Biglietti per i bus, abbonamenti, gratta e sosta: quanto vende e incassa l'Atm? - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Biglietti per i bus, abbonamenti, gratta e sosta: quanto vende e incassa l’Atm?

Francesca Stornante

Biglietti per i bus, abbonamenti, gratta e sosta: quanto vende e incassa l’Atm?

sabato 11 Marzo 2017 - 00:02

L'Atm sta portando avanti un percorso di ammodernamento nei servizi e potenziamento del trasporto, ma come si traduce questo negli incassi? Ecco alcuni numeri messi a confronto con gli anni precedenti e il trend del 2017. Serve però più chilometraggio.

I numeri crescono, il trend è positivo, ma bisogna fare di più. L’Atm continua a lavorare per potenziare i suoi servizi e rendere sempre più a portata di cittadino il trasporto pubblico locale. Le ultime novità introdotte per incentivare la vendita dei biglietti rientra proprio in quest’ottica: dall’app alle macchinette installate sui tram, l’obiettivo è di ampliare il più possibile l’offerta per far crescere la domanda.

L’Atm però non riesce ancora a fare incassi considerevoli dai servizi che offre. Un’azienda di trasporto dovrebbe raggiungere il 35% di ricavi da mercato, guardando ai numeri si intuisce facilmente che su questo fronte la strada è ancora lunga perché ci si ferma intorno al 15%. In attesa del bilancio 2016, vediamo qualche numero: lo scorso anno i biglietti hanno fruttato 2.206.722 euro contro 1.824.946 euro del 2015, gli abbonamenti ordinari 549.164 euro

contro 409.723 euro. L’entrata più consistente continua ad essere quella che arriva dalla vendita dei gratta e sosta che nel 2016 hanno portato in cassa 2.755.886 euro contro i 2.234.669 del 2015.

L’incremento è evidente, la strada sembra essere quella giusta, i numeri sono positivi anche in questo inizio d’anno, ma bisogna continuare a lavorare per potenziare i servizi e quindi attirare sempre più utenti.

Con la nuova app MyCicero che ha dato il via alla possibilità di acquistare i biglietti direttamente con un click sullo smartphone, l’Atm in questi primi mesi del 2017 ha venduto 853 titoli per un totale di 1.218 euro. Gli utenti di MyCicero hanno pagato i loro ticket prevalentemente attraverso carta di credito, mentre quasi il 40% ha preferito l’opzione del “borsellino” che è possibile creare per avere sempre un budget per l’acquisto.

Vediamo anche qualche numero che fotografa la situazione vendite per biglietti, abbonamenti e gratta e sosta. Numeri che si riferiscono all’intero mese di febbraio che si è da poco concluso.

Dal 1 al 28 febbraio sono stati venduti abbonamenti per 46.068 euro. Il primato va al Box Annunziata che ne ha venduti 358 incassando oltre 12 mila euro, bene anche ai box Cavallotti e Zir, allo sportello Atm, male invece la vendita al parcheggio Zaera che ne ha staccati solo 3.

Capitolo titoli di viaggio. A febbraio sono stati venduti biglietti per bus e tram per 155.190 euro. I più gettonati sono i biglietti da 1,20 euro per la corsa semplice, ne sono stati venduti oltre 55mila.

Spicca sempre la vendita dei gratta e sosta per il parcheggio nelle zone delimitate dalle strisce blu che a febbraio hanno portato in cassa 245 mila euro. I messinesi preferiscono acquistarli soprattutto nelle rivendite che registrano l’incasso maggiore e un numero di tagliandi venduti che supera le 228 mila unità. 17 mila quelli venduti invece direttamente dagli operatori Ztl.

Oltre le vendite però un dato su cui tenere sempre la lente d’ingrandimento sono i chilometri. Perché dal chilometraggio dipendono i contributi che la Regione destina al trasporto pubblico locale, risorse su cui l’Atm intende contare e per le quali si sta anche battendo visto che all’appello mancano in questo momento diversi milioni di euro che non sono stati ancora corrisposti. I chilometri sono anche uno dei pilastri più importanti del contratto di servizio che un anno fa Atm e Comune hanno siglato. Stando ai numeri però l’Atm non è riuscita a centrare appieno gli obiettivi che erano stati prefissati. Quel contratto prevede che nel 2016 l’Atm avrebbe dovuto totalizzare 4.166.667 km dal trasporto su gomma e 421.992 dalle vetture tranviarie. Invece i dati dicono che nel 2016 Atm ha prodotto 3.813.830 km con i bus e 350.589 km con i tram. Cifre inferiori a quelle previste dal contratto di servizio ma che non costeranno all’Atm nessuna penale perché il deficit non supera il 10% del limite fissato dal documento. Meno chilometri però significano comunque meno contributi e anche se rispetto al 2015 si è registrato un aumento di 800 mila km adesso si deve puntare a raggiungere quota 4,5 milioni di km e gli autobus che dovrebbero arrivare nella seconda metà dell’anno daranno sicuramente una spinta determinante. Questa dovrà essere la vera sfida perché il 2017 dovrebbe essere l’anno in cui si dovranno raccogliere i veri frutti di questo percorso. E come sempre saranno i numeri a parlare.

Francesca Stornante

Tag:

22 commenti

  1. Al contrario di altri ambiti, a mio avviso la gestione ATM è ineccepibile. FOTI forever.

    0
    0
  2. Al contrario di altri ambiti, a mio avviso la gestione ATM è ineccepibile. FOTI forever.

    0
    0
  3. Quanti attacchi in consiglio comunale e sui commenti degli iscritti a TS ha dovuto subire sin dai suoi esordi Foti?

    0
    0
  4. Quanti attacchi in consiglio comunale e sui commenti degli iscritti a TS ha dovuto subire sin dai suoi esordi Foti?

    0
    0
  5. Si potrebbe modificare il biglietto da 1,20€ fino a 120 minuti la sua validità o un biglietto giornaliero a 2€ .Quello da 1,70€ a 2 corse non obbligati nella stessa giornata.
    Per dire il vero, il servizio ATM funziona in questo periodo con una puntualità Svizzera.

    0
    0
  6. Si potrebbe modificare il biglietto da 1,20€ fino a 120 minuti la sua validità o un biglietto giornaliero a 2€ .Quello da 1,70€ a 2 corse non obbligati nella stessa giornata.
    Per dire il vero, il servizio ATM funziona in questo periodo con una puntualità Svizzera.

    0
    0
  7. MessineseAttento 11 Marzo 2017 15:06

    Perché non fate un paragone con il 2012/2013? Troppo impietoso? Ah già, in quegli anni si xxxxxxxxxx, con i sindacati che si giravano i pollici, mentre la politica trasformava l’ATM in un pozzo di voti da spartirsi all’abbisogna! Vero ORSA!?

    0
    0
  8. MessineseAttento 11 Marzo 2017 15:06

    Perché non fate un paragone con il 2012/2013? Troppo impietoso? Ah già, in quegli anni si xxxxxxxxxx, con i sindacati che si giravano i pollici, mentre la politica trasformava l’ATM in un pozzo di voti da spartirsi all’abbisogna! Vero ORSA!?

    0
    0
  9. Hardfreelance 11 Marzo 2017 17:21

    Articolo con notizie non buone per l’ATM.
    Forse il risultato di qualche verbale fatto sul tram a qualche sindacalista?

    0
    0
  10. Hardfreelance 11 Marzo 2017 17:21

    Articolo con notizie non buone per l’ATM.
    Forse il risultato di qualche verbale fatto sul tram a qualche sindacalista?

    0
    0
  11. Hardfreelance 11 Marzo 2017 17:28

    Giovà non ti fermare! Non sarà un sindacalista da strapazzo ad intimidirti!

    0
    0
  12. Hardfreelance 11 Marzo 2017 17:28

    Giovà non ti fermare! Non sarà un sindacalista da strapazzo ad intimidirti!

    0
    0
  13. I lettori di TS non sono certo rincoglioniti.Dalle cifre esposte si ha conferma infatti del fallimento di tutti questi sforzi,strombazzati ai quattro venti con propaganda intollerabile L’UNICA attività in crescita deriva dalla vendita dei GRATTA E SOSTA.Una evidente contraddizione,rispetto alla narrazione che vuole farci credere che sono Superman.I numeri dicono però altro.Ma in questa città anche i numeri sono un opinione. Le impressioni ed i sospetti che avevo”ventilato”trovano adesso conferma da quanto testè pubblicato dalla giornalista Francesca Stornante.Basta essere onesti ed imparziali. I “tifosi” della Juve( Foti e Cacciola) vedono il rigore negato a loro e negano quello clamoroso nella loro area(ideologica-politica).C’est la vie.

    0
    0
  14. I lettori di TS non sono certo rincoglioniti.Dalle cifre esposte si ha conferma infatti del fallimento di tutti questi sforzi,strombazzati ai quattro venti con propaganda intollerabile L’UNICA attività in crescita deriva dalla vendita dei GRATTA E SOSTA.Una evidente contraddizione,rispetto alla narrazione che vuole farci credere che sono Superman.I numeri dicono però altro.Ma in questa città anche i numeri sono un opinione. Le impressioni ed i sospetti che avevo”ventilato”trovano adesso conferma da quanto testè pubblicato dalla giornalista Francesca Stornante.Basta essere onesti ed imparziali. I “tifosi” della Juve( Foti e Cacciola) vedono il rigore negato a loro e negano quello clamoroso nella loro area(ideologica-politica).C’est la vie.

    0
    0
  15. I lettori non sono rinoglioniti…qualche dubbio su quelli che commentano….

    0
    0
  16. I lettori non sono rinoglioniti…qualche dubbio su quelli che commentano….

    0
    0
  17. Messina Prima di Tutto 11 Marzo 2017 21:47

    Io investirei molto in una massiccia campagna d’informazione a mezzo stampa e tv e con contestuale repressione da parte delle forze dell’ordine.. oserei una campagna casa per casa.. con l’obiettivo di far lasciare l’auto a casa.. Cominciate ad educare i bambini a scuola al mezzo pubblico ed a reprimere i genitori in tripla fila ad angolo…

    0
    0
  18. Messina Prima di Tutto 11 Marzo 2017 21:47

    Io investirei molto in una massiccia campagna d’informazione a mezzo stampa e tv e con contestuale repressione da parte delle forze dell’ordine.. oserei una campagna casa per casa.. con l’obiettivo di far lasciare l’auto a casa.. Cominciate ad educare i bambini a scuola al mezzo pubblico ed a reprimere i genitori in tripla fila ad angolo…

    0
    0
  19. Su su, forza ancora un annetto, sperando che il fegato regga. Certo, si vede che la lucidita’ comincia a vacillare, ma bisogna essere fiduciosi…

    0
    0
  20. Su su, forza ancora un annetto, sperando che il fegato regga. Certo, si vede che la lucidita’ comincia a vacillare, ma bisogna essere fiduciosi…

    0
    0
  21. Analfabetismo di ritorno.Diciamo che non si sa leggere,leggere,leggere anche tra le righe.I dati,che così come qui li leggiamo sono ingannevoli e scandalosamente privi di quelli comparati.Lo capirebbe anche un bambino delle scuole elementari.L’indicazione delle percentuali di”crescita” poi senza considerare il nurero dei mezzi in circolazione”puzza di bruciato”.Io scommetto che i nodi verranno presto al pettine.La Regione ci penalizzerà e gli “scienziati” “si stanno precostituendo l’alibi e la”scaciuni”per scaricare le colpe sempre sugli altri,quelli di prima e quelli di domani.La “buona scuola” renziana sta facendo danni “retroattivi”?Lo spirito critico latita mentre i tifosi muccalapuni alla STELLARIO imperversano senza “vedere”la realtá

    0
    0
  22. Analfabetismo di ritorno.Diciamo che non si sa leggere,leggere,leggere anche tra le righe.I dati,che così come qui li leggiamo sono ingannevoli e scandalosamente privi di quelli comparati.Lo capirebbe anche un bambino delle scuole elementari.L’indicazione delle percentuali di”crescita” poi senza considerare il nurero dei mezzi in circolazione”puzza di bruciato”.Io scommetto che i nodi verranno presto al pettine.La Regione ci penalizzerà e gli “scienziati” “si stanno precostituendo l’alibi e la”scaciuni”per scaricare le colpe sempre sugli altri,quelli di prima e quelli di domani.La “buona scuola” renziana sta facendo danni “retroattivi”?Lo spirito critico latita mentre i tifosi muccalapuni alla STELLARIO imperversano senza “vedere”la realtá

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x