Pericolo sulla Circonvallazione. Gioveni:"Mancano le strisce di mezzeria" - Tempostretto

Pericolo sulla Circonvallazione. Gioveni:”Mancano le strisce di mezzeria”

Marco Celi

Pericolo sulla Circonvallazione. Gioveni:”Mancano le strisce di mezzeria”

lunedì 08 Maggio 2017 - 08:44

Mentre i lavori sulla Circonvallazione, per sistemare la strada invasa dai dossi creati dalle radici degli alberi, procedono a rilento, la carreggiata non è divisa in corsie da nessuna striscia di mezzeria, creando pericoli per le auto in transito.

Da almeno due anni, a seguito del pericolo rappresentato dalle radici degli alberi lungo tutta la Circonvallazione della città, che và dall’inizio del viale Italia fino alla Panoramica, il Dipartimento mobilità urbana ha provveduto a delimitare con una vistosa striscia gialla a terra le parti in cui risulta presente il pericolo rappresentato dai dossi naturali sulla sede stradale e in cui necessita ancora intervenire.

A preoccupare numerosi cittadini, tuttavia, è la mancanza di linee di mezzeria che dividano in due corsie la carreggiata della Circonvallazione, regolamentando così il passaggio delle auto in una strada, che ha visto il suo spazio di carreggiata ridursi di non poco, dopo gli interventi di messa in sicurezza, in alcune zone completati, da parte del Dipartimento.

A denunciare questa situazione di irregolarità, dopo numerose segnalazioni dei cittadini, è il consigliere comunale Libero Gioveni, che in una interrogazione chiede all'assessore alla mobilità urbana, Gaetano Cacciola, di intervenire tempestivamente nel creare una linea di mezzeria, che sia essa continua o tratteggiata, al fine di delimitare le corsie delle auto. Infatti come dichiara Gioveni: "Molte auto che percorrono l’arteria da sud verso nord, a causa delle vistose e improvvise rientranze della striscia gialla verso il centro della carreggiata dovute ai dossi stradali più “accentrati”, si ritrovano gioco forza ad invadere buona parte dell’altra corsia, rischiando di imbattersi contro le auto che transitano nel senso opposto, anche per i numerosi tratti in curva dell’arteria che limitano non poco la visuale".

"Occorre evidenziare, infine – conclude Gioveni – (ma non perché meno importante) il rischio di contenziosi che potrebbero sorgere in caso di sinistri in cui le parti coinvolte potrebbero chiamare in causa una simile condizione viaria deficitaria, proprio per l’assenza di una linea di mezzeria o per l’eventuale (ma tutta da verificare) non regolamentare distanza fra i margini della carreggiata provvisoria a doppio senso".

Tag:

4 commenti

  1. SIG. GIOVANI NON SONO LE STRISCE DI MEZZEDRIE CHE MANCANO A MESSINA SONO LE TESTE DI PERSONE CAPACI IN TUTTO E PER TUTTO. QUESTO E’ LA DISGRAZIA DELL’EX CITTA’ TRA LE PRIME 13 CITTA’ D’ITALIA ED ORA E’ TRA LE PRIME AD AGONIZZARE. L’INCAPACITA’ DI QUALSIASI POLITICO DELLA SUA CITTA’.

    0
    0
  2. SIG. GIOVANI NON SONO LE STRISCE DI MEZZEDRIE CHE MANCANO A MESSINA SONO LE TESTE DI PERSONE CAPACI IN TUTTO E PER TUTTO. QUESTO E’ LA DISGRAZIA DELL’EX CITTA’ TRA LE PRIME 13 CITTA’ D’ITALIA ED ORA E’ TRA LE PRIME AD AGONIZZARE. L’INCAPACITA’ DI QUALSIASI POLITICO DELLA SUA CITTA’.

    0
    0
  3. Purtroppo il Giro d’Italia non passa per la circonvallazione…

    0
    0
  4. Purtroppo il Giro d’Italia non passa per la circonvallazione…

    0
    0

Rispondi a giovannino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007