"Orestea - Amori e morte di una famiglia maledetta", il La Farina porta in scena la tradizione - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Orestea – Amori e morte di una famiglia maledetta”, il La Farina porta in scena la tradizione

“Orestea – Amori e morte di una famiglia maledetta”, il La Farina porta in scena la tradizione

domenica 01 Giugno 2014 - 06:01
“Orestea – Amori e morte di una famiglia maledetta”, il La Farina porta in scena la tradizione

Gli studenti del gruppo teatrale del liceo classico La Farina hanno messo in scena, con successo, L'Orestea. Lo spettacolo ha già ottenuto numerosi riconoscimenti anche a Tindari ed a Messene, in Grecia, dove è stato presentato nei mesi scorsi. Applausi del pubblico per i giovani attori venerdì scorso al Teatro Annibale di Francia.

Ancora una volta l'ambiente scolastico messinese si fa punto d'incontro tra la tradizione e la modernità della riscoperta dei capisaldi dell'arte. Innovativo è applicare nuovamente i canoni classici, prendendo dall'aureo calderone, ad esempio, le proporzioni della scultura, i versi della letteratura o le maschere della tragedia. Il Liceo Classico La Farina, impegnato attivamente in diversi progetti dediti a promuovere proprio questi ideali, si conferma decisamente principale portatore di tale messaggio. Il gruppo teatrale dell'istituto, già largamente apprezzato, alla fine di maggio, come di consueto, ha proposto un'opera realizzata dai ragazzi dello stabile di Via Oratorio della Pace, coordinati dalla regista Donatella Venuti (supportata dalle professoresse Zodda e Morabito), che da tempo ormai segue generazioni di studenti. "La squadra", ad aprile, è arrivata addirittura a Messene, in Grecia, dove ha messo in scena l'Orestea Eschiliana durante il festival cittadino, svolto all'interno del teatro ekklesiasterion, sito nella parte antica della cittadina. Inoltre, lo spettacolo è stato anche premiato a Tindari per il concorso "Teatro Giovani 2014", ottenendo i titoli più prestigiosi (migliore attrice protagonista, migliori attrici non protagoniste e migliori costumi). Dopo i vari sipari calati in queste prestigiose location ed occasioni, il gruppo ha messo in scena venerdì 30 maggio, presso il Teatro Maria Annibale di Francia, "Orestea – Amori e morte di una famiglia maledetta", proprio il testo tanto applaudito nell'Ellade. La serata messinese è stata gestita al meglio non solo sotto il punto di vista artistico ma anche organizzativo: il servizio d'ordine che ha diretto la sala era composto dagli stessi alunni dell'istituto. Dopo una breve introduzione dell'opera, in cui sono stati esposti i successi della stessa, la regista Donatella Venuti ha fatto da Chaperon, facendo entrare la platea nel vivo della storia. Il dramma è iniziato con il piede giusto, gli attori erano tutti preparati ed hanno interpretato i loro ruoli con sorprendente professionalità. L'alunna Sara Quartarone si è distinta, insieme al compagno Pietro Casablanca, nella gestione della scena, confermandosi pilastro del gruppo; va sottolineata, inoltre, l'ottima prova di Valeria Inglese, che con la sua enfasi ha incantato gli astanti; tra gli esordi stupisce Luigi Lucà. I costumi particolarmente curati, hanno fatto da cornice ad un contesto decisamente suggestivo, all'interno del quale gli spettatori si sono totalmente immersi. In sala, oltre agli amici ed i parenti degli attori, vi erano moltissimi ex alunni del Liceo La Farina e diversi membri del corpo docenti. Al termine dello spettacolo un'ovazione ha accolto i giovani e la regista durante la chiamata alla ribalta. Il pubblico ha trasmesso tutto l'apprezzamento possibile ad una squadra che, anche quest'anno, si è confermata vincente, riuscendo a far diventare moderna la stessa classicità. I vari personaggi dello spettacolo ed i rispettivi interpreti: Oreste – Pietro Casablanca, Clitennestra – Sara Quartarone, Erinni – Valeria Inglese, Elettra – Simona Ceraulo, Cassandra – Alessia Di Fiore, Agamennone – Francesco Fiumanò, Coefore – Silvia Laudini / Noemi Bonfiglio, Messaggero – Francesco Cacciola, Apollo – Luigi Lucà, Atena – Alessia Ilacqua, Pilade – Federico Pappalardo, Ifigenia – Rossana Giannetto, Erinni – Francesca Ricevuto / Giorgia Tranchida / Rossana Giannetto/ Noemi Bonfiglio / Silvia Laudini/ Alessia Di Fiore / Simona Ceraulo.

Claudio Panebianco, fotogallery Arianna Caruso

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007