Valle del Mela: Maria Flavia Timbro chiede un tavolo permanente su Ram e area industriale - Tempostretto

Valle del Mela: Maria Flavia Timbro chiede un tavolo permanente su Ram e area industriale

Redazione

Valle del Mela: Maria Flavia Timbro chiede un tavolo permanente su Ram e area industriale

domenica 16 Gennaio 2022 - 07:30

La deputata spiega che serve "un approccio nuovo, capace di offrire una prospettiva di sviluppo per il territorio"

“La transizione ecologica è una grande opportunità ma sicuramente non può essere realizzata sulle pelle delle lavoratrici e dei lavoratori”. Maria Flavia Timbro, deputato nazionale di Articolo Uno e Liberi e Uguali, affronta l’argomento della RAM e dell’area industriale di Milazzo e San Filippo del Mela. Timbro spiega che serve “un approccio nuovo, capace di offrire una prospettiva di sviluppo per il territorio. Non servono approcci intransigenti, ma la capacità di tenere insieme le ragioni del lavoro, dell’ambiente e della salute. Per questo motivo occorre porre le condizioni per avviare un confronto serio tra tutti i soggetti che rappresentano e tutelano, ogni giorno, esigenze diverse, spesso raccontante come contrapposte che invece non possono che considerarsi complementari, lavoratori, imprese, ambientalisti e amministrazioni locali, con il coinvolgimento del governo nazionale e di quello regionale devono parlarsi”.

“Si tratta del futuro di intere comunità”

“Qui si tratta del futuro di intere comunità – prosegue – Occorre costruire una prospettiva strategica capace di affrontare e superare la complessità di trasformazioni inevitabili con equilibrio e lungimiranza. Non servono provvedimenti calati dall’alto, come l’A.I.A. le cui prescrizioni rischiano di diventare alibi per eventuali dismissioni o delocalizzazioni. Serve un processo condiviso che sappia salvaguardare i posti di lavoro e apra, al contempo, una prospettiva di innovazione e riconversione, riducendo i costi sociali della transizione ecologica”. Maria Flavia Timbro conclude sottolineando quanto sia fondamentale “attivare un tavolo che abbia una dimensione sovraterritoriale, che coinvolga gli enti locali, le rappresentanze sindacali, le forze ambientaliste e gli stakeholder del territorio (si pensi all’Università e ai CNR), ma al contempo serve un serio impegno della Regione e del Governo Nazionale che coinvolga non solo il Ministero della Transizione Ecologica, ma anche il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero del Lavoro e Ministero per il Sud e la Coesione territoriale. È questa la direzione nella quale ci muoveremo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007