Via libera al Masterplan. Ora Messina vuole accelerare - Tempo Stretto

Via libera al Masterplan. Ora Messina vuole accelerare

Marco Ipsale

Via libera al Masterplan. Ora Messina vuole accelerare

venerdì 08 Novembre 2019 - 14:27
Via libera al Masterplan. Ora Messina vuole accelerare

Dopo un lungo stop, finalmente si passa alla fase operativa. Ma il sindaco De Luca ammonisce: "Dobbiamo fare in fretta e ottenere altri fondi"

MESSINA – La firma a ottobre 2016, il via libera la settimana scorsa, cioè tre anni dopo. Il Masterplan finanzia 332 milioni per la provincia di Messina, di cui 108 per il Comune capoluogo, ma dopo un anno erano stati validati interventi solo per 51 milioni, oggi per 288, l’anno prossimo si arriverà al totale.

E perché si è perso tanto tempo? “Alcuni interventi non erano fattibili – spiega il dirigente della sezione affari territoriali e comunitari della Città Metropolitana, Armando Cappadonia – perché non potevano rispettare i tempi indicati dalla delibera Cipe e si rischiava di perdere i fondi”.

LA RIMODULAZIONE

Serviva quindi una rimodulazione, che alla fine ha riguardato addirittura la metà dei progetti originari. “Molti progetti non erano buoni – dice il sindaco metropolitano Cateno De Luca -, cito ad esempio quelli per le autostrade, che sono stati ridotti solo a tre, gli svincoli di Monforte, Villafranca e Alì. Per quest’ultimo era previsto un intervento da 18 milioni, quando invece ne servivano 45. Siamo riusciti a difendere ogni singolo intervento e abbiamo ottenuto l’ok dall’Agenzia per la coesione”.

IL MONITORAGGIO DELLA SPESA

Ma il lavoro non è finito qui, anzi ora inizia la parte più difficile. “Ogni mese – prosegue il sindaco – sarà fatto un monitoraggio dell’andamento della spesa, dobbiamo correre e finire prima delle scadenze previsti. Riteniamo di poter ricavare circa 100 milioni dai ribassi d’asta e quindi stiamo già preparando nuovi progetti. Se faremo in fretta saremo premiati, così come già avvenuto. Ad esempio abbiamo ottenuto 3 milioni in più per asili nido a Messina”.

INTERVENTI DUPLICATI E PREMIALITA’

Tutto confermato dall’assessore Carlotta Previti: “C’erano anche interventi duplicati, come l’adeguamento degli impianti sportivi di villa Dante e del Santamaria, già previsti nel Pon Metro. Il nostro lavoro è stato premiato con un finanziamento aggiuntivo di 5 milioni e 600mila euro, che abbiamo destinato alla ricerca idrica e al serbatoio Montesanto. Poi abbiamo inserito la riqualificazione della sede tranviaria, per 25 milioni, che servirà anche a fare un restyling urbano favorevole alle attività commerciali, e la riqualificazione dei mercati anche in chiave turistica, per 12 milioni e mezzo, così come avviene in altre città italiane ed europee. Ci sarà un monitoraggio costante e scatterà l’allarme in caso di rallentamenti. L’Agenzia ci ha destinato pure un’altra quota premiale da 2 milioni sul Pon Inclusione”.

I TORRENTI

Elogi al nuovo Masterplan da parte del commissario regionale per il rischio idrogeologico, Maurizio Croce. “Prima c’erano progetti che erano solo una speranza, ora è stato fatto un buon lavoro. Messina e la Regione hanno le stesse priorità: il miglioramento delle infrastrutture e la messa in sicurezza del territorio. In attesa che l’assessorato regionale dia l’ok ambientale per alcuni progetti, ieri è stata aggiudicata la gara per fare il progetto esecutivo per 8 milioni per i torrenti Larderia, Gesso e Orto Liuzzo, mentre era già stata aggiudicata quella per il Papardo”.

L’ALLARME

L’allarme, però, arriva dal dirigente del settore viabilità, Francesco Roccaforte. “Se non si risolve il problema dei bilanci triennali della Città Metropolitana, in aprile torneremo in gestione provvisoria e tutto si bloccherà di nuovo”.

GLI ALLEGATI

(Marco Ipsale)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007