Telenovela sfiducia. Autogol 5stelle, De Luca: "Il capogruppo balla da solo" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Telenovela sfiducia. Autogol 5stelle, De Luca: “Il capogruppo balla da solo”

Rosaria Brancato

Telenovela sfiducia. Autogol 5stelle, De Luca: “Il capogruppo balla da solo”

sabato 11 Luglio 2020 - 08:56
Telenovela sfiducia. Autogol 5stelle, De Luca: “Il capogruppo balla da solo”

Alla scadenza di ieri per la sfiducia ha firmato solo Andrea Argento. Ma anche il rimpasto finirà in telenovela e chiacchiere

I primi due step sono saltati. Il primo, il venerdì 10 luglio, per la presentazione di 17 firme, è stato un autogol del capogruppo del M5S Andrea Argento, cascato nella trappola del sindaco che aveva dettato i tempi per la sua sfiducia. Il secondo, sabato 11 luglio per la presentazione della squadra di De Luca è saltato per il lutto dell’assessore Scattareggia che ha perso il padre.

La provocazione del sindaco

Che non ci fossero le condizioni né la voglia di sfiduciare il sindaco era chiaro sin dall’inizio, così come è evidente che non può essere il “potenziale sfiduciato” a decidere come e quando esserlo. Lunedì 6, in risposta alle polemiche con Sicilia Futura e Pd il sindaco aveva detto: “se mi volete sfiduciare entro venerdì raccogliete 17 firme, io mi dimetto e a ottobre si vota”. Frase che ha scatenato il panico nell’Aula con lo spauracchio delle elezioni ad ottobre, nonostante fosse chiaro che si trattava di una provocazione.

Firma solo Andrea Argento

Poche ore dopo il capogruppo del M5S Andrea Argento annuncia il suo “salva Messina” e la raccolta delle 17 firme per sfiduciare De Luca. Ma la proposta lascia indifferenti gli altri consiglieri d’opposizione “decidiamo noi i tempi, e intanto aspettiamo il sindaco in Aula” e aumenta le frizioni interne al gruppo pentastellato. Ieri, venerdì 10, non viene protocollato alcun documento di sfiducia, né con una né con 2, né con 17 firme. In epoca accorintiana il primo documento ne aveva 5 di firme, ma a quanto pare la proposta di Andrea Argento non ha avuto il favore neanche dei suoi colleghi di gruppo (peraltro non avvisati prima della sua decisione). Come al solito il sindaco riesce a dividere l’Aula ma nel frattempo non perde occasione per far notare l’autogol a 5 stelle.

De Luca: Argento autosfiduciato

È scaduto il termine ultimo per mandare al voto ad ottobre anche la città di Messina- scrive stamattina De Luca- A conti fatti però, sulla mozione di sfiducia nei miei confronti presentata qualche giorno fa dal capogruppo del M5S Andrea Argento, si registra solo una firma, la sua. Alla fine dunque l’unico ad essere sfiduciato è proprio il consigliere Argento, considerato che nemmeno il gruppo che lui rappresenta in Consiglio lo ha seguito in tale iniziativa. Umanamente sono dispiaciuto per lui ma questo dovrebbe aiutarlo a trarre le dovute conclusioni.

Il primo cittadino rilancia quindi sul piano del lavoro limitandosi a liquidare la telenovela sfiducia come un inciampo di pochi giorni, quando in realtà sarà sicuramente un tormentone che ci accompagnerà per i prossimi mesi.

Nessun rimpasto in vista

Lancia un assist al Consiglio comunale “in due anni siamo riusciti, anche grazie al Consiglio Comunale, a raggiungere importanti risultati. Ora si tratta di aprire una nuova fase di impegno quotidiano per il raggiungimento di obiettivi ancora più ambiziosi. Anche per questo motivo ho pensato di riorganizzare la squadra che mi affianca. Conto infatti di presentare alla città nella prossima settimana la nuova Giunta Municipale, la quale sarà rimodulata a seguito della relazione del secondo anno di attività amministrativa che ogni assessore ha svolto e che presenterò entro fine mese in Consiglio comunale”.

Telenovela rimpasto

In realtà De Luca non ha molta intenzione di cambiare gli assessori, neanche quelli finiti sulla graticola e neanche quelli dei quali è scontento. Non lo vuol fare per due motivi: meglio uomini fidati e controllabili che non personalità che potrebbero rubargli il palcoscenico. E soprattutto non vuole aprire ai partiti o a chi lo sostiene. Più probabile che sarà tanto rumore per nulla e si limiterà ad una rimodulazione di deleghe, non a caso usa il termine “rimodulare” e riorganizzare e non rimpasto. E anche in questo caso sarà stata una telenovela stucchevole come quella della sfiducia.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

5 commenti

  1. Autogoal? o una delle poche persone serie rimaste è proprio argento?..a me pare più la seconda.

    16
    9
  2. bonanno giuseppe 11 Luglio 2020 09:45

    Gli amministratori di Buddacilandia non si smentiscono dal Primo Cittadino all’Ultimo consigliere ridicoliiiii

    11
    4
  3. Sa perché parlano di autogol? Perché non guardano oltre l’effetto prodotto all’interno dello scacchiere politico. Perché la città è sempre in secondo piano. Prima di tutto la visione della meschina lotta politica per indebolire e screditare qualunque avversario e poi Messina. Il punto di vista prioritario è quello politico per certa gente, e quello vedono. Tutti ad urlare e mostrare i muscoli a favore di pubblico. È uno show ed il sindaco è il protagonista appresso a cui tutti corrono dietro. In buona sostanza è uno spettacolo squallido con pochissimi veri attori, silenziosi, lavoratori seri e composti, ed una infinità di comparse urlanti.

    2
    0
  4. Potrebbe trovare altre persone che si prestano per i suoi difetti, mi sembra di no , anche lo sceriffo dice di cambiare ma non cambia lo sapete perche la sua giunta non esiste sono delle semplici figurine da dama , caro De Luca sino ad oggi da Fiumedinisi , Santa Teresa , Messina , sei stato unico attore xxxxxxxxxx , grazie alle tue figurine nelle giunte e consigli , si vota alzando la mano , ma non capendo cosa !!!

    2
    1
  5. Figuarsi se questi xxxxxxxxxrinuncerebbero allo stipendio per la giusta causa , fanno più chiacchiere di una pasticceria, e il Sindaco che è uno che i cog..ni li ha quadrati lo ha capito e li provoca perche sa perfettamente con che morti di fame ha a che fare . Bravo De luca ha tutto il mio appoggio e solidarietà e se dovessero sfiduciarla rivoterei per lei

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x