Covid. Musumeci: "Falsità di sciacalli che speculano sulla tragedia dei siciliani" VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid. Musumeci: “Falsità di sciacalli che speculano sulla tragedia dei siciliani” VIDEO

Redazione

Covid. Musumeci: “Falsità di sciacalli che speculano sulla tragedia dei siciliani” VIDEO

domenica 11 Aprile 2021 - 07:45

Il presidente della Regione va al contrattacco dopo le polemiche dei giorni scorsi. "E' in atto un'ignobile campagna denigratoria contro la Sicilia"

Non abbiamo interesse a nascondere né i morti, né i guariti. E’ in atto una ignobile campagna di denigrazione messa in piedi dall’opposizione che è alla ricerca della credibilità perduta. Tanti sciacalli e iene ci accerchiano ma i siciliani sanno che sono oggi governati da persone perbene”. Il presidente della Regione, Nello Musumeci passa al contrattacco dopo quanto accaduto nelle scorse settimane e in conferenza stampa non le manda a dire, rincarando anche la dose sugli avversari politici.

Gli sciacalli speculano

Riferendosi alle polemiche e alle ricostruzioni sul dato riferito ai 258 morti e ai 6.000 guariti ricalcolati due giorni fa il presidente ha spiegato: “I flussi che riguardano la comunicazione dei dati inviati a Roma seguono due direttrici. Una riguarda la comunicazione che dalle Aziende va all’Istituto superiore di sanità, ed è quella dalla quale dipendono le decisioni che riguardano i “colori” delle regioni. L’altra, diversa, è quella curata dalla Protezione Civile, i cui flussi non sempre sono allineati perché seguono altri metodi di ricognizione. Questo significa che le 258 vittime rilevate  dalla Protezione civile, sono il risultato del periodico riallineamento tra i due flussi e comunque il dato era già presente nella piattaforma dell’ISS. Succede in diverse regioni italiane e in parecchi Stati europei. Solo chi è sciacallo può speculare sulla tragedia che vive la propria gente”.

Nessun furbetto

Per quanto riguarda le polemiche relative alle categorie che risultano sotto il termine “Altro” nella piattaforma nazionale e che hanno innescato contestazioni sui furbetti in tutta Italia Musumeci spiega che la voce comprende tutte le altre categorie non specificate (disabili gravissimi, soggetti fragili, caregiver, conviventi, ultra 80 anni, etc.) quindi soggetti che il protocollo nazionale prevede accreditati alla vaccinazione. “Sia chiaro a tutti – ha chiosato Musumeci – chi si serve della tragedia del virus per tentare di abbattere il governo regionale ha sbagliato i calcoli”.

Articoli correlati

Tag:

5 commenti

  1. D’accordissimo con Musumeci. Non si tratta di furbetti, ma di mediocri.

    0
    0
  2. Il discorso politico in questo momento non è particolarmente interessante. Con l Rt di venerdi a 1,22 la Sicilia è destinata a diventare zona rossa. Mi domando perchè aspettare un altra settimana. L’esperienza delle precedenti ondate ci insegna che aspettare servirà soltanto a ritardare la frenata dei casi e ad avere piu’ morti ed ospedalizzati. Chiudere subito per almeno due settimane ci consentirebbe probabilmente di potere essere in condizioni di maggiore serenità a maggio, consentendo anche agli esercizi di bar e ristoranti di ripartire sfruttando i posti all’ aperto e l’ arrivo della bella stagione. Per le chiacchere della politica ci sarà tempo.

    0
    0
  3. Fiducia nella Magistratura, poca per non dire nulla ai rappresentanti della politica !!!!

    2
    0
  4. Dietro quest’apparente aggressività mostrata da Musumeci, viene maldestramente nascosta la consapevolezza della sua imminente sparizione politica. D’altronde, la Sicilia deve a questo governo una gestione della pandemia che un occhio poco attento definirebbe semplicemente improvvisata, ma che in realtà è finita per assumere una tinta tragica, che poco ha a che fare con la confusione e l’incapacità mostrata in quest’ultimo anno da Musumeci.
    L’attuale governo, con l’appoggio dei propri sodali, che troppo spesso abusano della parola “giustizialista”, hanno goffamente cercato di convincere l’opinione pubblica che se oggi la Sicilia, in piena pandemia, si trova con l’assessorato alla salute azzerato, è stato per un capriccio della magistratura e non perché sono stati scoperti i trucchetti atti a nascondere l’inadeguata gestione Musumeci. Insomma, sembra di essere tornati agli anni più bui del berlusconismo.

    2
    0
  5. Vuoi vedere che fra poco salta fuori che gli sciacalli sono i morti spalmati e quei 249 venuti fuori dalle bare’

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x