Stretto di Messina, verso esodo e controesodo. La Uil: "Rischio caos" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Stretto di Messina, verso esodo e controesodo. La Uil: “Rischio caos”

Redazione

Stretto di Messina, verso esodo e controesodo. La Uil: “Rischio caos”

venerdì 24 Luglio 2020 - 18:36
Stretto di Messina, verso esodo e controesodo. La Uil: “Rischio caos”

Al consueto traffico, si aggiungono i lavori sul viadotto Ritiro, dov'è caos già adesso. Chiesta la presenza di Bluferries al porto storico ad agosto

Un piano urgente che regolamenti l’uso del porto storico, l’approdo di Tremestieri e della Rada San Francesco per decongestionare il centro città. La Uil trasporti lo chiede ad amministrazione comunale e Prefettura in vista dell’esodo e del controesodo.

“Siamo a pochi giorni dal primo week end di agosto e sarà per Messina il primo test da bollino nero per il prevedibile esodo estivo verso la Sicilia – dichiarano Michele Barresi, segretario generale, e Nino Di Mento, responsabile porti e logistica della Uil trasporti con delega all’area integrata dello Stretto -. Serve con urgenza un piano di viabilità che sia in grado di evitare le criticità sul viale Boccetta che rispetto agli scorsi anni saranno accentuate dal problema dei lavori sul viadotto Ritiro e allo svincolo di Giostra”.

La richiesta è di “incrementare le corse dei vettori privati e pubblici anche con il ripristino del servizio Bluferries nel porto storico almeno per i mesi di agosto e settembre. Un piano di viabilità che prenda in considerazione anche le gravi criticità ancora irrisolte legate agli intensi flussi dei pendolari che quotidianamente intasano la tratta da Villafranca a Messina e viceversa – concludono Barresi e Di Mento – e che se non opportunamente governati assieme all’esodo turistico rischiano di far implodere la viabilità del centro città e della tangenziale di Messina”.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

3 commenti

  1. Ennesima dimostrazione che il ponte serve. Basta solo la volontà politica e usare criterio. Il nuovo ponte Morandi di Genova pur con le dovute cautele ne é la riprova.

    0
    4
    1. Allora trova una soluzione degna di tal nome dato che sei contrario.

      0
      1
  2. Per il ponte non c’è la volontà politica di questo governo, perchè la priorità sono le infrastrutture (dove lo fanno questo film ? mi piacerebbe vederlo, forse all’Astra, a no non c’è più quel cinema.Tutte chiacchiere). Piuttosto, visto l’emergenza, perchè non consentire alle navi a 4 binari delle Ferrovie dello Stato al trasporto delle auto come succedeva prima? Eresie.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007