Nuovo intervento del Gruppo Civico - Tempostretto

Nuovo intervento del Gruppo Civico

Serena Sframeli

Nuovo intervento del Gruppo Civico

lunedì 15 Dicembre 2014 - 10:39

In vista della convocazione del consiglio comunale di questa sera, il Gruppo Civico scrive al Consiglio per far riflettere tutti su un punto all’ordine del giorno che riguarda il piano di lottizzazione per la costruzione di un insediamento residenziale nella frazione Scala.

Nuova convocazione del consiglio comunale questa sera alle ore 19, dove si discuterà circa il piano di lottizzazione per la costruzione di un insediamento residenziale del terreno sito in Contrada Marina frazione Scala, e del riconoscimento del debito fuori bilancio- sentenza numero 80/14 emessa dal Giudice di Pace di Rometta.
Il Gruppo Civico, nato qualche mese fa dalla volontà di un gruppo di persone di intraprendere un percorso comune per realizzare un cambiamento del sistema di governo di Torregrotta, ha deciso di inviare una lettera al Presidente del Consiglio Comunale e a tutti i Consiglieri Comunali per fornire alcuni spunti di riflessione e di valutazione, proprio in merito ad un sano sviluppo e gestione del territorio.
“Trovando l’argomento- si legge nella lettera- in contrasto con quanto affermato dall’Amministrazione a più riprese sull’approvazione del PRG, che permetterà di porre un freno alla cementificazione con una migliore gestione del territorio e con la realizzazione di servizi, parchi e spazi verdi, ci siamo posti alcune domande”.
Il Gruppo Civico pone quindi dei quesiti al fine di far riflettere il consiglio: innanzitutto si chiede perché permettere al privato, anche se consentito dalla Legge, la pianificazione del territorio quando il Consiglio Comunale sta per approvare il P.R.G.; propone quindi l’approvazione del PRG e in seguito, in una visione d’insieme, dare il via ai piani particolareggiati.
Il Gruppo Civico ricorda poi che “il Comune di Torregrotta, con una popolazione residente di 7.446 e con una superficie di Kmq di 4,22, è al primo posto per densità abitativa (abitante/Km = 1.805) fra i 108 Comuni della Provincia di Messina ma è al 105° posto per territorio disponibile”; Il Gruppo si rifà quindi al Decreto Ministeriale 2 aprile 1968 e la legge n.10/1977, che dettano gli standard che debbono essere previsti per abitante: 18 mq. di superficie per spazi pubblici o riservati alle attività collettive, a verde pubblico o parcheggio; di essi 9 mq. devono essere specificatamente destinati per spazi attrezzati a parco e per il gioco e lo sport. Inoltre, sono da prevedersi, quali attrezzature pubbliche d’interesse generale, parchi pubblici urbani e territoriali pari a 15 mq/abitante.
Nella lettera si legge poi circa l’aumento del carico insediativo residenziale che “determina, di norma, un aggravamento delle criticità, peraltro già abbondantemente riscontrate nel nostro Comune, quali fabbisogno di acqua a uso potabile, funzionalità del sistema fognario,produzione di rifiuti, rumore, inquinamento da campi elettromagnetici, ecc”.
“Il Piano Regolatore Generale – termina il Gruppo Civico- che il Comune si appresta ad approvare, di sicuro, non contempla l’insediamento proposto con la sopra indicata lottizzazione perché successiva alla sua preparazione da parte dei progettisti incaricati. Dopo l’approvazione del P.R.G. , il Consiglio è chiamato, comunque all’approvazione dei piani particolareggiati di attuazione che sono delle vere e proprie lottizzazioni, ma inserite in una visione globale di piano. Va ricordato, inoltre, che la lottizzazione non è da intendersi come mero frazionamento, bensì come intervento urbanistico organico sui terreni interessati, per i quali dovrà risolversi sia il problema degli insediamenti che quello delle urbanizzazioni primarie e secondarie. Appare, pertanto opportuno evitare che gli interventi lottizzatori interessino superfici di limitata estensione, proprio in vista dell’approvazione prossima del P.R.G. Ovviamente, la lottizzazione, piano esecutivo dello strumento urbanistico generale, non può apportare modifiche a quest’ultimo, le cui previsioni sono precettive sia per quanto attiene alla destinazione d’uso del territorio, sia per la normativa urbanistico – edilizia”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007