Dalla Libia alla Sicilia su un gommone malandato e 121 migranti a bordo: arrestati 2 scafisti - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Dalla Libia alla Sicilia su un gommone malandato e 121 migranti a bordo: arrestati 2 scafisti

Ve. Cro.

Dalla Libia alla Sicilia su un gommone malandato e 121 migranti a bordo: arrestati 2 scafisti

sabato 10 Ottobre 2015 - 11:21
Dalla Libia alla Sicilia su un gommone malandato e 121 migranti a bordo: arrestati 2 scafisti

I due scafisti sono stati trovati con addosso anche un telefono satellitare, lo stesso dal quale era partita la chiamata alla sala Operativa del Comando Generale della Capitanerie di Porto.

Si è chiuso in meno di 24 ore il cerchio sui due scafisti accusati di aver guidato il gommone malandato su cui viaggiavano i 121 migranti sbarcati ieri mattina nel Porto di Messina.
Si tratta di Musa Sidibeh, 25enne del Gambia, e di Sadies Joof, 18enne del Senegal, finiti adesso a Gazzi con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Le indagini della Squadra Mobile sono scattate poco dopo l’arrivo dei profughi al Molo Marconi. Come sempre, sono state le testimonianze dei sopravvissuti a permettere agli investigatori di ricostruire l’intero viaggio della speranza e individuare i due scafisti.
I migranti hanno raccontato di come il viaggio verso la Sicilia fosse iniziato la sera del 7 ottobre quando, dopo mille peripezie, si erano tutti ritrovati su una spiaggia di Garabulli, in Libia. Lì, un gruppo di libici armati li aveva fatti salire su un barcone alla volta delle coste siciliane. Ognuno di loro, per quel viaggio, aveva sborsato dai 100 ai 700 dinari.
I due scafisti sono stati trovati con addosso anche un telefono satellitare, lo stesso dal quale era partita la chiamata alla sala Operativa del Comando Generale della Capitanerie di Porto. Erano nel bel mezzo del Canale di Sicilia, infatti, quando hanno deciso di chiamare i soccorsi e “farsi venire a prendere”. A salvarli in mare era stata la nave Corsi che, subito dopo, era partita alla volta di Messina. (Ve. Cro.)

Tag:

2 commenti

  1. letterio.colloca 10 Ottobre 2015 16:57

    Al cronista:per piacere e per non offendere l’intelligenza di quanti Ti leggono,non enfatizzare la BANALITÀ’ dell’investigativa finalizzata allo “smascheramento” degli scafisti.E’ovvio “scoprirli”col facile riconoscimento del primo “sbarcato”;non é-invece-OSPITARLI per qualche mese nella nostra galera,espellerli per ritrovarceli l’anno successivo,magari su un’altra rotta.Per questi “schiavisti” é SOLAMENTE un lavoro con POSSIBILI CONTRATTEMPI giudiziari:mandiamoli a lavorare al RIMBOSCHIMENTO o ad altri lavori con ZAPPA,PALA e CAPPELLINO,visto che li dobbiamo MANTENERE per umanità!Se ascoltiamo Alfano,potrebbe succedere di dover rimborsare i 35€/di ASSOLVERLI con pene irrisorie ed a RIPOSO! Ma si può SOPPORTARE OLTRE……?????????

    0
    0
  2. letterio.colloca 10 Ottobre 2015 16:57

    Al cronista:per piacere e per non offendere l’intelligenza di quanti Ti leggono,non enfatizzare la BANALITÀ’ dell’investigativa finalizzata allo “smascheramento” degli scafisti.E’ovvio “scoprirli”col facile riconoscimento del primo “sbarcato”;non é-invece-OSPITARLI per qualche mese nella nostra galera,espellerli per ritrovarceli l’anno successivo,magari su un’altra rotta.Per questi “schiavisti” é SOLAMENTE un lavoro con POSSIBILI CONTRATTEMPI giudiziari:mandiamoli a lavorare al RIMBOSCHIMENTO o ad altri lavori con ZAPPA,PALA e CAPPELLINO,visto che li dobbiamo MANTENERE per umanità!Se ascoltiamo Alfano,potrebbe succedere di dover rimborsare i 35€/di ASSOLVERLI con pene irrisorie ed a RIPOSO! Ma si può SOPPORTARE OLTRE……?????????

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x