Una via o una piazza per Bianca Di Stefano, travolta da un tir - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Una via o una piazza per Bianca Di Stefano, travolta da un tir

Rosaria Brancato

Una via o una piazza per Bianca Di Stefano, travolta da un tir

giovedì 06 Febbraio 2020 - 12:42

La proposta è del consigliere comunale Libero Gioveni

Bianca Di Stefano venne travolta da un tir mentre era in sella al suo scooter, all’incrocio tra il Viale Europa ed il Viale S. Martino. Era il 30 Maggio 2003 e la tragedia toccò il cuore di centinaia di messinesi che organizzarono anche una fiaccolata per le vie del centro in ricordo di Bianca e di tutte le vittime dei tir.

Uccisa da un tir

A distanza di quasi 17 lunghi anni, prescindendo dalle responsabilità penali e civili che scaturirono da quel tragico evento- scrive Libero Gioveni– sul viale Europa e in altre arterie cittadine, nonostante le ordinanze succedutesi negli anni, continuano a transitare centinaia di tir e altri mezzi pesanti, che giornalmente pregiudicano fortemente l’incolumità e la sicurezza di pedoni e automobilisti”.

La proposta del 2010

Il consiglio della terza circoscrizione già nel 2010 propose d’intitolare la rotatoria di viale Europa (poi invece intitolata a “Boris Giuliano”) alla povera Bianca, ma la  delibera di intitolazione non venne accolta dall’allora giunta a causa del  vincolo dei 10 anni che devono trascorrere dalla morte. Gioveni evidenzia come adesso siano trascorsi gli anni previsti e come sia importante onorare la memoria di una giovane perita in un tragico incidente stradale in una città nella quale le vittime dei tir sono tantissime.

Mai più vittime dei “bisonti”

Tragedie come quella accaduta a Bianca di Stefano– prosegue il consigliere comunale- sono da attribuire non al fato, bensì all’annosa e mai risolta presenza dei “bisonti della strada” nei tanti importanti assi viari cittadini. L’intitolazione di un qualsiasi spazio cittadino ad una vittima della strada per causa dei tir quale è Bianca Di Stefano, può diventare il simbolo della sofferenza e del martirio, causati dalle decennali servitù di passaggio che l’intera città di Messina ha sopportato e sopporta.”

Libero Gioveni, anche alla luce del fatto che i familiari hanno dato l’assenso, torna quindi a proporre con forza, sia al sindaco che all’assessore alla toponomastica l’intitolazione di una via, piazza, slargo, rotatoria o spazio pubblico alla memoria di “Bianca Di Stefano”.

Tag:

Un commento

  1. Vorrei umilmente far notare ai signori vigili della citta’ metropolitana di messina che soventemente i TIR/PULLMAN scambiano il viale europa, il viale boccetta e via la farina per bretelle autostradali, viaggiando a velocita’ di gran lunga superiori a quella consentita che e’ fissata a 30KM/H. Quale migliore occasione per rimpinguare le piangenti casse comunali infliggendo salate contravvenzioni ai trasgressori ?

    4
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x