 09:17

    Tinaglia, tanto per cominciare si dice anonimamente e non omonimamente. Chiarito questo, la invito ad abbandonare la scena pubblica, se per lei, sentirsi dire che POLITICAMENTE, a Messina, non ha mai contato nulla, meno di zero, la offende. Non credo, poi, che ci si debba firmare con nome e cognome per ricordarle che dalle urne è uscito con le ossa rotte e che i messinesi hanno bocciato il suo progetto da tutti i punti di vista. Inoltre, le dico in tutta franchezza che la sua tiritera: “Io lo so fare meglio, io lo avevo fatto prima, io sono più bravo, io, io io..”, ci ha terribilmente annoiati. E mi creda, questo suo modo di fare non farà altro che abbassare la già ridicola percentuale di voti che ha raccattato nel 2013. Buona pasqua!

    0
    0
  18. MessineseAttento 26 Marzo 2016 09:17

    Tinaglia, tanto per cominciare si dice anonimamente e non omonimamente. Chiarito questo, la invito ad abbandonare la scena pubblica, se per lei, sentirsi dire che POLITICAMENTE, a Messina, non ha mai contato nulla, meno di zero, la offende. Non credo, poi, che ci si debba firmare con nome e cognome per ricordarle che dalle urne è uscito con le ossa rotte e che i messinesi hanno bocciato il suo progetto da tutti i punti di vista. Inoltre, le dico in tutta franchezza che la sua tiritera: “Io lo so fare meglio, io lo avevo fatto prima, io sono più bravo, io, io io..”, ci ha terribilmente annoiati. E mi creda, questo suo modo di fare non farà altro che abbassare la già ridicola percentuale di voti che ha raccattato nel 2013. Buona pasqua!

    0
    0
  19. Caro Alessandro gli ultimi miei commenti destinati al TINAGLIA politico sono del 29 novembre 2015, quando sei intervenuto sulla questione della stabilizzazione dei precari. Ti fornisco il link per sfidarti a trovare queste mie presunte denigrazioni nei tuoi confronti. http://www.tempostretto.it/news/lupo-perde-pelo-reset-stabilizzazione-precari-soliti-annunci-soliti-slogan-tutto-diventa-svolta-epocale.html. Ti faccio con sincerità gli auguri di Buona Pasqua e li estendo alla tua famiglia. Al TINAGLIA politico consiglio più cautela, comunque la presenza di RESET è importante nel panorama politico, conosco PERSONALMENTE molti dei suoi attivisti e il loro valore professionale.

    0
    0
  20. Caro Alessandro gli ultimi miei commenti destinati al TINAGLIA politico sono del 29 novembre 2015, quando sei intervenuto sulla questione della stabilizzazione dei precari. Ti fornisco il link per sfidarti a trovare queste mie presunte denigrazioni nei tuoi confronti. http://www.tempostretto.it/news/lupo-perde-pelo-reset-stabilizzazione-precari-soliti-annunci-soliti-slogan-tutto-diventa-svolta-epocale.html. Ti faccio con sincerità gli auguri di Buona Pasqua e li estendo alla tua famiglia. Al TINAGLIA politico consiglio più cautela, comunque la presenza di RESET è importante nel panorama politico, conosco PERSONALMENTE molti dei suoi attivisti e il loro valore professionale.

    0
    0
  21. Brevemente per qualche chiarimento. Di trasporti a pettine se ne è sempre parlato,ma non si è mai attuato NULLA; qualche mese fa ho visto che l’ATM stava cominciando a posizionare nuove paline, indicando gli stessi percorsi,sempre senza cambiare i vecchi e quindi lasciando le cose sempre uguali. Allora, come si evince dal progetto, ho proposto un nuovo tragitto per 5 bus,il 33,39,43,47,53, e di istituire una dorsale Castronovo – Gazzi di collegamento per migliorare l’efficienza del servizio alla città a costo zero. Il progetto Reset non lo conosco, ma da quello che spiega lo stesso Tinaglia mi pare abbia altri costi, altri obiettivi ed ambiti diversi (ristruttrazione ATM etc);spiace questa contrapposizione sterile sul nulla.Leonardo Russo

    0
    0
  22. Brevemente per qualche chiarimento. Di trasporti a pettine se ne è sempre parlato,ma non si è mai attuato NULLA; qualche mese fa ho visto che l’ATM stava cominciando a posizionare nuove paline, indicando gli stessi percorsi,sempre senza cambiare i vecchi e quindi lasciando le cose sempre uguali. Allora, come si evince dal progetto, ho proposto un nuovo tragitto per 5 bus,il 33,39,43,47,53, e di istituire una dorsale Castronovo – Gazzi di collegamento per migliorare l’efficienza del servizio alla città a costo zero. Il progetto Reset non lo conosco, ma da quello che spiega lo stesso Tinaglia mi pare abbia altri costi, altri obiettivi ed ambiti diversi (ristruttrazione ATM etc);spiace questa contrapposizione sterile sul nulla.Leonardo Russo

    0
    0
  23. MessineseAttento 26 Marzo 2016 13:22

    Lei la conosce la differenza tra OMONIMO ed ANONIMO, esimio Tinaglia?

    0
    0
  24. MessineseAttento 26 Marzo 2016 13:22

    Lei la conosce la differenza tra OMONIMO ed ANONIMO, esimio Tinaglia?

    0
    0
  25. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:26

    Caro Leonardo come accade a qui viene sorpreso a copiare anche tu vedo che dai la colpa al compagno di banco.Questo sì che dispiace. Mi chiedesti informazioni personalmente sul nostro lavoro oltre un anno e mezzo fa.La polemica non sta nel fatto che si attui una cosa utile per la città(per quanto trovo errato inserire un bus che fa il percorso parallelo al tram, capita a chi copia male).La domanda che faccio è un’altra e tu in questo prima di questo post era marginale.È mai possibile che un’amministrazione che si dice aperta al confronto rinunci ad un progetto identico,certamente più ampio, e preferisca un tracciato solo perché sei amico dell’assessore?È questa la politica che immaginate voi del 5 stelle e l’amministrazione?Che rivoluzione!

    0
    0
  26. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:26

    Caro Leonardo come accade a qui viene sorpreso a copiare anche tu vedo che dai la colpa al compagno di banco.Questo sì che dispiace. Mi chiedesti informazioni personalmente sul nostro lavoro oltre un anno e mezzo fa.La polemica non sta nel fatto che si attui una cosa utile per la città(per quanto trovo errato inserire un bus che fa il percorso parallelo al tram, capita a chi copia male).La domanda che faccio è un’altra e tu in questo prima di questo post era marginale.È mai possibile che un’amministrazione che si dice aperta al confronto rinunci ad un progetto identico,certamente più ampio, e preferisca un tracciato solo perché sei amico dell’assessore?È questa la politica che immaginate voi del 5 stelle e l’amministrazione?Che rivoluzione!

    0
    0
  27. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:29

    Il nulla sta nella proposta sbagliata che serve il centro anziché i villaggi.
    Il nulla sta nel chiamare progetto uno schizzo di un tracciato.
    Il nulla sta nel continuare a usare le solite logiche pensando che i cittadini siano stupidì.
    Il nulla sta nell’usare Atm e l’amicizia con l’assessore per imporre il tuo meetup per la guerra intestina con gli altri grillini di Zafarana e company.
    Questo è nulla. Noi poniamo un problema sul metodo e sulla competenza.
    Il resto pubblicamente e quando vuoi siamo pronti a discuterlo.
    So però che anche tu come l’amministrazione ti sottrarai.
    Buona Pasqua.

    0
    0
  28. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:29

    Il nulla sta nella proposta sbagliata che serve il centro anziché i villaggi.
    Il nulla sta nel chiamare progetto uno schizzo di un tracciato.
    Il nulla sta nel continuare a usare le solite logiche pensando che i cittadini siano stupidì.
    Il nulla sta nell’usare Atm e l’amicizia con l’assessore per imporre il tuo meetup per la guerra intestina con gli altri grillini di Zafarana e company.
    Questo è nulla. Noi poniamo un problema sul metodo e sulla competenza.
    Il resto pubblicamente e quando vuoi siamo pronti a discuterlo.
    So però che anche tu come l’amministrazione ti sottrarai.
    Buona Pasqua.

    0
    0
  29. Franco Caliri 26 Marzo 2016 18:35

    Non sarò certo io a difendere tinaglia che non conosco personalmente e non mi interessa conoscere ma che mariedit e messineseattento lo critichino non può che far sorridere. Da quale pulpito… In questo caso, tinaglia ha ragione anche se al posto suo me ne infischierei bellamente se i pavidi meriedit e messineseattento non si firmano con nome e cognome. Questi piccoli soggetti si firmano giornalmente con gli atti e azioni che hanno dimostrato di non sapere portare avanti. Ma in fondo, loro sono pagati assieme a tanti altri lacchè dello scalzo ed è normale che difendano l’iundifendibile. Ovvio che si nascondano dietro ad un nickname. Potranno sempre dire, vigliaccamente, un giorno, che loro erano contrari alle azione del tibetano….

    0
    0
  30. Franco Caliri 26 Marzo 2016 18:35

    Non sarò certo io a difendere tinaglia che non conosco personalmente e non mi interessa conoscere ma che mariedit e messineseattento lo critichino non può che far sorridere. Da quale pulpito… In questo caso, tinaglia ha ragione anche se al posto suo me ne infischierei bellamente se i pavidi meriedit e messineseattento non si firmano con nome e cognome. Questi piccoli soggetti si firmano giornalmente con gli atti e azioni che hanno dimostrato di non sapere portare avanti. Ma in fondo, loro sono pagati assieme a tanti altri lacchè dello scalzo ed è normale che difendano l’iundifendibile. Ovvio che si nascondano dietro ad un nickname. Potranno sempre dire, vigliaccamente, un giorno, che loro erano contrari alle azione del tibetano….

    0
    0
  31. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:42

    Intanto grazie per l’educazione che hai nel porre le questioni e per il fatto di occuparti delle cose nello specifico.Noi eravamo convinti che 3 anni fa il riequilibrio potesse divenire un’opportunità se collegato ad azioni di sviluppo economico. Prima tra tutte la flotta comunale il contratto con eni e la riorganizzazione di Messinambiente.Renato non ha cambiato idea, a dire il vero credo che mai abbia aperto una sola carta.Chi decide al suo posto ha scelto di pagare i debiti ai soliti 4 noti e così francamente il riequilibrio non ha senso perché carica sulle spalle dei messinesi gli errori della politica precedente ed attutale.Soprattutto poi non disegna alcun modello di sviluppo facendo coincidere la macchina comunale con la città.

    0
    0
  32. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:42

    Intanto grazie per l’educazione che hai nel porre le questioni e per il fatto di occuparti delle cose nello specifico.Noi eravamo convinti che 3 anni fa il riequilibrio potesse divenire un’opportunità se collegato ad azioni di sviluppo economico. Prima tra tutte la flotta comunale il contratto con eni e la riorganizzazione di Messinambiente.Renato non ha cambiato idea, a dire il vero credo che mai abbia aperto una sola carta.Chi decide al suo posto ha scelto di pagare i debiti ai soliti 4 noti e così francamente il riequilibrio non ha senso perché carica sulle spalle dei messinesi gli errori della politica precedente ed attutale.Soprattutto poi non disegna alcun modello di sviluppo facendo coincidere la macchina comunale con la città.

    0
    0
  33. Franco Caliri 26 Marzo 2016 18:45

    Caro Alessandro tinaglia, non l’ho votata, probabilmente non la voterò (ma su questo le decisioni le prenderò al momento opportuno) ma non posso che condividere con lei i giudizi sui lacchè dello scalzo. Ma che ci vuole fare, sono pagati per questo e devono pur portare il pane a casa… Falliti nella vita, sperano di realizzarsi scrivendo sciocchezze che non fanno presa su nessuno. Destinati a sparire dalla scena politica assieme al loro capo tibetano? No, stia tranquillo. Il fatto di nascondere la propria identità, serve solo a fa si che possano riproporsi ed offrire i propri servigi al prossimo sindaco. Insomma, mercenari della politica…

    0
    0
  34. Franco Caliri 26 Marzo 2016 18:45

    Caro Alessandro tinaglia, non l’ho votata, probabilmente non la voterò (ma su questo le decisioni le prenderò al momento opportuno) ma non posso che condividere con lei i giudizi sui lacchè dello scalzo. Ma che ci vuole fare, sono pagati per questo e devono pur portare il pane a casa… Falliti nella vita, sperano di realizzarsi scrivendo sciocchezze che non fanno presa su nessuno. Destinati a sparire dalla scena politica assieme al loro capo tibetano? No, stia tranquillo. Il fatto di nascondere la propria identità, serve solo a fa si che possano riproporsi ed offrire i propri servigi al prossimo sindaco. Insomma, mercenari della politica…

    0
    0
  35. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:55

    Non mi dare del Lei uomo coraggioso.
    Sarai uno di quelli scesi dal treno perché non potevi ottenere vantaggi personali.
    Triste

    0
    0
  36. Alessandro Tinaglia 26 Marzo 2016 18:55

    Non mi dare del Lei uomo coraggioso.
    Sarai uno di quelli scesi dal treno perché non potevi ottenere vantaggi personali.
    Triste

    0
    0
  37. Caro TINAGLIA, lascia perdere l’afflato verso quel commentatore ingiurioso di professione, non è una buona compagnia, e parliamo di cose serie. Approfitto della tua presenza in questo spazio commenti. Ti distingueva dalla proposta di dissesto di RENATO sindaco la tua idea di fare del piano di riequilibrio un piano di sviluppo decennale. In un certo senso hai convinto ACCORINTI a tentare di risanare i nostri conti tenendo lontano tre sconosciuti commissari. SIGNORINO ha messo nero su bianco le AZIONI per reperire risorse finanziarie da destinare alla montagna di passività ereditate, almeno su quest’ultima affermazione dovresti convenire, mentre RESET in questi mesi non si è sbilanciata su come trovarle, forse paura di perdere consensi?

    0
    0
  38. Caro TINAGLIA, lascia perdere l’afflato verso quel commentatore ingiurioso di professione, non è una buona compagnia, e parliamo di cose serie. Approfitto della tua presenza in questo spazio commenti. Ti distingueva dalla proposta di dissesto di RENATO sindaco la tua idea di fare del piano di riequilibrio un piano di sviluppo decennale. In un certo senso hai convinto ACCORINTI a tentare di risanare i nostri conti tenendo lontano tre sconosciuti commissari. SIGNORINO ha messo nero su bianco le AZIONI per reperire risorse finanziarie da destinare alla montagna di passività ereditate, almeno su quest’ultima affermazione dovresti convenire, mentre RESET in questi mesi non si è sbilanciata su come trovarle, forse paura di perdere consensi?

    0
    0
  39. Hardfreelance 28 Marzo 2016 05:55

    Per Messineseattento: ma ti sei mai chiesto qual’è la provenienza dei voti ottenuti dal tibetano al secondo turno? Pensaci….vedrai che sono da apprezzare maggiormente i pochi voti ottenuti da Alessandro!

    0
    0
  40. Hardfreelance 28 Marzo 2016 05:55

    Per Messineseattento: ma ti sei mai chiesto qual’è la provenienza dei voti ottenuti dal tibetano al secondo turno? Pensaci….vedrai che sono da apprezzare maggiormente i pochi voti ottenuti da Alessandro!

    0
    0
  41. MessineseAttento 28 Marzo 2016 09:54

    Tinaglia io le do del lei, come pretendo che lei lo dia a me. Impari ad esprimersi in corretto italiano, potrebbe essere un buon punto di inizio per raggiungere la tanta agognata poltroncina a cui aspira per trovare un’identità che, ad oggi, sembra smarrita. Capisco che rassegnarsi all’ANONIMATO, come realizzare che neanche tutti i parenti l’hanno votata, è umanamente tragico, caro, lei sì, uomo “coraggioso”.
    Concludo regalandole un’altra delusione da attaccare al suo album, nn vivo più a Messina da tempo ed i treni di cui parla li lascio a chi cerca nella politica ciò che non è riuscito a trovare in altri ambiti. Noioso, a tratti patetico.

    0
    0
  42. MessineseAttento 28 Marzo 2016 09:54

    Tinaglia io le do del lei, come pretendo che lei lo dia a me. Impari ad esprimersi in corretto italiano, potrebbe essere un buon punto di inizio per raggiungere la tanta agognata poltroncina a cui aspira per trovare un’identità che, ad oggi, sembra smarrita. Capisco che rassegnarsi all’ANONIMATO, come realizzare che neanche tutti i parenti l’hanno votata, è umanamente tragico, caro, lei sì, uomo “coraggioso”.
    Concludo regalandole un’altra delusione da attaccare al suo album, nn vivo più a Messina da tempo ed i treni di cui parla li lascio a chi cerca nella politica ciò che non è riuscito a trovare in altri ambiti. Noioso, a tratti patetico.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x