Stop ai voli a 500 euro a Natale: ecco la petizione on line - Tempo Stretto

Stop ai voli a 500 euro a Natale: ecco la petizione on line

Rosaria Brancato

Stop ai voli a 500 euro a Natale: ecco la petizione on line

giovedì 07 Novembre 2019 - 16:16
Stop ai voli a 500 euro a Natale: ecco la petizione on line

Tempostretto sposa la mobilitazione on line lanciata dall'Unione industriali di Palermo attraverso change.org

Ormai è un coro di proteste, sebbene tardivo. L’addio della Vueling che da ottobre ha soppresso i voli da Catania per Roma ha di fatto amplificato un fenomeno che in realtà è periodico e di vecchia data: l’incremento delle tariffe in occasione delle festività per chi rientra in Sicilia.

Caro voli

Cifre da capogiro per chi non ha potuto acquistarli per tempo. E mentre c’è chi invoca l’intervento dell’Enac, chi dell’Antitrust, mentre c’è il balletto tra opposizione e maggioranza per capire chi ha più colpe, l’Unione degli industriali di Confcommercio Palermo lancia una petizione on line.

Petizione su change.org

Da oggi sul sito che gestisce le raccolte firme Change.org è infatti possibile firmare contro il caro voli nell’isola che, a differenza della Sardegna, ha una continuità territoriale solo sulla carta e sugli annunci.

Tempostretto sposa la battaglia

Antonio Lo Coco, presidente dell’Unione degli industriali spiega le motivazioni della petizione, che Tempostretto sposa come battaglia. Invitiamo quindi quanti vogliano unirsi alla battaglia contro il caro voli a firmare la petizione qui.

Mortificante non avere diritti

 “Pagare circa 500 euro per un biglietto aereo di sola andata per Roma è fuori da ogni logica. Noi non vogliamo più subire passivamente una simile condizione di svantaggio – spiega Lo Coco -. È mortificante essere costretti a portare avanti una battaglia da cittadini e da imprenditori per ottenere il riconoscimento di diritti apparentemente elementari.

Più firme più contiamo

“Da qui nasce questa iniziativa con cui vogliamo dare voce alle tante istanze del territorio e promuovere azioni concrete che portino alla soluzione del problema. Per passare dalle parole ai fatti basterà una semplice firma digitale: più saranno le firme e maggiore sarà il nostro potere di interlocuzione. Da industriali abituati a fronteggiare mille quotidiane difficoltà non vogliamo limitarci alle sterili lamentele ma farci parte attiva per la ricerca di una soluzione che produrrebbe, a cascata, una serie di effetti benefici per la nostra isola”.

Articoli correlati

Tag:

2 commenti

  1. …ma qual’è il problema? presto fatto.
    a Villa S.Giovanni per le auto provenienza più su del Lazio che vengono in SICILIA PER ATTRAVERSARE LO STRETTO 300 EURO SOLO ANDATA.FINE DELLA STORIA.

    0
    0
  2. Vergogna!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007