7 giorni per chiudere gli accordi con i maxi creditori ed evitare il default - Tempostretto

7 giorni per chiudere gli accordi con i maxi creditori ed evitare il default

7 giorni per chiudere gli accordi con i maxi creditori ed evitare il default

giovedì 06 Dicembre 2018 - 15:36
7 giorni per chiudere gli accordi con i maxi creditori ed evitare il default

MESSINA. Il sindaco De Luca incontrerà personalmente tutti i creditori. Si inizierà con coloro che vantano un credito superiore a 50 mila euro

«Dal 16 al 23 dicembre si cercherà di trovare l’accordo con i grandi creditori del comune di Messina». Dalla sua pagina Facebook , il sindaco Cateno De Luca detta tempi e condizioni per la sottoscrizione delle transazioni con chi, da molti anni ormai, aspetta che l’enti saldi il proprio debito.

De Luca , ed è lui stesso a scriverlo sul social network, incontrerà personalmente tutti i creditori. Si inizierà con coloro che vantano un credito superiore a 50 mila euro.

«Si tratta di 130 creditori per un debito di circa 85 milioni di euro. Da gennaio 2019 si passerà ai creditori da 10 mila euro in su», spiega .

Il sindaco è pronto a mettere sul piatto la seguente proposta : «rinuncia al 50% del credito e pagamento in due rate 2019 e 2020 oppure pagamento integrale del credito ma rateizzato in 15 anni da 2019 al 2033».

De Luca torna a ribadire che in assenza di transazioni e di abbattimento del debito il default di Palazzo Zanca sarà inevitabile: «se saltano le due ipotesi sarà dichiarato il dissesto finanziario ed i creditori se la vedranno con la commissione ministeriale che sarà nominata».

I debiti complessivamente censiti nel Piano di Riequilibrio Finanziario Pluriennale (al netto delle quote relative alla restituzione del Fondo ex D.L. 174 e del Disavanzo da riaccertamento straordinario e degli accantonamenti al Fondo Rischi Straordinario), ammontano a 382.551.832,99 euro, così suddivisi:

I debiti certi, liquidi ed esigibili derivanti da sentenze esecutive ammontano a 112.352.570,14 euro.

I debiti delle partecipate ammontano a 132.351.978,58 euro, e in particolare quelli dell'ATM ammontano a 80.796.973,94 euro (di cui circa 30 milioni sono quelli prodotti dal 2014 al 2018). «Fatte salve le risultanze delle verifiche in corso – si legge nella delibera – rappresentano tutti debiti certi liquidi ed esigibili di cui gran parte con l'erario, con istituti bancari e con gli istituti previdenziali».

I debiti potenziali del Comune ammontano a 81.293.886,00 euro.

DLT

Tag:

Un commento

  1. Il tentativo del Sindaco è apprezzabile la palla passa ai grandi creditori..ma il default a questo punto appare molto probabile.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007