Plico telematico e commissioni web, le novità degli esami di Stato al via mercoledì - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Plico telematico e commissioni web, le novità degli esami di Stato al via mercoledì

Plico telematico e commissioni web, le novità degli esami di Stato al via mercoledì

lunedì 18 Giugno 2012 - 08:28
Plico telematico e commissioni web, le novità degli esami di Stato al via mercoledì

Si parte mercoledì 20 giugno con la prova d'italiano, il giorno successivo la prova di settore. Lunedì 25 giugno la terza prova con tutte le altre materie. In provincia di Messina, esami per 5.855 studenti

“Plico telematico” e “Commissioni web” sono le nuove tecnologie che esordiranno agli esami di Stato dell’anno scolastico 2011/12. Per la prima volta non sono stati distribuiti i plichi con le copie cartacee degli elaborati e le commissioni potranno effettuare online tutte le operazioni giornaliere. Col plico telematico, i presidenti delle commissioni, con il supporto locale dei “Referenti di sede”, stamperanno le tracce ministeriali direttamente a scuola, una volta inserito al computer il codice commissione e quello pubblico, che il Ministero renderà noto alle ore
8:30, rispettivamente del 20 e 21 giugno. Nell’eventualità di materiali e oggettivi impedimenti tecnici, potrà essere attivata una procedura alternativa predisposta dall’ufficio, le cui modalità operative saranno conosciute al momento dai presidenti interessati.
Con le commissioni web, completata dalle scuole la fase propedeutica dell’inserimento di tutti i dati riguardanti gli studenti ammessi a sostenere gli esami (voti di ammissione, crediti, etc.) e correlando quelli dei presidenti e relativi membri, le commissioni potranno operare online giornalmente, registrando tutte le operazioni effettuate (verbali, dichiarazioni, attribuzione dei voti, etc.).
Oggi si insediano le commissioni e si verificano eventuali situazioni di incompatibilità dei componenti e la documentazione dei candidati. Nella prima riunione o in quelle successive, le commissioni determinano anche i criteri per l’assegnazione del punteggio integrativo, fino ad un massimo di 5 punti, per i candidati che conseguono un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo nelle prove d’esame pari almeno a 70 punti.
Ciascuna commissione dispone di 45 punti per la valutazione delle prove scritte, ripartiti in parti uguali tra le tre prove: a ciascuna delle prove scritte giudicata sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 10. Per la valutazione del colloquio la commissione dispone, invece, di 30 punti e al colloquio giudicato sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 20.
Da parte loro i candidati partono con la valutazione del credito scolastico – valorizzazione della carriera scolastica dello studente – assegnato dal Consiglio di classe nella misura massima attribuibile di 25 punti.
Il voto finale assegnato dalla commissione è in centesimi e per superare l’esame di Stato è sufficiente un punteggio minimo complessivo (credito scolastico + scritti + colloquio) di 60/100. La commissione, all’unanimità, può motivatamente attribuire la lode a coloro che conseguono il punteggio massimo di 100 punti senza fruire di alcuna integrazione di punteggio e sempre che abbiano conseguito il massimo del credito scolastico senza alcuna forma di integrazione, abbiano riportato negli scrutini finali alla terz’ultima, alla penultima e all’ultima classe solo voti uguali o superiori a 8/10, compresa la valutazione del comportamento. Inoltre, il credito scolastico annuale al terz’ultimo, al penultimo e all’ultimo anno nonché il punteggio previsto per ogni prova d’esame devono essere stati attribuiti dal consiglio di classe o dalla commissione, secondo le rispettive competenze, nella misura massima all’unanimità.
Gli studenti della provincia di Messina, che si accingono a svolgere gli esami di Stato a partire da mercoledì 20 giugno, sono 5.855, di cui 5.700 interni (5.161 di istituti statali e 539 di istituti non statali) e 155 esterni. Nei 5.700 candidati interni quest’anno, dopo un’assenza di tre anni, risulta un candidato ammesso per merito (istituto statale). Gli studenti interni scrutinati sono stati 5.884, con una percentuale di promozione del 96,87%; l’ammissione era subordinata alla sufficienza in tutte le materie, compreso il comportamento. I candidati esterni assegnati alle varie istituzioni scolastiche sono stati 342: si sono presentati per l’esame preliminare in 248, mentre hanno ottenuto l’ammissione agli esami di Stato solo 155. Va detto che quest’anno, tra i candidati interni ed esterni, vi è la presenza di candidati della Casa Circondariale di Messina, che sono impegnati in un percorso di recupero qualificante. Gli istituti coinvolti sono 61, di cui 38 statali, 23 non statali, con la costituzione di 152 commissioni, di cui 130 in istituti statali, 8 in istituti paritari, 14 tra istituti statali e non statali.
La prima prova scritta si svolgerà mercoledì 20 giugno e, come al solito, sarà quella di italiano (i candidati possono scegliere tra il classico tema storico o di attualità, il saggio breve o l’articolo di giornale, o l’analisi di un testo letterario); giovedì 21 si proseguirà con la seconda prova scritta, grafica o scrittografica differenziata per tipologia di corsi di studio. Per gli esami nei licei artistici e negli istituti d’arte lo svolgimento della seconda prova continua nei due giorni feriali seguenti per la durata giornaliera indicata nei testi proposti. Lunedì 25 giugno sarà la volta della terza prova scritta: ciascuna commissione, entro il 22 giugno, definirà collegialmente la struttura della prova, in coerenza con il documento del consiglio di classe. Contestualmente, il Presidente stabilirà, per ciascuna delle commissioni, l’orario d’inizio della prova, dandone comunicazione all’albo dell’Istituto o degli eventuali istituti interessati. Non va, invece, data alcuna comunicazione circa le materie oggetto della prova. La mattina del 25 giugno ogni commissione predisporrà collegialmente il testo della terza prova scritta, sulla base delle proposte avanzate da ciascun componente (ciascun componente deve formulare in numero almeno doppio rispetto alla tipologia o alle tipologie prescelte in sede di definizione della struttura della prova). La Commissione, in relazione alla natura e alla complessità della prova, stabilirà anche la durata massima della prova stessa. Per i licei artistici e gli istituti d’arte la prova può svolgersi anche in due giorni; Per gli stessi istituti le relative commissioni definiranno collegialmente la struttura della terza prova scritta entro il giorno successivo al termine della seconda prova scritta. La terza prova scritta inizierà il giorno successivo alla definizione della struttura della prova stessa.
Come al solito si dovranno rispettare delle misure di sicurezza, che rappresentano anche le necessarie garanzie di legalità, per cui: è vietato portare a scuola telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini), nonché dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere. Coloro i quali saranno sorpresi ad utilizzarli saranno esclusi da tutte le prove; è vietato l’uso di apparecchiature elettroniche portatili di tipo “palmare” o personal computer portatili di qualsiasi genere in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite connessioni “wireless” o alla rete telefonica con protocolli UMTS, GPRS, o GSM e BLUETOOTH; dovrà essere disattivato qualsiasi collegamento INTERNET della scuola e dovranno essere resi inaccessibili i laboratori di informatica, nonché tutti i computer collegati o collegabili in rete.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x