Navarra stacca Dugo di 202 voti, si va al secondo turno, ago della bilancia Cupaiuolo - Tempo Stretto

Navarra stacca Dugo di 202 voti, si va al secondo turno, ago della bilancia Cupaiuolo

Danila La Torre-Francesca Stornante

Navarra stacca Dugo di 202 voti, si va al secondo turno, ago della bilancia Cupaiuolo

venerdì 24 Maggio 2013 - 09:03

Si è chiuso lo spoglio elettorale all'Università. Nessuno dei candidati ha ottenuto la maggioranza dei voti degli aventi diritto, si torna alle urne il 27 maggio. Oltre 200 preferenze di differenza per Navarra rispetto a Dugo, contestazioni nei seggi 1 e 2 dove votano gli studenti.

Chiuse le urne ieri sera con un’affluenza di votanti che ha toccato il 90%, oggi è il giorno dello spoglio. L’Università di Messina si prepara ad avere una nuova guida dopo i nove anni del rettore Franco Tomasello. La comunità accademica ieri ha risposto massiccia alla chiamata elettorale, cinque i candidati alla poltrona più ambita di piazza Pugliatti: il prof. di Letteratura latina Giovanni Cupaiuolo; il prof. Scienza degli Alimenti e Direttore di Dipartimento Giacomo Dugo; la prof.ssa di Veterinaria Adriana Ferlazzo; il prof. di Economia Pietro Navarra; ed il prof di Diritto amministrativo Antonio Romano Tassone. Lo spoglio è iniziato questa mattina ed al momento in corso sotto l’occhio attento e vigile di docenti, studenti, personale amministrativo, che hanno affollato corridoi e cortile del Rettorato per seguire minuto per minuto tutte le operazioni che potrebbero consegnare il nome del nuovo Magnifico. Qualcuno addirittura non è neanche tornato a casa ieri. Sono stati infatti molti gli studenti che hanno trascorso la notte al Rettorato in attesa di questa mattinata. Ci sarebbe stato un “vincitore” soltanto se uno dei cinque candidati avesse ottenuto la maggioranza dei voti degli aventi diritto, quorum che non è stato raggiunto a questo primo turno. Il dato che emerge è il professor Pietro Navarra primeggia in tutti i seggi lasciando a distanza il rivale Giacomo Dugo. “Terzo incomodo” il professore Cupaiuolo che ha finora incassato un risultato sicuramente migliore di quelle che erano state le previsioni. 96 in totale le schede contestate solo nei seggi 1 e 2, quelli in cui hanno votato anche gli studenti.

Dati definitivi

Pietro Navarra: 687

Giacomo Dugo: 485

Giovanni Cupaiuolo: 224

Adriana Ferlazzo: 80

Antonio Romano Tassone: 34

Dati seggio per seggio

Seggio 1 hanno votato 430 aventi diritto su 449. Lo spoglio è iniziato alle 12.45, in netto ritardo per le contestazioni nel seggio 2. Anche in questo seggio, com'era prevedibile, 54 schede con unica linea obliqua sul nome di Dugo.

Pietro Navarra: 183

Giacomo Dugo: 150

Giovanni Cupaiuolo: 58

Adriana Ferlazzo: 22

Antonio Romano Tassone: 12

Schede Bianche: 3

Nulle: 2

Seggio 2 (insieme al seggio 1) professori di ruolo ed incaricati stabilizzati, i Dirigenti amministrativi, gli Assegnisti del ruolo ad esaurimento, i Rappresentanti dei dottorandi, assegnisti, specializzandi, i Rappresentanti degli studenti nel Senato accademico e nel Consiglio d’amministrazione, i Rappresentanti degli studenti nei Consigli di Dipartimento (voto pieno)

Pietro Navarra: 148 voti

Giacomo Dugo: 123 voti

Giovanni Cupaiuolo: 51 voti

Adriana Ferlazzo: 20 voti

Antonio Romano Tassone: 9 voti

42 schede contestate, tutte a favore di Dugo, non presentano il segno x sul nome del candidato, ma un’unica linea, chiaro segno di riconoscimento. I Professori Navarra e Cupaiuolo, alla fine non si è unita la professoressa Ferlazzo, hanno presentato un documento, che sarà allegato al verbale di scrutinio, per contestare soprattutto l’aspetto culturale di questo episodio perché se anche il voto è valido in quanto espressione di una preferenza, il chiaro segno di riconoscimento è un fatto culturale ritenuto gravissimo.

Seggio 3: ricercatori a tempo indeterminato (voto pieno)

Pietro Navarra: 259

Giacomo Dugo: 165

Giovanni Cupaiuolo: 99

Adriana Ferlazzo: 23

Antonio Tassone Romano: 12

Schede bianche: 3

Nulle: 4

Voti già ponderati dei ricercatori a tempo determinato il cui voto vale il 30%:

Pietro Navarra: 12.6

Giacomo Dugo: 6

Giovanni Cupaiuolo: 2.7

Adriana Ferlazzo: 0.9

Antonio Tassone Romano: 0.3

Schede bianche: 0

Nulle: 0.6

Seggio 4 personale tecnico amministrativo, collaboratori ed esperti linguistici (il cui voto vale il 20%)

Giacomo Dugo: 147

Giovanni Cupaiuolo: 47

Adriana Ferlazzo 46

Antonio Romano Tassone: 4

Schede Bianche: 5

Nulle: 18

Seggio 5 personale tecnico amministrativo, collaboratori ed esperti linguistici (il cui voto vale il 20%)

Pietro Navarra: 193

Giacomo Dugo: 75

Giovanni Cupaiuolo: 25

Adriana Ferlazzo: 30

Antonio Romano Tassone: 2

Schede Bianche: 1

Nulle: 6

Seggio 6 personale tecnico amministrativo, collaboratori ed esperti linguistici (il cui voto vale il 20%)

Pietro Navarra: 136

Giacomo Dugo: 73

Giovanni Cupaiuolo: 27

Adriana Ferlazzo: 18

Romano Tassone 1

Schede bianche: 2

Tag:

3 commenti

  1. Si preannuncia la vittoria di Navarra, uomo dell’establishment.
    Cambiare tutto per non cambiare nulla.

    0
    0
  2. i fasci per un elezione sono fuori luogo.
    o no?

    0
    0
  3. no.proroga.rettori. 24 Maggio 2013 15:10

    È legittima la consultazione elettorale per il rinnovo della carica di rettore il cui primo atto si è appena consumato? Giriamo la domanda a chi di dovere, visto e considerato che tra gli aventi diritto al voto compaiono i concorrenti nei reati contestati al Rettore Tomasello, nei confronti dei quali la Cassazione ha confermato le pene detentive ed interdittive comminate in primo e secondo grado.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007