Usca scuole a Messina, una mamma esasperata scrive alla commissaria Asp - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Usca scuole a Messina, una mamma esasperata scrive alla commissaria Asp

Alessandra Serio

Usca scuole a Messina, una mamma esasperata scrive alla commissaria Asp

martedì 29 Dicembre 2020 - 08:29
Usca scuole a Messina, una mamma esasperata scrive alla commissaria Asp

Ancora caos tamponi nelle scuole a Messina, una mamma esasperata si appella alla neo commissaria Asp e chiede di riorganizzare le Usca

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di una professionista messinese, madre di un allievo delle scuole cittadine, esasperata come tanti dai molti disservizi nel tracciamento dei casi covid a Messina. La mamma, dopo aver ricapitolato la sua esperienza, rivolge un accorato appello alla neo commissaria ASP Furnari, nominata dalla Regione per dirigere la struttura dedicata appositamente a gestire e fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Benvenuta Commissaria Ad Acta! Mi rivolgo a Lei proprio perché ha dichiarato che cercherete di raccogliere le segnalazioni da ogni fonte (mail, giornalisti, messaggi wathsApp, Sindaco che braita ecc. ecc.) e cercherete di farvi fronte.

Per la mia esperienza Le consiglio di iniziare dall’USCA dedicata alle scuole…se esiste è un vero disastro, ma francamente mi auguro che non esista (così magari c’è una minima giustificazione a quanto adesso Le racconto).

Venerdì 11 dicembre 2020. –Una bimba di prima media risulta positiva ad un tampone rapido. Partono le dovute comunicazioni dal laboratorio, dal Pediatra di Libera Scelta, dalla scuola (prontamente avvisata dai genitori). La bambina è andata a scuola fino al mercoledì precedente (48 h prima del tampone rapido). Le famiglie dei compagni di scuola si isolano attendendo provvedimenti.

Sabato e domenica 12 e 13 dicembre 2020 –Silenzio. La famiglia della bimba positiva riceve la convocazione per il tampone molecolare, fissato per il lunedì 14.

Lunedì 14 dicembre 2020-La famiglia effettua tampone molecolare. I compagni di classe restano a casa in attesa di avere notizie dall’Asp/Usca. La famiglia chiede lumi e sottolinea come la bambina sia stata a scuola fino al mercoledì precedente e come la scuola attenda una risposta. E tuttavia, chi effettua il tampone non si occupa del tracciamento e consiglia di inviare mail, alle mail inviate non segue alcun riscontro, alle richieste telefoniche men che meno.

Si riesce a capire solo che il tampone molecolare di lunedì darà un risultato in qualche giorno e dalla data del tampone il tracciamento viene retrodatato di 48 h (cioè sabato 12 dicembre). Dunque i compagni di classe della bambina sono liberi. Mah?! Intanto alcuni hanno fatto fare un tampone rapido ai figli, altri attendono, la scuola riferisce che nessuna comunicazione dell’Asp è arrivata e, pertanto, la scuola è regolare (per alunni e insegnanti).

Martedì 15/giovedì 17 dicembre 2020-Scuola. Un terzo della classe che la bimba frequentava ritorna a scuola, con tutti gli insegnanti. Due terzi restano a casa (positivi, in DAD/DDI, e bimbi assenti per scelta delle famiglie sia in presenza sia da remoto).

Giovedì 17 dicembre 2020.

Si sveglia l’Usca! Viene comunicato prima alla famiglia e a stretto giro alla scuola che la classe della bambina, e tutti gli insegnanti che sono stati presenti il 7 e 9 dicembre, devono presentarsi sabato 19 per effettuare un tampone di screening (cioè di “fine quarantena mai iniziata”…trattandosi a ben guardare del decimo giorno dall’ultimo contatto con la bambina).

Venerdì 18 dicembre 2020.-Tutti a casa… a chiedersi come mai sia stata possibile una tale dimenticanza!

Sabato 19 dicembre 2020-Alle 11.30 i 29 alunni, e relativi docenti, sono convocati …a scuola!!! Non in modalità drive-in come ci si aspetterebbe, ma a scuola…dove gli operatori arrivano con 50 minuti di ritardo e alunni, insegnanti e genitori compiono sforzi immensi per cercare di mantenere la distanza.

Dopo ogni tampone rapido (in modalità “volemose bene”) pochi minuti di attesa e foglio con esito negativo, scappiamo. L’elenco alfabetico scorre fino quasi in fondo. OPS! Bambina positiva! E ora? Tampone molecolare nella stessa sede a tutta la famiglia della bambina e avvio delle comunicazioni di rito. Questa bambina, esattamente come successo con la prima, è stata a scuola fino a giovedì 17 mattina (48 ore prima del tampone)…

Domenica 20 dicembre 2020-Silenzio. Come nelle migliori catene di errori…si persevera! Nessuna notizia dall’Usca/Asp, tutti a chiedere se i bambini sono in quarantena o no, che cosa fare, cosa non fare, e gli insegnanti?

Lunedì 21 dicembre 2020.-Tutti a casa (i bambini della classe) per fortuna tutti in DAD/DDI (almeno quella)…ma ancora nessun risultato del tampone molecolare effettuato dalla famiglia sabato, nessuna comunicazione agli alunni che sono stati in classe con la bambina, il nulla assoluto.

Mercoledì 23 dicembre 2020.-La scuola comunica che l’ASP/USCA ha disposto l’isolamento sanitario per i contatti stretti della secnoda alunna (si svegliano al sesto giorno dal contatto di giorno 17, al quarto dal tampone della bambina) e che al decimo giorno dall’ultimo contatto viene fissato il tampone di screening. Tutti convocati il 30.12.2020 ore 15 presso la scuola.-

Ma come?!? Il 30 dicembre sarà il tredicesimo giorno dall’ultimo contatto, e tre giorni in più in isolamento per bambini di quell’età in vacanza dalla scuola non sono mica pochi. E poi, di nuovo in modalità “volemose bene”!

Gentile Dottoressa, l’ASP ha bisogno di svegliarsi, tra l’altro sono sicura che manchino tante risorse amministrative che si occupino della base del problema: l’immediato tracciamento!

Le auguro buon lavoro, e auguro a tutti festività di…salute, non ci serve altro in questo momento; speriamo che la Befana ci porti un’ASP/USCA migliorata ed in grado di affrontare Gennaio.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x