Pina Cassaniti Mastrojeni: "Servono interventi per prevenire gli incidenti mortali" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Pina Cassaniti Mastrojeni: “Servono interventi per prevenire gli incidenti mortali”

Pina Cassaniti Mastrojeni: “Servono interventi per prevenire gli incidenti mortali”

lunedì 12 Dicembre 2016 - 07:29
Pina Cassaniti Mastrojeni: “Servono interventi per prevenire gli incidenti mortali”

La morte della piccola Laura ha scosso la città ma l'incidente è solo l'ultimo di una lunga serie, un problema che non si riesce ad arginare. La presidente dell'associazione italiana familiari vittime della strada, insieme al Circolo Legambiente dei Peloritani, ha chiesto e ottenuto un incontro all'assessore Cacciola

È l'ultimo di una lunga serie di incidenti con morti e feriti in città, un fatto che provoca indignazione sociale, a maggior ragione se a perdere la vita è una bambina di 9 anni. "È ora di chiedersi perché – dice la presidente dell'associazione italiana familiari vittime della strada, Giuseppa Cassaniti Mastrojeni -, di precisare le cause e di intervenire su di esse, per contrastare la grave strage stradale".

L'Associazione ha chiesto un incontro con l'assessore alla mobilità, Gaetano Cacciola, e con il comandante dei vigili urbani, Calogero Ferlisi. "Non riteniamo che la risposta ad un incidente debba riguardare soltanto la giustizia, è necessario un confronto tra amministrazione pubblica e privato sociale per pianificare insieme interventi di prevenzione che coinvolgano i diversi settori sociali, a partire dai mezzi di comunicazione esistenti in città, con campagne informative martellanti, controlli mirati e miglioramento delle infrastrutture. È necessario risvegliare in città l'attenzione al grave problema della strage stradale: non possiamo limitarci a contare i morti ed i feriti nell'anno, dobbiamo recuperare la dignità di appartenere alla città, rafforzando il senso civico e la responsabilità nello svolgimento del servizio, perché sia utile a risolvere i problemi".

Alla richiesta aderisce anche il Circolo Legambiente dei Peloritani. L'assessore Cacciola ha già dato la sua piena disponibilità a convocare l'Aifvs, "con la quale abbiamo da tempo intrapreso un dialogo che si concretizza anche in azioni condivise e partecipate".

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. Ma perché prima di aspettare soluzioni future non si interviene su quello da fare subito. In quella strada ci sono perennemente le auto in terza fila, non in sosta ma bensì parcheggiate. Questo riduce la marcia in in una corsia e poco meno. I mezzi pesanti potrebbero viaggiare nella corsia di destra limitando il pericolo di incidenti. Adesso una corsia non basta ai mezzi pesanti in quanto a sinistra hanno il problema degli alberi. Cari grandi cervelloni addetti ai lavori, ci vuole un tavolo tecnico per cominciare a risolvere intanto questo piccolo grande problema?

    0
    0
  2. Ma perché prima di aspettare soluzioni future non si interviene su quello da fare subito. In quella strada ci sono perennemente le auto in terza fila, non in sosta ma bensì parcheggiate. Questo riduce la marcia in in una corsia e poco meno. I mezzi pesanti potrebbero viaggiare nella corsia di destra limitando il pericolo di incidenti. Adesso una corsia non basta ai mezzi pesanti in quanto a sinistra hanno il problema degli alberi. Cari grandi cervelloni addetti ai lavori, ci vuole un tavolo tecnico per cominciare a risolvere intanto questo piccolo grande problema?

    0
    0
  3. PRIMA CAMBIARE LA MENTALITA’ DEI MESSINESI AL VOLANTE. SECONDO CAMBIARE LA MENTALITA’ DEL COMUNE OVVERO IMPARTIRE ORDINI AI VIGILI CHE QUANDO SONO IN DUE E PARLANO VEDONO LE MACCHINE POSTEGGIATE IN DOPPIA FILA, O ADDIRITTURA NELLA CURVA SOPRA LO SCIVOLO PER GLI INVALIDI NON PROVVEDONO A CHIAMARE IL CARRO ATTREZZI OLTRE A FARLI ALMENO 4 MULTI CONTENPORANEAMENTE. POI, SEQUESTRATE DI MACCHINE.

    0
    0
  4. PRIMA CAMBIARE LA MENTALITA’ DEI MESSINESI AL VOLANTE. SECONDO CAMBIARE LA MENTALITA’ DEL COMUNE OVVERO IMPARTIRE ORDINI AI VIGILI CHE QUANDO SONO IN DUE E PARLANO VEDONO LE MACCHINE POSTEGGIATE IN DOPPIA FILA, O ADDIRITTURA NELLA CURVA SOPRA LO SCIVOLO PER GLI INVALIDI NON PROVVEDONO A CHIAMARE IL CARRO ATTREZZI OLTRE A FARLI ALMENO 4 MULTI CONTENPORANEAMENTE. POI, SEQUESTRATE DI MACCHINE.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007