Stop ai contratti operatori Covid. De Luca (M5S): "Figure professionali necessarie" - Tempostretto

Stop ai contratti operatori Covid. De Luca (M5S): “Figure professionali necessarie”

Redazione

Stop ai contratti operatori Covid. De Luca (M5S): “Figure professionali necessarie”

lunedì 04 Luglio 2022 - 08:11

Il parlamentare pentastellato contesta la decisione dell’Asp di Messina di lasciare a casa 150 operatori sanitari e ricorda che non è la prima volta che accade

«La scelta dell’Asp di Messina di non rinnovare il contratto libero professionale di circa 150 operatori sanitari, nell’ambito dell’emergenza Covid, è in netta contraddizione con la risalita dei contagi e dei ricoveri che si stanno registrando in tutta la Sicilia. I vertici dell’Azienda sanitaria provinciale si dimostrano ancora una volta poco lungimiranti e poco attenti alle esigenze del nostro territorio, in una fase particolarmente delicata». L’affondo è del deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca, componente della commissione Sanità dell’Ars.

«Nei giorni scorsi – sottolinea il parlamentare pentastellato – avevo denunciato l’intenzione dell’Asp di Messina di interrompere l’attività dell’hub in Fiera, decisione scellerata fortunatamente scongiurata, e adesso ci ritroviamo con una delibera che lascia a casa circa 150 operatori sanitari,  tra cui tecnici della prevenzione, biologi,  psicologi e assistenti sociali. Si tratta di figure professionali il cui contributo è stato fondamentale per affrontare l’emergenza Covid e le cui competenze sono ancora fortemente necessarie vista la recrudescenza della pandemia».

«Ricordo inoltre – evidenzia Antonio De Luca –  che già a fine aprile scorso, nonostante le promesse  dell’assessore Razza e del Commissario Alagna non sono stati reintegrati neanche gli psicoterapeuti che erano stati impegnati nell’emergenza Covid e che hanno contribuito in maniera determinante a gestire la prima fase emergenziale e il recupero dell’arretrato, fornendo sostegno e aiuto concreto a tantissimi cittadini. Questi professionisti grazie a un mio disegno di legge non ancora discusso avrebbero potuto prestare servizio nei  laboratori long Covid che, nonostante le svariate promesse del governo regionale, non sono mai stati attivati. La storia dunque si ripete, ancora una volta a danno dei professionisti e dei cittadini».

«L’emergenza sanitaria- afferma il deputato regionale – è tutt’altro che terminata e abbiamo bisogno di tutte le professionalità che in questi due anni sono state in prima linea e hanno fornito alla cittadinanza un’assistenza preziosa».

«E’ piuttosto singolare  – conclude il parlamentare del Movimento Cinque Stelle  – che oggi a sollevare il caso sia la collega Amata, che appartiene allo stesso partito dell’assessore Razza, responsabile insieme al presidente della Regione sia della struttura Covid che delle nomine dei vertici dell’Asp messinese. Ma si parlano tra di loro – si domanda il parlamentare pentastellato – o siamo di fronte all’ennesimo teatrino in cui si sopprime un servizio e si vuole persino apparire come quelli che lo difendono?».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007